ANNO XV Ottobre 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Secondo Site, il prossimo bersaglio dei jihadisti siamo noi. Gli articoli di Repubblica SoleChe l'Italia fosse nel mirino dell'Isis non è una novità. Tutti ricordano le minacce dirette a Roma (e la reazione ironica dei romani) di due anni fa, con tanto di hashtag #We_Are_Coming_O-Rome.

Published in Attualità
L'intelligenza artificiale è il più grande rischio per la civiltà umana. L'allarme arriva dal Ceo di Tesla e SpaceX, Elon Musk . Uno che - per intenderci - non si spaventa facilmente di fronte alle nuove sfide, considerando che ha messo su strada le auto elettriche e che ha creato una compagnia aerospaziale privata.

Tel Aviv - Immaginate di essere appena arrivati in hotel. Pregustate l'inizio di un fine settimana di vacanza. Ma nella stanza che avete prenotato non potete entrare perché qualcuno ha hackerato il sistema di controllo delle chiavi elettroniche dell'albergo e vuole il pagamento di un riscatto per sbloccarlo.

Giovedì, 09 Febbraio 2017 00:00

Specie a rischio protette con i droni dal cielo

ROMA  – Potenti telecamereverso la Terraper valutare lo stato di salute del Pianeta. Un approccio che ha permesso a un team internazionale di astrofisici ed ecologi di utilizzarei dati raccolti ‘dal cielo’per mettere a punto un piano di protezione delle specie a rischio.

Published in News Ambiente
Domenica, 22 Gennaio 2017 08:40

Parma - Cartelli di Controllo di Vicinato

Sono stati installati a Ronscopascolo: un importante passo di collaborazione tra istituzioni e cittadini per una maggiore sicurezza del territorio.

Published in Parma

Per sfuggire ad un controllo dei Carabinieri, hanno innescato un pericoloso inseguimento per le vie di Palo del Colle, fino a ribaltarsi con la loro autovettura, dopo aver fatto carambola con due autovetture.

È finita così la fuga di due pregiudicati bitontini,  rispettivamente di 40 e 27 anni, che intercettati a bordo di una Fiat Bravo di colore nero, da una pattuglia della locale Stazione CC., nonostante l’alt intimatogli, si sono dati alla fuga per le strade cittadine dirigendosi verso la zona Auricarro.

E’ iniziato un pericoloso inseguimento, protrattosi per diversi chilometri per le strade della città, affollate da ignari e sbigottiti passanti, che si è concluso, in modo rocambolesco, su di un muretto a secco, dove la Fiat Bravo si è ribaltata, provocando il leggero ferimento dei due occupanti. Nelle ultime fasi della folle corsa, la Fiat Bravo ha fatto carambola su due autovetture che circolavano in direzione opposta, con a bordo ciascuna due persone, che per fortuna hanno subito solo lievi escoriazioni, giudicate guaribili in una decina di giorni dai sanitari del 118 prontamente accorsi sul posto.

All’interno della Fiat Bravo sono stati trovati oltre 40 grammi di Marijuana, cacciaviti, tenaglie, guanti e un passamontagna.BEATRICE

I due pregiudicati sono stati quindi tratti in arresto per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e danneggiamento aggravato, venendo successivamente condotti presso i propri domicili, a disposizione della competente A.G.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Published in Bari

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Benevento e quelli  della Stazione di Buonalbergo, nell’ambito dei servizi di contrasto alla criminalità diffusa predisposti dal locale Comando Provinciale dei Carabinieri di Benevento,  hanno deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per porto di armi o oggetti atti ad offendere un nullafacente pregiudicato di 53anni residente nel capoluogo e proposto per il foglio di via obbligatorio due donne rispettivamente di 47 e 36 anni, entrambe nullafacenti, pregiudicate per reati predatori e residenti nella provincia sannita.
Il 53enne è stato intercettato e fermato da una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile in piazza Risorgimento dove si aggirava a piedi, senza giustificato motivo ed in stato di evidente ubriachezza. Una volta espletati i controlli di rito, i militari hanno comunque deciso di perquisirlo rivenendogli, nascosto sotto la cintura, un coltello a lama fissa di medie dimensioni. L’uomo, alle richieste dei Carabinieri sul perché portasse in giro un arma in stato di ubriachezza, si chiudeva in un ostinato silenzio. A questo punto i militari, dopo avere  accompagnato l’uomo in Caserma, gli hanno sequestrato il coltello deferendolo all’Autorità Giudiziaria.
A Buonalbergo, invece, una pattuglia di Carabinieri della locale Stazione, durante il pattugliamento del piccolo centro, hanno sorpreso due donne che si aggiravano a piedi e senza giustificato motivo nei pressi degli accessi di alcune abitazioni.
Le due donne, al termine degli accertamenti sono risultate gravate da precedenti giudiziari per reati predatori e non hanno fornito ai Carabinieri un valido motivo che giustificasse la presenza in zona; per cui i militari le hanno proposte alle Autorità competenti per l’irrogazione di un provvedimento di allontanamento.

Published in Benevento

Utenti Online

Abbiamo 1123 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine