ANNO XVI Ottobre 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 05 Ottobre 2022 08:20

Fitta giornata di contatti per Giorgia Meloni

Written by

Telefonate con il presidente ucraino Volodimir Zelensky e l'ex premier israeliano Benjamin Netanyahu. Faccia a faccia con il ministro Cingolani sul dossier energia.

La presidente di Fratelli d'Italia, riunirà mercoledì mattina l'esecutivo nazionale: "Una transizione ordinata non è inciucio, la difesa degli interessi dell'Italia è la nostra stella polare". Intanto nel pomeriggio vertice della Lega. 

L'attuale premier ha raccomandato ai ministri un "ordinato passaggio di consegne", anche se nel sistema istituzionale italiano questa fase non è esplicitamente normata. Il modello americano. 

La strategia per fronteggiare il caro bollette e il confronto nel centrodestra sul nuovo governo. Sono questi i temi in primo piano sulle pagine di politica dei quotidiani in edicola. 

Giorgia Meloni, a Milano, ha incontrato Silvio Berlusconi con il quale Matteo Salvini ha già avuto un colloquio. Sul tavolo i dossier più urgenti, come la crisi energetica, e il profilo dei nuovi ministri, anche se di nomi - al di là delle indiscrezioni - non se ne fanno. 

Incontro Meloni-Berlusconi "in un clima di grande collaborazione e unità di intenti". Leader FdI parla alla Coldiretti: "Tema non è come compensare la speculazione sul gas ma come fermarla. Il lavoro che va fatto è per capire come possiamo intanto intervenire sui costi energetici di questo autunno". Lega: "Tempi rapidi per governo e su caro bollette". 

Da una parte la guerra in Ucraina, con la netta opposizione alle azioni di Putin, e dall'altra l'affermazione del tratto unitario che il governo intende avere. Il doppio fronte della leader di Fratelli d'Italia. 

Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporizhzhia annesse formalmente alla Federazione dopo la firma di Putin. Il Consiglio di sicurezza dell'Onu voterà oggi una risoluzione di condanna. Il Segretario generale della Nato: "Quello che abbiamo visto nelle ultime settimane è la più grave escalation di questo conflitto".Immediata la condanna di Giorgia Meloni 

Ieri confronto di un'ora tra la leader di Fratelli d'Italia e quello della Lega. "Non si è parlato né oggi e né in questi giorni di nomi, incarichi, attribuzioni di deleghe né separazioni di ministeri", assicurano a via della Scrofa. Il nodo Viminale. 

Confronto di un'ora tra la leader di Fratelli d'Italia e quello della Lega. "Non si è parlato né oggi e né in questi giorni di nomi, incarichi, attribuzioni di deleghe né separazioni di ministeri", assicurano a via della Scrofa. Il nodo Viminale. 

Utenti Online

Abbiamo 1304 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine