ANNO XVI Novembre 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 04 Ottobre 2022 16:48

Mattarella alla prima alla Scala dopo la richiesta di bis

Written by  Bianca Maria Manfredi
Rate this item
(0 votes)

Sala, grande affetto ed entusiasmo. Chailly, onorati sua presenza. 

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella tornerà il prossimo 7 dicembre alla Scala dove un anno fa, prima dell'inizio di Macbeth, aveva ricevuto una standing ovation e un invito a suon di "bis" ad accettare un secondo mandato.

L'opera in programma quest'anno è Boris Godunov di Modest Musorgskij, titolo russo che all'annuncio aveva fatto alzare qualche sopracciglio, anche se scelto ben prima dello scoppio della guerra.

La conferma della presenza del Capo dello Stato, che arriva con largo anticipo rispetto alle inaugurazioni precedenti, è stata annunciata dal sindaco Giuseppe Sala oggi durante la seduta del consiglio di amministrazione del teatro di cui è presidente. "Ho informato il cda che il Quirinale ha confermato la presenza del Capo dello Stato, che ha accettato il mio invito. Sono più che mai contento che anche quest'anno Mattarella venga alla Scala - ha sottolineato Sala - dove è sempre stato accolto con grande affetto ed entusiasmo dal pubblico. E sono sicuro che lo sarà ancora". "Il pubblico della Scala, e Milano, - ha aggiunto - ha sempre riconosciuto l'impegno del presidente Mattarella per il Paese nello svolgere il suo ruolo di garante, che ha saputo portare avanti, come saprà in futuro, al meglio anche in momenti difficili. Si dice onorato della sua presenza anche il direttore musicale della Scala Riccardo Chailly, che dirigerà il Boris. "La presenza del presidente Sergio Mattarella ci onora. È un segno di grande attenzione verso il mondo della cultura e verso il Teatro alla Scala, che - ha sottolineato il maestro - è un simbolo nel mondo della nostra identità culturale. Lo conferma ancora una volta l'accoglienza che il pubblico ci sta riservando in questi giorni di tournée con la Filarmonica in Spagna". La Filarmonica ha aperto la tournée sabato ad Alicante con otto minuti di applausi alla fine del concerto in cui ha eseguito la Seconda sinfonia di Beethoven e la Prima di Mahler. Seconda tappa ieri sera all'Auditorium della musica di Madrid dove ha voluto essere presente anche l'ambasciatore Riccardo Guariglia. Terza e ultima tappa stasera a Barcellona dove la Filarmonica diretta da Chally inaugura la stagione sinfonica del Palau de la musica praticamente con un soldout. Mattarella non ha potuto partecipare all'inaugurazione della Scala nei suoi primi due anni di mandato: nel 2016 per la crisi di governo dopo la bocciatura del referendum e nel 2017 per una visita ufficiale in Portogallo. Da allora però è sempre stato presente nel palco centrale con la sola eccezione del 2020, quando, a causa del Covid e dei teatri chiusi, la prima è stata solo trasmessa in tv e in streaming. Nel 2019, alla sua apparizione nel palco prima dell'inizio di Tosca, ricevette una ovazione di oltre quattro minuti. Ancora di più lo scorso anno con una standing ovation di sei minuti e l'inequivocabile richiesta di un bis che a febbraio ha concesso iniziando il suo secondo mandato al Quirinale. Ansa

Read 788 times

Utenti Online

Abbiamo 773 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine