ANNO XVIII Maggio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 09 Aprile 2024 15:31

Xi riceve Lavrov, asse tra Cina e Russia contro Washington

Written by 
Rate this item
(0 votes)
Il presidente cinese Xi Jinping ha ricevuto il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov Il presidente cinese Xi Jinping ha ricevuto il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov

Terminata la missione a Pechino del capo della diplomazia russa, il quale ha incontrato l'omologo cinese Wang Yi. I due ministri hanno condannato il "comportamento egemonico e intimidatorio" degli Usa e chiesto un cessate il fuoco a Gaza.

Il presidente cinese Xi Jinping ha ricevuto il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, a conclusione della sua visita di due giorni a Pechino. L'incontro tra Xi e Lavrov ha avuto luogo dopo una conferenza stampa in cui il capo della diplomazia del Cremlino e il suo omologo cinese, Wang Yi, hanno fatto un resoconto dei colloqui ufficiali di ieri, che hanno affrontato temi quali i conflitti in Ucraina e a Gaza. I due ministri hanno convenuto che le relazioni tra Pechino e Mosca si sono rafforzate, hanno concordato la loro posizione sulle principali sfide geopolitiche globali e hanno sottolineato che entrambi i Paesi combatteranno "il comportamento egemonico e intimidatorio", un esplicito riferimento agli Stati Uniti. Secondo i media cinesi, Lavrov avrebbe preparato il terreno per una missione in Cina di Vladimir Putin. Il primo viaggio all'estero del presidente russo dopo la rielezione sarebbe previsto per il mese prossimo.

 

Wang e Lavrov hanno ribadito l'importanza di una tregua in Medio Oriente e il loro sostegno alla creazione di uno Stato palestinese. Durante la conferenza stampa congiunta al termine dell'incontro bilaterale, Wang ha detto che la recente risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'Onu sul cessate il fuoco a Gaza, sulla quale gli Stati Uniti non hanno esercitato il veto, è "vincolante" e "obbligatoria". Il ministro degli Esteri cinese ha chiesto "sostegno alla nazione palestinese nella creazione di uno Stato" in modo che "una nazione ebraica e una nazione araba possano coesistere pacificamente".

"La Cina sosterrà lo sviluppo stabile della Russia sotto la guida di Putin. Pechino e Mosca continueranno a rafforzare la cooperazione strategica sulla scena mondiale e si forniranno un forte sostegno reciproco", ha detto ancora il più alto diplomatico cinese. Lavrov, da parte sua, ha bollato come "inutili" gli incontri internazionali sulla guerra in Ucraina, che non tengono conto degli interessi di Mosca e promuovono solo la proposta di pace di Kiev. "Noi e i nostri amici cinesi affermiamo chiaramente la necessità di tenere conto delle legittime preoccupazioni di tutte le parti coinvolte, principalmente nel settore della sicurezza. In questo contesto, noi, assieme ai nostri colleghi cinesi, abbiamo confermato la conclusione che qualsiasi evento internazionale è inutile: non solo non tengono conto della posizione della Russia, ma le ignorano completamente promuovendo la cosiddetta "formula di pace" dell'ultimatum assolutamente vuoto di Volodymyr Zelensky e sono quindi completamente separati dalla realtà", ha detto il ministro russo nella conferenza stampa a Pechino.

Lavrov ha infine ricordato che l'Occidente "sta applicando sanzioni illegali contro un certo numero di stati, tra cui ovviamente la Russia", e ha aggiunto che "questa politica sta iniziando a essere applicata attivamente anche nei confronti della Cina".  AGI

Read 320 times

Utenti Online

Abbiamo 680 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine