ANNO XV Dicembre 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 06 Agosto 2016 02:21

Iniziano i giochi di Rio, ma i timori legati alla sicurezza sono più forti di prima

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Pelè conferma che non sarà lui a portare la torcia nell’ultima frazione.

Nel suo percorso verso lo stadio Maracanà, dove dalle ore 20 brasiliane, l’una di notte in
Italia si svolgerà la cerimonia di inaugurazione.

Questo mentra la fiamma olimpica nelle ultime ore ha toccato il punto più alto della città di Rio, informa Euronews.

La fiamma è arrivata al Cristo redentore, il simbolo di Rio de Janeiro. Sul Corcovado la torcia è stata portata dalla’ex giocatrice di pallavolo Isabel Barroso Salgado. A condividere la scena anche il sindaco della città Eduardo Peres e l’arcivescovo Dom Orani Tempesta.

Tanti sorrisi e il crepitìo dei flash dei fotografi hanno accompagnato la torcia, ma i problemi di Rio rimangono. Il villaggio olimpico non è terminato e anche se sono molte le misure di sicurezza, sembra che queste siano insufficienti per i turisti e per gli stessi atleti. Dalla delegazione australiana, a quella cinese, a quella danese, hanno fatto l’esperienza di furti Il viceconsole russo ha sparato a un ladro per difendersi, uccidendolo. Il timore di un lupo solitario che approfitti del palcoscenico mondiale è forte, ma anche i problemi legati alla diffusa criminalità comune turbano i sonni degli organizzatori malgrado il buonumore di alcuni spettatori: “Si prendono bene cura della sicurezza. Credo abbiano un piano e credo funzionerà”.

“Penso abbiano fatto davvero grandi sforzi, c‘è un enorme contingente di truppe e ogni tipo di soldati e truppe speciali, ma non so come andrà quando cominciano i giochi”.

Il Brasile è in piena crisi sociale, economica e politica. Non ha mai dovuto affrontare minacce terroristiche e si teme che il paese non sia preparato a gestire minacce del genere.

Secondo un sondaggio il 62% ritiene che i giochi porteranno più danni che benefici, mentre un 51% non si ritiene affatto interessato e infine un 33% si è detto poco interessato. In sostanza, a Rio de Janeiro e in tutto il Paese vige un’atmosfera di apatia. Resta da vedere se qualcosa cambierà con l’inizio dei giochi.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 825 times

Utenti Online

Abbiamo 1040 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine