ANNO XVIII Luglio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Il presidente della Repubblica: "Combattere questa piaga - che riguarda tutti i Continenti - è un dovere delle Istituzioni e, al tempo stesso, un impegno etico e civile delle forze sociali, delle comunità, dei cittadini". 

Published in Economia & Finanza

Bergoglio, in uno stadio gremito a Kinshasa, mette in guardia i ragazzi del Paese africano: "Non lasciatevi affascinare dai falsi paradisi egoisti, costruiti sull'apparenza, su guadagni facili o su religiosità distorte". 

Published in Cultura

L'eurodeputata greca, agli arresti a Bruxelles con l'accusa di corruzione dal Qatar, non è più "degna" di rappresentare l'Eurocamera. 

Published in Attualità

Fermati anche Luca Visentini, segretario della Confederazione internazionale dei sindacati, il direttore di una ong e un assistente parlamentare europeo. Secondo l'autorità giudiziaria belga sarebbero coinvolti in un tentativo da parte del Qatar di influenzare la politica europea. 

Published in Cronaca

Dall'Italia al Venezuela al Ghana, si tratta di tangenti, di episodi di favoritismo e di altri atti di corruzione testimoniati dai cittadini nella fornitura di aiuti umanitari, nell'applicazione di restrizioni su viaggi e movimenti e nella fornitura di test e assistenza sanitaria. Raccolti e segnalati da Transparency.

Nella classifica la Somalia è il paese più corrotto al mondo piazzandosi all’ultimo posto su 180 nazioni. Quest’anno, l’Indice di Percezione della Corruzione vede l’Italia al 51° posto nel mondo su 180  Paesi, con un punteggio di 52 su 100.

Published in Costume & Società
Giovedì, 27 Giugno 2019 06:19

L’Italia, la corruzione, la chiesa

È arcinoto che l’Italia si colloca, da tempo, ai primi posti nella graduatoria dei Paesi più corrotti. Eppure in Italia i cattolici battezzati raggiungono la quasi totalità.

Published in Nazionale

"Lega e M5S ci hanno fatto credere che lo Sblocca Cantieri servisse all’economia, a velocizzare le opere pubbliche frenate da burocrazia e dal nuovo codice degli appalti

Published in Economia & Finanza

Il Supremo Tribunale di Giustizia (Stj) brasiliano ha confermato la condanna dell'ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva per corruzione e riciclaggio, già sancita in primo e secondo grado, ma ha ridotto la sua pena da 12 anni e un mese a 8 anni e 10 mesi di carcere. La quinta camera dell'Alta corte, composta da quattro magistrati, ha preso questa decisione all'unanimità, in una udienza trasmessa in diretta tv durante la quale hanno esaminato diversi ricorsi presentati dalla difesa di Lula da Silva.

Published in America Latina

Taranto - È in atto un tentativo, alquanto disperato, di accostare il sottoscritto a vicende che coinvolgono altri soggetti. La mia estraneità ai fatti contestati dall’inchiesta “T-Rex” è talmente palese che non avrei nemmeno bisogno di sottolinearla.

Published in Taranto

Utenti Online

Abbiamo 1015 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine