ANNO XVIII Febbraio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 14 Novembre 2022 11:57

Strage di Istanbul: il governo accusa il Pkk, 22 arresti

Written by 
Rate this item
(0 votes)
Attentato a Istanbul Attentato a Istanbul

Il bilancio delle vittime è di 6 morti e 81 feriti. Tra le persone fermate dalle forze dell'ordine, c'è anche colui (o colei) che ha piazzato la bomba 

Ventidue arresti per la strage di Istanbul di ieri pomeriggio. Ad annunciarlo il ministro dell'Interno turco Souleyman Soylu. Tra loro anche chi avrebbe piazzato la bomba che ha provocato almeno sei vittime nella via dello shopping di Istiklal e 81 feriti.

Sotto accusa il Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk). "La persona che ha piazzato la bomba è stata arrestata. Secondo le nostre conclusioni, l'organizzazione terroristica del Pkk è responsabile", ha affermato Soylu in una dichiarazione notturna, trasmessa dall'agenzia ufficiale Anadolu e dalle televisioni locali. Anche altri 21 sospetti sono stati arrestati, ha aggiunto.

Il ministro ha accusato le forze curde che controllano gran parte della Siria nord-orientale, che Ankara considera terroristi, di essere dietro l'attacco: "Riteniamo che l'ordine per l'attacco sia stato dato da Kobane".

L'attacco, che non è stato rivendicato, ha ucciso sei persone e ne ha ferito 81, metà delle quali è stata ricoverata in ospedale. È successo a metà pomeriggio di domenica 13 novembre in quella strada pedonale molto frequentata la domenica, dove gli abitanti di Istanbul e i turisti passeggiano.

Soylu non ha specificato se tra gli arrestati ci sia una "donna" che avrebbe potuto piazzare l'ordigno come avevano affermato ieri sera il presidente Recep Tayyip Erdogan e poi il suo vice, il presidente Fuat Oktay.

Il ministro della Giustizia, Bekir Bozdag, aveva fatto riferimento a una "borsa" appoggiata su una panchina: "Una donna si è seduta su una panchina per 40-45 minuti, e qualche tempo dopo c'è stata un'esplosione. Tutti i dati su questa donna sono attualmente sotto recensione", ha continuato.

"O questa borsa conteneva un timer o qualcuno l'ha attivato da remoto", ha aggiunto. Il presidente Erdogan è stato il primo a denunciare un "vile attacco", poco prima del volo in Indonesia e del vertice del G20 a Bali: "Le prime osservazioni suggeriscono un attacco terroristico", ha detto il capo dello Stato, aggiungendo che "una donna sarebbe coinvolta in esso".

"Gli autori di questo vile attacco saranno smascherati. Che la nostra gente stia sicura che sarà punita", ha promesso Erdogan che aveva già affrontato una campagna di terrore in tutto il paese nel 2015-2016. 

Read 1179 times

Utenti Online

Abbiamo 1129 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine