ANNO XVIII Luglio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 04 Luglio 2023 07:58

Abbattuti due droni nell'area di Mosca

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Nessuna vittima è stata segnalata. Secondo la Tass i due ordigni "si stavano dirigendo verso la capitale". Prigozhin "ricompare" in voce e annuncia nuove vittorie della Wagner. 

La difesa aerea russa ha abbattuto due droni nell'area di Mosca. Nessuna vittima è stata segnalata. I due ordigni "si stavano dirigendo verso Mosca" e sono stati "neutralizzati con mezzi di guerra elettronica" a Nuova Mosca, secondo le dichiarazioni dei servizi di emergenza riportate dalla Tass. Secondo l'agenzia russa Ria Novosti, che riferisce di dichiarazioni dei servizi di soccorso, i velivoli sono stati abbattuti "vicino al villaggio di Valuevo" e vicino a Koubinka, una località situata nella regione di Mosca. Nessuno dei due media ha riferito la provenienza dei dispositivi.

Il sindaco accusa Kiev

Il sindaco di Mosca, Sergei Sobyanin, ha accusato l'Ucraina di aver lanciato un attacco con droni contro la capitale russa e sono state interrotte temporaneamente le operazioni di volo all'aeroporto di Vnukovo. "In questo momento, gli attacchi sono stati respinti dalla difesa aerea", ha dichiarato Sobyanin su Telegram, precisando che "tutti i droni rilevati sono stati eliminati".

Prigozhin "ricompare" in voce e annuncia nuove vittorie della Wagner

Intanto il fondatore del gruppo di mercenari russi Wagner, Evgheni Prigozhin, è tornato a farsi sentire dopo la sua "partenza" per la Bielorussia. In un audio diffuso dal canale Telegram Grey Zone, ricollegabile alla Wagner, lo 'chef di Putin' - messosi a capo di un tentato ammutinamento il 23-24 giugno scorso - ha ringraziato chi ha sostenuto lui e i suoi combattenti e annuncia "nuove vittorie al fronte".

"Oggi più che mai abbiamo bisogno del vostro sostegno", si sente dire nell'audio da una voce del tutto simile a quella di Prigozhin, "nel prossimo futuro, sono sicuro che vedrete le nostre prossime vittorie al fronte. Grazie ragazzi". Il servizio stampa del capo della Wagner non ha rilasciato commenti ufficiali e lo stesso Prigozhin nell'audio non fornisce informazioni sui suoi piani futuri e su dove si trovi esattamente.

Da notare che ora la compagnia Wagner non è in prima linea in Ucraina. In precedenza, il capo della commissione Difesa della Duma di Stato, Andrei Kartapolov, aveva riferito che Prigozhin si è rifiutato di firmare un contratto con il ministero della Difesa russo sulla riassegnazione dei combattenti al dicastero. Dopo la fine della ribellione, Prigozhin ha rilasciato una sola dichiarazione: il 26 giugno, il suo servizio stampa ha pubblicato una registrazione di 11 minuti in cui ha dato la sua versione di quanto accaduto e ha assicurato che non avrebbe "rovesciato il regime".

Il Cremlino ha riferito che come parte dell'accordo per porre fine alla rivolta, Prigozhin sarebbe "partito" per la Bielorussia. Una condizione che il capo della Wagner non ha mai smentito ne' confermato. Il 27 giugno, l'aereo dell'uomo d'affari è atterrato all'aeroporto militare di Machulishchy, vicino a Minsk. Lo stesso giorno Aleksnder Lukashenko ha confermato che Prigozhin era effettivamente in Bielorussia. 

Read 387 times

Utenti Online

Abbiamo 844 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine