ANNO XVII Gennaio 2023.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 05 Dicembre 2022 17:24

È di nuovo possibile scambiarsi un segno di pace a Messa

Written by 
Rate this item
(0 votes)
Scambiarsi un segno di pace Scambiarsi un segno di pace

Via libera della Cei che ha deciso di allentare le "restrizioni" durante le celebrazioni in Chiesa vista la situazione pandemica attualmente in corso in Italia. 

Torna lo scambio del gesto della pace alla messa: le regole restano, le raccomandazioni pure, ma anche la Cei prende atto di un certo allentamento nelle norme di prevenzione del Covid. In una lettera inviata dalla Presidenza della CEI ai Vescovi si leggono alcuni consigli e suggerimenti relativi alle misure di prevenzione della pandemia.

"La normativa di prevenzione dalla pandemia da Covid-19 non è stata oggetto di interventi recenti del Governo", si rileva, "Sembra, tuttavia, opportuno continuare a condividere i seguenti consigli e suggerimenti:

  • È importante ricordare che non partecipi alle celebrazioni chi ha sintomi influenzali e chi è sottoposto a isolamento perche' positivo al SARS-CoV-2;

  • Si valuti, in ragione delle specifiche circostanze e delle condizioni dei luoghi, l'opportunita' di raccomandare l'uso della mascherina;

  • È consigliata l'indicazione di igienizzare le mani all'ingresso dei luoghi di culto;

  • È possibile tornare nuovamente a ripristinare l'uso delle acquasantiere;

  • È possibile svolgere le processioni offertoriali;

  • Non è più obbligatorio assicurare il distanziamento tra i fedeli che partecipino alle celebrazioni;

  • Si potrà ripristinare la consueta forma di scambio del segno della pace;

  • Si consiglia ai Ministri di igienizzare le mani prima di distribuire la Comunione;

  • Nella celebrazione dei Battesimi, delle Cresime, delle Ordinazioni e dell'Unzione dei Malati si possono effettuare le unzioni senza l'ausilio di strumenti

Tenuto conto delle specifiche situazioni locali i singoli Vescovi possono, comunque, adottare provvedimenti e indicazioni più particolari". 

Read 925 times

Utenti Online

Abbiamo 836 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine