ANNO XV Maggio 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Pubblichiamo lettera firmata inviata al Presidente dell’Ordine degli Avvocati e Procuratori di Brindisi e, per opportuna notizia, al Dirigente dell’USP di Brindisi 

Published in Brindisi

La Regione ha disposto una serie di sopralluoghi che sugli edifici scolastici di ogni ordine e grado di questo territorio per verificarne l’agibilità in vista dell’imminente avvio dell’attività scolastica. I sopralluoghi interesseranno anche le sedi comunali, gli ospedali e i presidi sanitari della provincia di Rieti

Published in Rieti

BOLOGNA – Gli studenti stranieri nelle scuole dell’Emilia-Romagna sono in costante aumento. Ma non c’è nessun allarme sul loro inserimento nelle classi, neppure in quelle dove il numero di alunni non italiani supera il tetto del 30% previsto per legge. Ci tiene a metterlo in chiaro il direttore dell’Ufficio scolastico regionale dell’Emilia-Romagna, Stefano Versari, questa mattina presentando in conferenza stampa i numeri della scuola emiliano-romagnola, alla vigilia dell’inizio del nuovo anno scolastico. “Non c’è un allarme- afferma Versari- sulle classi in deroga si crea il panico, che però non corrisponde alla realtà”. Anche perchè nel numero di studenti stranieri “vengono conteggiati anche quelli di seconda generazione”, ovvero bambini e ragazzi nati in Italia da famiglie originarie di altri Paesi.

Per l’anno scolastico 2015-2016, in Emilia-Romagna sono state autorizzate 2.595 classi in deroga, ovvero con una quota di studenti stranieri superiore al 30%. “Non si può fare diversamente- afferma il provveditore- e comunque ci sono le condizioni per l’insegnamento”. Il problema, spiega Versari, “non si risolve sdoppiando le classi, nè possiamo fare classi ghetto”. Quindi c’è “grande attenzione a fare classi equilibrate. Le eventuali concentrazioni non sono volute, ma sono dovute alla presenza di scuole in aree in cui la percentuale di cittadini stranieri è molto alta”. In ogni caso, nel formare le classi, “si tiene conto della conoscenza dell’italiano”.

Gli studenti stranieri in Emilia-Romagna, conteggiati al giugno scorso, erano poco meno di 87.000 (il 16% del totale), la maggior parte dei quali iscritti alle scuole materne. Sono “in costante aumento” e il loro numero “crescerà in modo significativo” in corso d’anno, sottolinea Versari, per i nuovi sbarchi dei migranti di questa estate (sono stimati circa 20.000 minori soli arrivati in Italia negli ultimi mesi).

La maggior parte delle classi in deroga sono state autorizzate in provincia di Piacenza (21,3%), seguono Reggio Emilia e Modena. Il maggior numero di classi in deroga (1.207) riguarda le scuole elementari. Agenzia Dire www.dire.it 

Published in Bologna
Mercoledì, 26 Agosto 2015 15:42

Parma - Bando per i nonni vigili

Riparte la collaborazione Comune - Auser con i nonni vigili.

Published in Parma

 

  La Giunta comunale, su proposta dell'assessore alle Politiche educative Paolo Romor, ha approvato nella seduta odierna una delibera con la quale viene concesso un contributo all'associazione Anffas Mestre onlus (Associazione nazionale famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale) relativamente al progetto “Girasole doposcuola”.

    Il progetto, promosso ormai da anni dall'Amministrazione comunale in coerenza con il Piano di zona, si rivolge a bambini e ragazzi in età scolare, con disabilità e non, con l'obiettivo di rafforzare le competenze scolastiche anche grazie all'utilizzo della tecnologia. Oltre all'attività di supporto nello svolgimento dei compiti scolastici assegnati e alla realizzazione di alcune attività ricreative, il progetto si propone di individuare, grazie al lavoro degli educatori, i motivi che portano ad un rendimento scolastico inadeguato.

    Gli alunni con disabilità inseriti nel progetto dello scorso anno sono stati 25, seguiti per 10 mesi da 3 operatori. Il contributo concesso dall'Amministrazione comunale è di 45mila euro.

Published in Venezia

 

Scambi formativi tra le scuole, il vino abruzzese sbarca in Massachusetts

 

 

Stage formativi di studenti italiani e statunitensi in Abruzzo e in Massachusetts durante i mesi estivi; scambi di prodotti enogastronomici tra il territorio della Marrucina e la Contea di Middlesex;

Published in Chieti

Utenti Online

Abbiamo 1049 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine