ANNO XV Settembre 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 23 Agosto 2016 00:00

Spalletti: "Match con Porto per noi è tutto, lo aspettiamo da 8 mesi, vogliamo l'Europa"

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Roma - "Questa partita l'abbiamo desiderata per otto mesi, abbiamo lavorato per essere lì oggi, è quello che volevamo. Ci può dare le chiavi per salire sul palcoscenico più prezioso d'Europa. Siamo pronti a giocarla, questo match per noi è tutto". L'allenatore della Roma, Luciano Spalletti, presenta così il match di stasera all'Olimpico contro il Porto, valido per il ritorno del play-off di Champions League. All'andata il Portogallo le due squadra hanno pareggiato per 1-1.

"Dobbiamo dimenticare il risultato dell'andata nel modo di prepararci e di lavorare -sottolinea il tecnico di Certaldo-. Preparandoci in modo sbagliato o facendo troppi calcoli rischiamo di abbassare il livello di qualità di gioco. Dobbiamo entrare in campo e fare la nostra parte, dimostrando di voler vincere partite difficili come questa".

Spalletti vuole dai suoi una prestazione di personalità: "I giocatori sanno quello che abbiamo faticato per esserci, domani sera siamo a casa nostra e dobbiamo fare i padroni. Tutti quelli che scenderanno in campo dovranno adattarsi a questo modo di pensare e devono farmelo vedere. Non ci affideremo al destino, noi vogliamo determinare quello che sarà. Si va a giocare la partita a testa alta, a tentare di vincerla, non ad aspettare che vengano a giocare cercando il gol".

Una partita che vale una stagione. Dopo aver calato il poker nell'esordio casalingo in campionato, la Roma è già con la testa al ritorno di playoff col Porto, match che vale l'ingresso alla fase a gironi della Champions e ai suoi cospicui introiti. E per l'occasione, Spalletti cambierà ancora, un po' per scelta un po' per necessità. La squadra che scenderà in campo martedì sera all'Olimpico contro i portoghesi non sarà infatti la stessa vista nel vittorioso debutto casalingo con l'Udinese. Il 4-0 inflitto ai friulani ha sì regalato tre punti, ma anche fatto preoccupare non poco il tecnico toscano per i contrattempi fisici accusati prima da Manolas e poi da Paredes. Soprattutto lo stop del difensore greco ha tenuto sulle spine il tecnico toscano che martedì sera dovrà già rinunciare allo squalificato Vermaelen, espulso nel match d'andata all'Estadio do Dragao. Dopo i primi accertamenti a cui sono stati sottoposti entrambi i giocatori filtra però ottimismo dalle parti di Trigoria. Lo stesso non si può dire per Florenzi, già out con l'Udinese per un affaticamento al polpaccio destro che quasi certamente lo terrà fuori anche dall'incontro coi lusitani. Il recupero di Manolas, comunque, permetterà a Spalletti di non modificare troppo la linea difensiva. Davanti a Szczesny - che parte favorito sul collega Alisson per la maglia di portiere titolare - ci saranno ancora i brasiliani Emerson Palmieri e Bruno Peres sulle corsie esterne, mentre Juan Jesus prenderà il posto di Vermaelen al fianco del greco (in caso di forfait dell'ultimo minuto è pronto a subentrare Fazio). In mezzo al campo, invece, tornerà De Rossi al posto di Paredes, con Nainggolan e Strootman confermati ai suoi lati. Rispetto alla gara con l'Udinese previsto un avvicendamento anche in attacco: El Shaarawy tornerà in panchina lasciando la maglia da titolare a Perotti, autore della doppietta su rigore che ha dato il via al successo sui friulani. Successo firmato anche dalle reti di Dzeko e Salah, cui Spalletti chiederà gli straordinari prima di un turno di riposo col Cagliari in campionato. Definito anche il programma della vigilia, con Spalletti che parlerà in conferenza stampa a Trigoria, accompagnato da Kevin Strootman, alle 16. Subito dopo, alle 16.30, si svolgerà l'allenamento di rifinitura. Il tecnico del Porto, Nuno Espirito santo parlerà invece alle 18.30 nella sala conferenze dello Stadio Olimpico e poi farà sostenere la rifinitura ai suoi alle 19 sul prato dell'Olimpico. Ad arbitrare il match sarà il polacco Szymon Marciniak che i giallorossi ritrovano a distanza di 5 mesi: l'8 marzo infatti ha diretto Real Madrid-Roma, ritorno degli ottavi di Champions conclusosi con la vittoria merengue per 2-0 e l'eliminazione dei capitolini.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 814 times

Utenti Online

Abbiamo 1037 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine