ANNO XVIII Maggio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 13 Aprile 2024 17:24

Terrore a Sydney dopo un attacco in un centro commerciale, 6 morti. Ucciso dalla polizia l'aggressore. 'Non è terrorismo'

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Le persone sono state accoltellate. Otto feriti portati in ospedale. Polizia: 'L'aggressore era noto, non ci sarebbe movente ideologico' Anche un neonato tra i feriti, ucciso l'aggressore. Blitz al Bondi Junction Westfield. Il killer ha ucciso con un coltello, non si esclude la pista terroristica.

Panico nel centro commerciale Westfield a Sydney: un uomo armato di coltello ha aggredito i presenti, uccidendo cinque persone e ferendone altre otto, diverse in modo grave. Una sesta persona è morta poi per le ferite riportate. Tra coloro che sono stati portati in ospedale, anche una madre e un bambino piccolo. La polizia e' intervenuta e ha ucciso l'aggressore. Di lui al momento le forze dell'ordine "non hanno informazioni" ma "dalle prime indagini sembrerebbe che abbia agito da solo", ha riferito il vice commissario Anthony Cooke in conferenza stampa, sottolineando che "si continua a tentare di identificare l'autore del reato". Quanto al movente, "non escludo nulla", ha sottolineato Cooke, interpellato su una possibile pista terroristica. 

Attacco in un centro commerciale a Sydney, il Westfield Bondi Junction: sono sei le persone morte, colpite a coltellate.

Morto anche l'aggressore, ucciso da una agente sul posto.

Fonti della polizia hanno confermato che la sesta vittima dell'accoltellamento, la donna che è deceduta in un secondo tempo in ospedale, è la mamma del bebè di nove mesi, anche lui ferito - riferisce il sito del Guardian - e al momento sottoposto a un intervento chirurgico.

L'autore dell'attacco era un uomo di 40 anni, noto alla polizia la quale afferma che "non si tratta di un episodio di terrorismo". Lo riferisce la Bbc. "Sappiamo qualcosa di questa persona ma stiamo aspettando di confermare la sua identificazione", ha affermato l'ispettrice della polizia locale Karen Webb aggiungendo che la polizia non pensa che avesse un movente ideologico, "in altre parole non si tratta di un episodio di terrorismo". 

Il primo ministro dell'Australia, Anthony Albanese, ha espresso "shock e costernazione". "Per tutti noi stasera, le scene sconvolgenti di Bondi Junction vanno oltre le parole e la comprensione", ha commentato il premier laburista. 

Il servizio ambulanze di Sydney ha confermato che 8 persone sono state trasportate in ospedale, riferisce l'emittente televisiva australiana Abc. 

L'episodio è avvenuto nel vasto complesso del centro commerciale Westfield Bondi Junction, pieno di acquirenti del sabato pomeriggio. Il centro commerciale è stato chiuso e la polizia ha invitato le persone a evitare la zona. Testimoni oculari hanno affermato che sul posto si è scatenato il panico, con gli acquirenti che correvano per mettersi in salvo e la polizia che cercava di mettere in sicurezza l'area. Diverse persone si sono rifugiate in un supermercato, dove sono rimaste per circa un'ora. Il suono delle sirene della polizia e degli elicotteri riempiva l'aria. Le riprese delle telecamere di sicurezza trasmesse dai media locali hanno mostrato un uomo che correva per il centro commerciale con un grosso coltello e persone ferite stese sul pavimento.

L'allarme è scattato nel primo pomeriggio, ha riferito: alle 15.20 ora locale l'uomo è entrato nel centro commerciale e ha cominciato ad aggredire la gente. Un ispettrice di polizia che si trovava nelle vicinanze è intervenuta e l'ha inseguito fino al quinto piano dell'edificio. Lui si è girato, ha alzato il coltello e lei gli ha sparato, uccidendolo.

Sul posto sono intervenute anche squadre tattiche, si parlava di un secondo potenziale aggressore ma la notizia è stata smentita. La folla, presa dal panico, e' stata evacuata mentre le ambulanze portavano via i feriti. Cinque i morti accertati, oltre all'aggressore. Immagini che girano sui social mostrano il killer, vestito in pantaloncini e maglietta sportiva, muoversi all'interno dell'edificio brandendo un lungo coltello. Un altro video mostra un uomo cercare di bloccarlo con un paletto sulle scale mobili, gente che scappa e feriti a terra in un bagno di sangue.

"Stiamo seguendo la situazione in Australia attraverso la nostra ambasciata a Sydney e la nostra Unità di crisi. Non ci sono notizie certe" ma "al momento non ci risultano italiani coinvolti", ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani. "La nostra Unità di crisi ha inviato come facciamo sempre dei messaggi a tutti gli italiani che sono nell'area per far sì che ogni italiano possa essere aggiornato su ciò che sta accadendo", ha aggiunto Tajani. 

Il premier Anthony Albanese è stato informato dei fatti e in un'improvvisata conferenza stampa si è detto "scioccato", rendendo omaggio all'ufficiale di polizia e ai civili che hanno cercato di bloccare l'aggressore. Le scene che arrivano dal centro commerciale sono "al di la' delle parole o della comprensione", "è davvero scioccante che ciò accada in un Paese come il nostro, dove le persone dovrebbero poter fare shopping il sabato pomeriggio senza pensare ai rischi che ciò comporta", ha dichiarato, sottolineando che tale "orribile atto di violenza" non trova posto in una nazione "amante della pace" come l'Australia.

Una donna l'agente che ha ucciso l'aggressore a Sydney

Viene già lodata come una "eroina nazionale" la poliziotta che ha bloccato e ucciso l'autore dell'attacco al centro commerciale di Sydney in cui ci sono sei morti. Sui social network compare l'immagine della donna mentre blocca l'aggressore insieme all'appello a conferirle 'l'Ordine di Australia', una delle massime onorificenze nazionali.

Read 491 times

Utenti Online

Abbiamo 606 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine