ANNO XVII Gennaio 2023.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 11 Ottobre 2022 13:03

Insinna, torno all'Eredità a far compagnia agli italiani

Written by  Marzia Apice
Rate this item
(0 votes)

Dal 31/10 su Rai1, poi in una fiction sul campione Paolo Pizzo. 

 "L'anno che ci attende probabilmente sarà tremendo: speriamo di essere all'altezza e di trovare la cifra giusta per non essere troppo né troppo poco.

Noi però in quell'ora diamo la possibilità di far rifiatare l'anima, e facciamo compagnia soprattutto alle persone magari anziane che vivono sole.

Questa è una cosa che mi riempie di orgoglio": per Flavio Insinna, che dal 31 ottobre sarà di nuovo su Rai1 al timone dell'Eredità, portare un sorriso nelle case degli italiani è senza dubbio un impegno da prendere molto seriamente. "L'Eredità è un classico e piace a tutti, ma proprio per questo per me rappresenta una responsabilità. Questa è la 21/a edizione, non siamo più bambini, siamo ragazzi", dice in un'intervista all'ANSA il conduttore, anche tra i protagonisti della fiction "La stoccata vincente", prossimamente in onda su Rai1.

"Questo è un programma da custodire sempre: le persone, è vero, ci vogliono bene, ma, come nello sport, l'aver fatto un buon campionato non vuol dire che poi ti regalino le vittorie. Te le devi meritare: lo penso da sempre nel lavoro, è uno dei sentimenti che mi anima". Slittato a fine ottobre nella programmazione di Rai1, l'amato quiz preserale celebre per la sua ghigliottina finale non cambierà pelle: se è vero che "format che vince non si cambia", ci saranno "piccole sorprese e novità, perché questo è uno dei modi di dire grazie al pubblico. Non stravolgiamo nulla, siamo pronti a divertirci, però ci rinnoviamo un po'". L'idea è quindi quella di restare fedeli a un programma che nel proprio DNA ha la leggerezza unita al divertimento intelligente, cercando di lasciare fuori, almeno per un'ora, le tragedie del mondo. "Il momento è difficile, ci sono scelte importanti da prendere nel Paese e a livello internazionale. Torno a dire che è una responsabilità andare in tv. Mi sono chiesto anche in passato se fosse il caso di andare in onda: poi però le persone mi dicono che è come se ogni sera io andassi a cena a casa loro. E allora sento che questo mestiere in contesti come questo può essere utile a portare vicinanza alla gente", spiega Insinna.

In queste settimane è impegnato a Catania sul set de "La stoccata vincente": il film, una produzione Anele in collaborazione con Rai Fiction, diretto da Nicola Campiotti e con il patrocinio del CONI e della Federazione Italiana Scherma, andrà in onda prossimamente su Rai1. Per la prima volta arriva sullo schermo la vera storia del campione mondiale di scherma Paolo Pizzo, che a 14 anni ha vinto la sua prima gara, sconfiggendo un tumore al cervello. A interpretare Paolo Pizzo sarà Alessio Vassallo, mentre Insinna vestirà i panni di suo padre Piero. L'attore non è nuovo al racconto di storie esemplari: questa vicenda mette al centro lo sport per parlare di valori positivi come il riscatto, la tenacia e la determinazione, ma anche l'amore sincero della famiglia, evitando ogni retorica. "Questa storia è bella perché è il racconto di un percorso di vita umanamente straordinario. Se L'Eredità fosse iniziata a settembre non avrei potuto partecipare a questo progetto. Sono felice di averlo fatto", afferma ancora. "Paolo Pizzo è un campione di scherma di fama mondiale che da adolescente ha lottato contro un tumore. Nel film ho l'onore di interpretare il suo papà. Addirittura ci stiamo allenando con Paolo che ci dà lezioni di scherma, per essere credibili, anche se ovviamente raggiungere il suo livello è impensabile. Noi vogliamo soprattutto raccontare come la sua famiglia bellissima si è stretta attorno a lui e lo ha aiutato a uscire dall'incubo". Ansa

Read 735 times Last modified on Martedì, 11 Ottobre 2022 13:59

Utenti Online

Abbiamo 927 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine