ANNO XIII Dicembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 21 Novembre 2016 11:26

Il Milan raggiunge la Roma. Ok Lazio, Toro, Fiorentina e Bologna

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Roma - L'Atalanta non si ferma più. Sette vittorie nelle ultime 8 partite e a finire al tappeto, dopo Napoli e Inter, questa volta tocca alla Roma che cade a Bergamo e rischia di perdere il secondo posto (se stasera il Milan vince il derby c'è il sorpasso).

Finisce 2-1 per la "Dea" di Gasperini e adesso sono sette i punti di ritardo dalla capolista Juventus (ieri 3-0 al Pescara). Il rigore trasformato da Perotti al 40esimo del primo tempo, illude e porta in vantaggio i giallorossi di Spalletti, ma l'Atalanta, la squadra più in forma del campionato (6 vittorie nelle ultime 7 gare prima di oggi), nella ripresa prima pareggia con Caldara (17°), poi va più volte vicina al 2-1 (palo di Feuler), reclamando anche per due presunti falli in area di rigore, penalty che arriva al 45esimo quando Paredes atterra Gomez, dal dischetto Kessie non sbaglia e fissa il risultato sul 2-1. In attesa del derby di stasera, Atalanta al momento terza con 25 punti in compagnia della Lazio, mentre il Milan pareggia 2-2 con l'Inter  e raggiunge la Roma a quota 27.

Vince, invece, l'altra romana, la Lazio di Simone Inzaghi che batte 3-1 in casa il Genoa di Juric (fermo a quota 16), riprendendosi il quarto posto (25) e tornando a scavalcare il Napoli, ieri vittorioso a Udine per 2-1. La partita dell'Olimpico la sblocca il bel gol di Felipe Anderson all'11esimo del primo tempo. Nella ripresa il pareggio di Ocampos bravo a libersari per il tiro e a battere di destro Strakosha. Non ci sta la Lazio che al 12esimo torna in vantaggio grazie al rigore di Biglia e poi va sul 3-1 al 21esimo con Wallace.Dopo il 5-1 al Cagliari il Torino passa a Crotone con la doppietta di Belotti (in fuorigioco il primo), in gol al 35esimo e al 44esimo della ripresa. I granata di Mihajlovic si portano al settimo posto a quota 22 punti, mentre gli squali restano ultimi a 5. Per il "Gallo" continua il momento magico, adesso è in testa alla classifica dei cannonieri insieme a Dzeko e Icardi (10 gol).

Derby toscano alla Fiorentina di Paulo Sousa che passa al Castellani di Empoli con un netto 4-0, conquistando la terza vittoria esterna consecutiva. Dopo il vantaggio siglato da Bernardeschi al 27esimo, nella ripresa raddoppio immediato di Ilicic, al secondo minuto, su rigore. Al 16esimo è ancora Bernardeschi (gran gol) a chiudere la partita siglando lo 0-3 e la doppietta personale. Non è finita, perché arriva anche la doppietta di Ilicic (destro sotto l'incrocio). Viola a quota 20 e in corsa per l'Europa, l'Empoli resta quartultimo. Dopo due mesi di digiuno torna alla vittoria il Bologna che batte 3-1 il Palermo, alla sesta sconfitta consecutiva e penultimo con 7 punti. I rosanero si portano in vantaggio al nono minuto con il solito Nestorovski, ma già al 20esimo Destro pareggia. Nella ripresa, al 22esimo, Dzemaili completa la rimonta battendo Posavec da fuori area, poi è Viviani a chiudere il match siglando il 3-1 su punizione. I rossoblu di Donadoni si portano a +9 sulla zona retrocessione, rosanero penultimi.

Continua il momento magico per il Toro di Mihajlovic che vince a Crotone, grazie alla doppietta del Gallo Belotti, dopo una prestazione di grande carattere. Molto da recriminare per gli uomini di Nicola che protestano per la prima rete di Belotti per un sospetto fuorigioco ma che non hanno saputo concretizzare le numerose occasioni da rete avute durante la partita. Inizia forte il Torino che al nono minuto prova a sorprendere la retroguardia calabrese con Iago Falque che, dal limite dell'area, esplode un sinistro che manca di poco la porta di Cordaz. Controffensiva immediata dell'undici di Nicola che, appena tre minuti dopo, mette paura ad Hart con la conclusione velenosa di Barberis, che dalla distanza costringe l'estremo inglese all'intervento acrobatico per evitare la rete. La partita è bella e dinamica e il Torino scampato il pericolo, al 35esimo, trova la rete del vantaggio: Ljajic in proposizione offensiva serve in profondità Belotti, probabilmente in fuorigioco, che davanti a Cordaz non sbaglia segnando la rete dello 0-1. I padroni di casa tentano il tutto per tutto ma Belotti al 44'esimospegne le speranze dei calabresi segnando la rete dello 0-2 con una conclusione di sinistro che non lascia scampo a Cordaz.

Un gol di Perisic al 92esimo evita all'Inter la sconfitta nel derby con il Milan, avanti due volte con Suso (43esimo e 56esimo): finisce 2-2, per i nerazzurri di Pioli aveva trovato il primo pareggio Candreva al 53'. L'Inter resta a metà classifica con 18

Nell'anticipo delle 12.30 rocambolesco 3-2 della Sampdoria che al Ferraris batte il Sassuolo. Sotto di due gol per le reti di Ricci e Ragusa, in sette minuti, dall'84esimo al 91esimo, i blucerchiati segnano tre gol con Quagliarella (84') e la doppietta di Muriel (86esimo e 91esimo). (AGI)

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 651 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1200 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa