ANNO XVII Gennaio 2023.  Direttore Umberto Calabrese

BOLZANO – Volete liberarvi di sedie, tavoli, poltrone, lampade, articoli per carnevale o altro ancora?

Published in Bolzano

ROMA – Il presidente e l’ad di Ama, rispettivamente Daniele Fortini e Alessandro Filippi, hanno illustrato la nuova organizzazione del piano di igiene e spazzamento ai presidenti dei Municipi di Roma e all’assessore capitolino all’Ambiente, Estella Marino. Nel corso della riunione non si è fatto cenno all’annuncio fatto ieri dal sindaco Ignazio Marino sull’affidamento ai privati del servizio di spazzamento in due Municipi di Roma.

Sede Ama

“Oggi abbiamo convocato i presidenti di Municipio per illustrare la nuova organizzazione del piano di igiene e spazzamento. Ama ci stava lavorando da tempo e poi ha accelerato per arrivare a fine settembre con un piano operativo”, ha detto all’agenzia Dire l’assessore comunale all’Ambiente, Estella Marino, al termine della riunione con i Municipi nella sede di Ama, durata circa tre ore, sul tema dello spazzamento. “I Municipi sono contenti della condivisione del piano- ha spiegato Marino- Rilevano che era necessario che l’Ama facesse un passo avanti nell’ingegnerizzazione dei servizi, ma ovviamente ci spronano a dare corpo sul territorio ai risultati che un piano del genere deve avere, perche’ loro si trovano tutti i giorni a confronto con i cittadini e chiedono giustamente un livello alto di qualita’ dello spazzamento”.

di Alessandro Melia

Giornalista professionista

Agenzia Dire www.dire.it 

Published in Roma

Intendiamo con questo messaggio esprimere la nostra condivisione e piena solidarietà al presidio indetto per il 9 Settembre davanti a Montecitorio per contrastare il Decreto Legge definito “Sblocca Italia”.

Published in News Ambiente

Questi dati allarmanti fanno pensare alla situazione italiana, dove da sette anni un decreto che imponeva ai Comuni di realiazzare i centri di raccolta ha trovato spesso resistenze, pigrizie e inerzie

Published in Rifiuti

l C.R.E.E.F. - Centro Ricerche Economiche Educazione e Formazione Federconsumatori ha realizzato un primo report della IX indagine nazionale sui “Servizi e Tariffe Rifiuti”, in cui sono stati presi in esame gli importi della TARI 2015 nelle 90 su 104 città capoluogo che al 30 luglio hanno approvato e reso pubblici i rispettivi regolamenti e tabelle.

Published in Rifiuti

Corte di giustizia UE, Sez. III 16 luglio 2015 -  La vicenda qui esaminata è ben conosciuta, purtroppo, da chi si occupa di rifiuti e di servizi pubblici locali.

Published in Rifiuti

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha tenuto oggi una conferenza stampa sul tema "Mai più ecoballe, mai più Terra dei Fuochi. No termovalorizzatore, no discariche".

"Come è noto - ha dichiarato il presidente - in questo mese e mezzo siamo stati obbligati a rispondere in termini di assoluta urgenza alla sentenza della Corte di Giustizia Europea con la quale l’Italia è stata condannata a pagare 120mila euro al giorno (ai quali si aggiungono 20 milioni di euro di penale) per ogni giorno che il nostro paese trascorre senza aver risolto le questioni sollevate dalla Corte".

"Il piano che abbiamo elaborato prevede anzitutto due premesse: lo scongiuramento del pagamento dei previsti 120mila euro e la riconquista della credibilità persa. La nostra idea - ha spiegato De Luca - si snoda in tre capitoli di intervento: un terzo delle ecoballe verranno trasportate fuori regione, per un altro terzo prevediamo il potenziamento e la riqualificazione dell’impianto STIR di Tufino e Giugliano, per il restante terzo pensiamo al potenziamento e alla riqualificazione dell’impianto STIR di Caivano, da destinare al trattamento congiunto delle ecoballe di Villa Literno e Caivano. Rifiutiamo la realizzazione di nuovi impianti di termovalorizzazione e di nuove discariche".

 "Andremo avanti per dovere nazionale e perché abbiamo assunto un impegno con i nostri concittadini" - ha concluso il presidente.

Published in Napoli

Agevolare più possibile il corretto conferimento dei rifiuti e renderlo flessibile: è con questa finalità che vengono attivate in punti strategici della città 4 nuove Ecostation, ovvero eco punti fissi di conferimento dei rifiuti a servizio di tutte le utenze, sia domestiche sia non domestiche.

Dopo la partenza già avvenuta l’8 agosto scorso della Ecostation nella zona di sosta del cimitero della Villetta, dal 31 Agosto sono attive sul territorio comunale tutte e quattro le strutture collocate in città. 

Le cosiddette casette, cioè le eco stazioni fisse, sorgono presso il parcheggio della Villetta, il parcheggio scambiatore Est, il parcheggio scambiatore Ovest e il parcheggio San Leonardo (il parcheggio scambiatore Sud è già servito da un centro di raccolta) e rappresentano un ausilio fondamentale per un coerente sviluppo del sistema di raccolta differenziata, andando incontro alle esigenze dei cittadini che si trovino in difficoltà a conferire i rifiuti secondo il normale calendario, per le esigenze più svariate (ferie, week-end, pendolari, turnisti, etc).

Le Ecostation sono strutture simili a container (circa 2,5 metri per 6,5 metri) con accesso 24 ore su 24, 7 giorni su 7, che funzionano tramite l'utilizzo dell’ecocard (quella utilizzata per l’accesso ai centri di raccolta) o di tessera sanitaria dell’intestatario del contratto di igiene urbana, e sono dotate di sportelli per la raccolta di plastica, lattine, carta e cartone, organico e rifiuto residuo. 

Per il rifiuto residuo possono essere utilizzati comunissimi sacchi neri o borsine della spesa di volume non superiore ai 40 litri, compatibilmente con le dimensioni della bocchetta di conferimento.

Sorvegliate in modo permanente da una telecamera, le Ecostation sono anche dotate di sensori che segnalano il livello di riempimento per ogni tipologia di contenitore rifiuti comunicando direttamente al gestore la richiesta di intervento per svuotamento. 

Le nuove strutture si possono utilizzare in concomitanza con l'introduzione della tariffazione puntuale, sistema che permette di suddividere più equamente il costo del servizio in base al suo effettivo utilizzo, grazie alla conteggio degli svuotamenti del bidone dell'indifferenziato dei singoli utenti.

A questo proposito ricordiamo che ogni conferimento del rifiuto residuo all’Ecostation ha un costo di 0.70€ e non rientra all’interno degli svuotamenti minimi previsti per il calcolo della tariffazione puntuale.

Il conferimento delle altre tipologie di rifiuto è invece gratuito.

Da settembre saranno operativi, per il centro storico, anche gli Eco Wagon, mezzi che effettueranno la raccolta lungo un percorso ben preciso al di fuori degli orari e dei giorni previsti dal calendario, proprio in centro storico.

Un ulteriore misura che va nel senso di aumentare la flessibilità proprio nella raccolta stessa. L’assessore Folli a questo proposito dichiara “Le persone che ho avuto modo di incontrare all’Eco-station della Villetta hanno mostrato apprezzamento per questa iniziativa e sembra che dai primi dati vi sia una buona risposta dei parmigiani a questo nuovo servizio. Verificheremo in questi mesi l’andamento e non escludiamo per l’anno prossimo di aggiungerne altre più centrali a servizio dei quartieri”.

Published in Parma

A luglio è salita oltre il 57%, al 57,35%, la raccolta differenziata in città, dato record mensile non soltanto per il 2015 ma anche per gli anni passati.

Published in Biella
Mercoledì, 26 Agosto 2015 05:09

Fare Verde No a nuovi inceneritori di rifiuti

Il 9 settembre SIT IN di protesta a ROMA, anche dalla Puglia, CONTRO le scelte INQUINANTI del GOVERNO RENZI. Sostegno alle azioni del Governatore EMILIANO! 

Published in Rifiuti

Utenti Online

Abbiamo 815 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine