ANNO XVIII Luglio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 30 Maggio 2024 15:07

Ancora bombe su Rafah, tensione con l'Egitto

Written by 
Rate this item
(0 votes)
Un uomo osserva il fumo nero e denso che si leva dall'incendio di un edificio causato dai bombardamenti israeliani a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, il 10 maggio 2024 Un uomo osserva il fumo nero e denso che si leva dall'incendio di un edificio causato dai bombardamenti israeliani a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, il 10 maggio 2024

Gli scontri sono avvenuti dopo che Israele ha dichiarato di aver preso il controllo del corridoio Philadelphi, uno strategico cuscinetto lungo il confine tra il territorio palestinese e l'Egitto.

È stata una notte di intensi bombardamenti su Rafah e scontri nella città dell'estremo sud di Gaza, dopo che Israele ha dichiarato di aver preso il controllo del corridoio Philadelphi, uno strategico cuscinetto lungo il confine tra il territorio palestinese e l'Egitto. Il portavoce militare, il contrammiraglio Daniel Hagari, ha annunciato che Israele ha preso il "controllo operativo" della stretta area di confine, dove ha detto che "sono stati scoperti circa 20 tunnel". L'Egitto, mediatore di lunga data nel conflitto e critico sempre più esplicito dell'operazione israeliana, ha respinto le accuse che i tunnel siano stati utilizzati per contrabbandare armi. "Israele sta usando queste accuse per giustificare il prosieguo dell'operazione su Rafah", ha detto una fonte egiziana di alto livello al quotidiano Al-Qahera News. Funzionari egiziani hanno affermato che una potenziale acquisizione israeliana del corridoio Philadelphi sarebbe una violazione dello storico accordo di pace tra i due Paesi del 1979. Durante una visita a Pechino, il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha chiesto una maggiore assistenza umanitaria per Gaza e ha ribadito l'opposizione di lunga data del suo Paese a "qualsiasi tentativo di costringere i palestinesi a fuggire con la forza dalla loro terra".

Il leader cinese Xi Jinping, da parte sua, ha chiesto una "conferenza di pace internazionale ampia, autorevole ed efficace". Sul campo, testimoni hanno riferito di combattimenti nella zona centrale e occidentale di Rafah e che le forze israeliane hanno demolito diversi edifici nelle zone orientali della città. Colpi di artiglieria hanno raggiunto il quartiere di Zeitun, a Gaza City, nel nord del territorio, dove spessi pennacchi di fumo si sono levatio dai campi profughi di Jabalia e Beit Lahia. Un flusso costante di civili è intanto in fuga da Rafah, trasportando i propri averi sulle spalle, in auto o su carri trainati da asini.

Il bombardamento dello scorso fine settimana, che ha ucciso 45 persone in un campo profughi, ha suscitato un'ondata di nuove condanne, inclusa una campagna sui social media con lo slogan "Tutti gli occhi su Rafah" che è stata condivisa da decine di milioni di utenti. All'indomani dell'attacco, l'Algeria ha presentato un progetto di risoluzione dell'Onu "chiedendo un cessate il fuoco immediato e rispettato da tutte le parti" e il rilascio di tutti gli ostaggi, ma non è chiaro quando sarà messo ai voti. Ieri, in una telefonata con Abu Mazen, Emmanuel Macron ha affermato che Parigi è "determinata a lavorare con l'Algeria" per garantire che il consiglio "faccia una forte dichiarazione su Rafah" e ha invitato il presidente palestinese ad "attuare le riforme necessarie", offrendo la "prospettiva del riconoscimento dello Stato di Palestina".

Il consigliere israeliano per la sicurezza nazionale Tzachi Hanegbi ha affermato che la guerra potrebbe continuare fino alla fine dell'anno e il segretario di Stato americano Antony Blinken ha invitato Israele a elaborare rapidamente una strategia postbellica per Gaza, sottolineando: "In assenza di un piano per il giorno dopo, non ci sarà un giorno dopo". Il New York Times e la CNN, citando esperti di armi e analisi di video della scena dell'attacco di Rafah, hanno riferito che la bomba che si ritiene abbia innescato l'incendiociostato la vita a decine di persone fosse una GBU-39 di fabbricazione statunitense.  AGI

Read 362 times

Utenti Online

Abbiamo 896 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine