ANNO XVIII Aprile 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 01 Dicembre 2023 10:51

Al via a Padova l'autopsia sul corpo di Giulia. Poi l'interrogatorio di Turetta davanti al pm

Written by  Manuela D'Alessandro
Rate this item
(0 votes)
Il carcere Montorio di Verona Il carcere Montorio di Verona

L'accertamento medico-legale in corso presso l'Istituto di Medicina Legale dell'Università patavina. In mattinata il magistrato della procura di Venezia sentirà in carcere il ragazzo che ha ammesso il delitto. 

È cominciata all'Istituto di Medicina Legale dell'Università di Padova l'autopsia sul corpo di Giulia Cecchettin per il cui omicidio è accusato l'ex fidanzato Filippo Turetta. L'esame viene condotto dal professor Guido Viel, docente di anatomia patologica all'università di Padova, che è il consulente nominato dalla Procura di Venezia.

La famiglia Cecchettin ha indicato come consulente Stefano D'Errico, che già si è occupato del caso di Liliana Resinovich, la pensionata triestina trovata morta con un sacchetto in testa. Nelle operazioni e' coinvolto anche l'entomologo forense Diego Vanin.

Gli accertamenti permetteranno di capire a che ora è morta Giulia, che ha subito una doppia aggressione, dapprima a pochi metri da casa sua in auto, e poi nella zona industriale di Fossò e se, com'è scritto nell'ordinanza di custodia cautelare, a ucciderla sia stato lo "shock emorragico" determinato da una contusione alla teste per una violenta spinta a terra.

Intorno alle 11 comincerà l'interrogatorio di Stefano Turetta che per la prima volta comparirà davanti al pm Andrea Petroni. Potrà avvalersi della facoltà di non rispondere o raccontare in tutto o in parte la sua versione. AGI

Read 452 times

Utenti Online

Abbiamo 878 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine