ANNO XVI Agosto 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Tianjin (Cina), 13 ago. - Inferno di fuoco a Tianjin, citta' portuale nel nordest della Cina. E' di almeno 44 morti e 520 feriti il bilancio di una serie di esplosioni che ha devastato la zona industriale della citta': tra le vittime ci sono 12 vigili del fuoco e 66 persone sono state ricoverate in ospedale in gravissime condizioni. Il sito industriale si e' trasformato un'enorme palla di fuoco, dopo le potenti deflagrazioni partite da un deposito di esplosivi. Le fiamme si sono rapidamente diffuse in tutta la zona industriale, dove hanno preso fuoco numerosi container e magazzini. Vetri e detriti sono arrivati a chilometri di distanza, mentre una nube di fumo nero ha ricoperto la citta'.

GUARDA IL VIDEO

"La palla di fuoco era enorme, alta un centinaio di metri", ha raccontato il 27enne Huang Shiting, che vive nei pressi del sito industriale, "ho sentito la prima esplosione e sono usciti tutti dalle case, poi ce ne sono state altre, i vetri delle finestre sono andati in frantumi e molte persone sono rimaste ferite e sono uscite dalle case coperte di sangue". Sul posto sono state inviate squadre specializzate per il rischio che possano verificarsi nuove esplosioni nei depositi di materiale chimico. Non sono ancora chiare le cause del disastro: la polizia ha fermato il responsabile dell'azianda Port Rui Hai International Logistics. (AGI) .

Published in Estera
Domenica, 09 Agosto 2015 07:00

Choc: abusi sessuali sui bambini in Pakistan

Scoperti 400 video venduti a siti porno che operano in Gran Bretagna, Stati Uniti e in Europa. Lo Sportello dei Diritti: "fenomeno sommerso ma molto diffuso" lo spostamento della tratta di persone dalle strade a Internet. Inchiesta anche in Italia?

Published in Cronaca

Utenti Online

Abbiamo 1092 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine