ANNO XIV Novembre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Domenica, 30 Ottobre 2016 10:08

Regione Puglia – Rifiuti - Sui Centri di Raccolta e impianti di compostaggio di comunità i Sindaci sono allertati

Written by 
Rate this item
(0 votes)

La Regione Puglia scrive ai Sindaci, dando loro 30 giorni per rispondere, sulle infrastrutture che riguardano l’ottimizzazione della gestione dei rifiuti, in particolar modo per i centri di Raccolta e impianti di compostaggio

In particolare con l’azione 6.1 della citata priorità di investimento - "Interventi per l'ottimizzazione della gestione dei rifiuti urbani" si intende favorire la realizzazione di una adeguata rete di centri comunali e/o intercomunali di raccolta rifiuti differenziati. Il centro comunale di raccolta rifiuti differenziati, disciplinato dal DM 8 aprile 2008 come modificato dal DM 13 maggio 2009 e conforme alle linee guida di cui alla DGR 645/2009, costituisce un elemento cardine dei servizi di raccolta offerti all'utenza consentendo il conferimento di frazioni che la stessa utenza non è riuscita a conferire attraverso il servizio di raccolta domiciliare, unitamente ad altre che non sono oggetto di raccolte specifiche.

Al fine di avviare nel più breve tempo possibile le azioni necessarie per portare a conclusione il processo di trasformazione e ammodernamento del settore dei rifiuti e raggiungere gli obiettivi comunitari e nazionali relativi all'aumento delle percentuali di raccolta differenziata e alla conseguente riduzione degli smaltimenti in discarica si invitano i legali rappresentanti dei Comuni sprovvisti di centri comunali di raccolta rifiuti differenziati a manifestare l'interesse dell'Amministrazione Comunale ad accogliere tali strutture sul proprio territorio. Alla manifestazione di interesse dovrà essere allegata documentazione attestante l'ubicazione del sito individuato per la realizzazione del centro comunale (scala 1:5000), breve descrizione del territorio servito e modalità di effettuazione del servizio di raccolta, eventuale dichiarazione di cofinanziamento e dettagliato crono programma delle attività che dovranno essere svolte dall'ufficio tecnico comunale. A tal proposito si rammentano alcuni dei criteri di valutazione delle proposte che potranno essere presentate solo dopo la pubblicazione del provvedimento di avvio del procedimento di selezione:

cantierabilità tecnico-amministrativa;

quota di cofinanziamento qualora gli importi previsionali superino € 300.000,00;

qualità progettuale.

La manifestazione di interesse dovrà pervenire alla Sezione Ciclo Rifiuti e Bonifiche, sita in via delle Magnolie, 6/8 - 70026 ZI Modugno (Ba), entro e non oltre trenta giorni dalla pubblicazione del presente avviso.

Analogo discorso per il compostaggio, privilegiando quello di comunità.  Il potenziale contributo del compostaggio collettivo è fondamentale nell'ambito del sistema integrato di gestione dei rifiuti urbani, in quanto con il progressivo diffondersi delle raccolte domiciliari o "porta a porta” i Comuni ridurrebbero significativamente i costi di gestione del servizio di igiene urbana mediante il conferimento della frazione organica in piccole macchine elettromeccaniche di trascurabile impatto, il più vicino possibile ai luoghi di produzione. L'autocompostaggio collettivo costituisce un nuovo passaggio nella gestione del rifiuto organico in quanto introduce un percorso "eco-innovativo” aggiuntivo nel sistema, contribuendo a valorizzare il riutilizzo in loco del compost e ad aumentare le possibilità di un cambio comportamentale dei cittadini. Al fine di avviare nel più breve tempo possibile le azioni necessarie per portare a conclusione il processo di trasformazione e ammodernamento del settore dei rifiuti e raggiungere gli obiettivi comunitari e nazionali relativi all'aumento delle percentuali di raccolta differenziata e alla conseguente riduzione degli smaltimenti in discarica si invitano i legali rappresentanti dei Comuni, in particolare dove la spiccata vocazione turistica ha determinato l'insediamento di villaggi turistici, a manifestare l'interesse dell'Amministrazione Comunale ad accogliere sul proprio territorio macchine elettromeccaniche per la produzione di compost di qualità come definito dall'art. 183, co. 1, lett. ee) del D. Lgs. n. 152/2006 e ss.mm.ii.. Alla manifestazione di interesse dovrà essere allegata documentazione attestante l'ubicazione del sito individuato per l'installazione della macchina elettromeccanica (scala 1:5000), breve descrizione del territorio servito e modalità di effettuazione del servizio di raccolta, eventuale dichiarazione di cofinanziamento e dettagliato crono programma delle attività che dovranno essere svolte dall'ufficio tecnico comunale. L'attività dell'autocompostaggio collettivo si configura come una attività complementare alla raccolta differenziata di RSU per il successivo trattamento di recupero mediante un processo di compostaggio, pertanto si rende necessario che l'attività sia a vario titolo autorizzata, ossia mediante:

° autorizzazione unica rilasciata dalla Provincia ai sensi dell'art. 208 del D. Lgs.

152/06;

° iscrizione nell'elenco provinciale dei gestori di impianti di recupero dei rifiuti non pericolosi, ai sensi degli art. 214 e 216, del D. Lgs. 152/06; ovvero, nei territori dove sono presenti cucine, mense, mercati, giardini o parchi, potranno essere installate e messe in esercizio macchine elettromeccaniche per la produzione di compost secondo quanto disposto dall'art. 214, co. 7-bis del D. Lgs. n. 152/2006.

Si rammentano alcuni dei criteri di valutazione delle proposte che potranno essere presentate solo dopo la pubblicazione del provvedimento di avvio del procedimento di selezione:

cantierabilità tecnico-amministrativa;

quota di cofinanziamento qualora gli importi previsionali superino € 230.000,00; qualità progettuale.

La manifestazione di interesse dovrà pervenire alla Sezione Ciclo Rifiuti e Bonifiche, sita in via delle Magnolie, 6/8 - 70026 ZI Modugno (Ba), entro e non oltre trenta giorni dalla pubblicazione del presente avviso. produzione di compost secondo quanto disposto dall'art. 214, co. 7-bis del D. Lgs. n. 152/2006.

Si rammentano alcuni dei criteri di valutazione delle proposte che potranno essere presentate solo dopo la pubblicazione del provvedimento di avvio del procedimento di selezione:

cantierabilità tecnico-amministrativa;

quota di cofinanziamento qualora gli importi previsionali superino € 230.000,00; qualità progettuale.

La manifestazione di interesse dovrà pervenire alla Sezione Ciclo Rifiuti e Bonifiche, sita in via delle Magnolie, 6/8 - 70026 ZI Modugno (Ba), entro e non oltre trenta giorni dalla pubblicazione del presente avviso.

 

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 2252 times

Utenti Online

Abbiamo 1026 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine