ANNO XIII Novembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 02 Dicembre 2016 07:38

Taranto – Il 4 dicembre The Monuments People al Museo MarTA per Amatrice

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Riceviamo e Pubblichiamo - Anche Taranto aderisce il 4 dicembre ore 15,30 con una visita guidata specialistica al Museo MarTA all’ importante evento The Monuments People a favore del Museo Civico Cola Filotesio di Amatrice, il cui tetto è crollato nel recente terremoto travolgendo pregevoli opere d’arte.

Per Taranto ha dato l’esempio e aderito a The Monuments People, in qualità di guida turistica e museale, l’archeologa storica dell’arte greca e romana Giovanna Bonivento, veneziana impiantata da molti anni a Taranto e molto impegnata nella divulgazione scientifica sull’antica Taras ed il Museo MarTA e nel settore socio culturale; la stessa il 4 dicembre alle ore 15,30 dedicherà la sua visita guidata nel Museo MarTA  (Taranto via Cavour) alla memoria di Floriana Svizzeretto, già direttrice del Museo Cola Filotesio dal 2012 al 2014, storica dell’arte specializzata nel Rinascimento veneziano, estratta esanime dalle macerie del terremoto di Amatrice.

Il terremoto ha praticamente distrutto la chiesa sconsacrata di San Emidio di Amatrice che ospitava, fortunatamente  in altri locali, il museo dedicato al pittore, scultore ed architetto Nicola Filotesio detto Cola di Amatrice (1480-1547), probabile allievo di Raffaello e vicino al suo stile. Il tetto del museo è purtroppo crollato sulle storie della Vergine (affreschi),  croci, statue lignee e tele del rinomato pittore raffaellesco. Adesso il patrimonio artistico è in ginocchio nelle Marche Umbria, Lazio, Abruzzo; 5000 gli edifici rilevanti per l’arte italiana colpiti dal sisma micidiale. Si è salvata la sua Sacra Famiglia di Cola Filotesio, un pregevole olio su tavola del 1527, un buon auspicio per la rinascita di Amatrice. Tant’è vero che la tela ed altre opere di Cola dell’Amatrice, definito da Vittorio Sgarbi “l’indimenticabile”, farà parte di una mostra itinerante a che l’arte non venga sommersa non solo dalle macerie ma anche dall’oblio, per far risorgere il paese praticamente raso al suolo perché duramente colpito dal sisma di agosto ed ancora di ottobre.   Dal dicembre 2016 l'esposizione "Cola dell' Amatrice - L'indimenticabile" sarà adAscoli Piceno(Pinacoteca civica), a L'Aquila (Basilica di San Bernardino), aMantovae aMilano (Museo Bagatti-Valsecchi). Un segnale ed un monito a tenere cari i propri artisti e le loro opere che danno dignità e bellezza ai luoghi ed alle comunità civili. E’ nel nome della bellezza dell’arte e della storia antica e della sua forza per la memoria collettiva che sarà improntata la visita guidata  al MarTA  di domenica 4 dicembre ore 15,30   Programmato il seguente tema: “I Musei e la memoria: la memoria di Taras per la memoria di Amatrice” : un excursus in tutte le sale archeologiche oggi completate, attraverso il tempo e le varie fasi della vita di Taranto antica: età neolitica, micenea, iapigia, fondazione spartana, età di Archita, il Municipium romano di Tarentum, età romana imperiale e Tardo Antico. “Un museo è da raccontare ai cittadini-dice la prof.ssa Giovanna Pupino, archeologa e storica dell’arte greca e romana e storica esperta di visite guidate didattiche al museo di Taranto - perché è soprattutto il contenitore delle memoria di un territorio e tale funzione esplica egregiamente oggi il Museo di Taranto grazie alla sua corposa esposizione; ma anche se si tratta di un allestimento focalizzato essenzialmente sulla storia di Taranto  oggi è un forte attrattore anche per località non tarantine della Puglia che ritrovano importanti documenti della loro memoria antica e ciò grazie anche alla nuova esposizione. Auspico che questa sia una prima di numerose iniziative a favore dei Beni Culturali terremotati e non solo quelli del Centro Italia ma anche i nostri bisognosi, anche senza terremoto, di tante cure. I documenti della storia e dell’arte sono la linfa vitale delle comunità civili e dobbiamo pensare a loro come faremmo coi parenti e gli amici più stretti e più cari: non permettere che siano sepolti dall’oblio. Auspico che altre guide turistiche professionali tarantine aderiscano alla squadra di The Monuments People.”

L’organizzazione tarantina di The Monuments People “I Musei e la memoria: la memoria di Taras per la memoria di Amatrice” al Museo MarTA finalizzata a raccolta fondi per Amatrice è a cura delle Associazioni Kerameion Onlus e Pro Loco di Lama. Numerose le adesioni dei cittadini da Taranto Regione e Provincia (Bari, Manfredonia, Rutigliano, Massafra, Laterza, Leporano anche in rappresentanza delle loro associazioni tra cui ANA Associazione Nazionale Archeologi di Puglia, Fidapa, Comunità Ellenica di Bari.  Si prega la massima puntualità: domenica 4 dicembre ore 15,15 via Cavour davanti al MarTA. Cercare il cartello PRO AMATRICE.  Appuntamento ore 15,15 in via Cavour davanti al Museo, formare il gruppo dei prenotati cercando il cartello PRO AMATRICE- ticket d’ingresso gratuito- erogazioni liberali per Amatrice con offerta per la  visita guidata 5 euro adulti 3 euro minori-Prenotazione obbligatoria telefonando a 3285982458-0997771532-Facebook Giovanna Bonivento-EMAIL Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

La visita guidata Pro Amatrice al Museo MarTA del 4 dicembre 2016 ore 15,30  della dott.ssa Giovanna Bonivento rientra nell’iniziativa regionale dell’A.G.A.P., Associazione Guide ed Accompagnatori Turistici della Regione Puglia, con le guide turistiche professioniste della sua squadra pugliese che per tutto il mese di dicembre sarà impegnata per  The Monuments People: è l’iniziativa di solidarietà turistica che propone una raccolta fondi per il restauro delle opere d’arte colpite  dal sisma, segnalate dall’attuale direttrice del museo di Amatrice dott.ssa Tiziana Gianni che ha ringraziato di cuore l’A.G.A.P. nel social face book https://www.facebook.com/Museo-Civico-Cola-Filotesio-di-Amatrice-147590111923642/; le stesse guide, capitanate dalla guida turistica Pina Alloggio di Lecce , ideatrice dell’iniziativa per la cui genesi vedi http://www.themonumentspeople.it/blog/, e dislocate tutto il mese di dicembre nella Regione Puglia per questa attività turistica encomiabile ai fini della solidarietà, sono pronte a devolvere la loro visita guidata a favore delle opere d’arte di Amatrice. Pubblicato nel sito www.themonumentspeole.it l’elenco dei luoghi ed il calendario dei 31 appuntamenti in cui le guide turistiche pugliesi A. G. A. P. saranno impegnate nel territorio pugliese per testimoniare la loro vicinanza ad Amatrice, devolvendo al suo museo civico Cola Filotesio impegno professionale come guide in itinerari e visite tematiche speciali in tutta la Puglia e per tutto dicembre. L’iniziativa è ispirata all’azione dei Monuments Men, i 60 caschi blu Mibact il Ministero della cultura e del turismo, una task force addestrata per missioni nei siti archeologici colpiti dalla guerra e che hanno già sottratto alla furia del sisma centinaia di opere d’arte, reliquari, pale d’altare, arredi liturgici, e tra i ricordi sacri più cari della comunità di Retrosi, frazione di Amatrice, persino l’amatissimo Bambinello del Presepe di fine 800. Una taske force speciale si è dunque formata in Puglia e che combatte per la difesa dei Beni Culturali e delle opere d’arte con le armi della passione e della professione nel guidare i turisti. E’ la squadra di The Monuments People formata da guide turistiche dell’A.G.A.P., talune anche archeologhe e storiche dell’arte, pronte a devolvere la loro competenza nella fruizione turistica a stretto contatto coi Beni Culturali, per il restauro, intanto, di opere recuperate dalle macerie di Amatrice.       

Testo a cura di “Associazione Kerameion Onlus” Presidente Scultore prof.Aldo Pupino

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 808 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1271 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa