ANNO XIV Luglio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 13 Dicembre 2016 14:02

Taranto - Pignatelli a Torino legge Battaglio

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Mercoledì 14 dicembre, a partire dalle ore 18.00, la Biblioteca Civica Villa Amoretti, in Corso Orbassano #200 nei pressi del Parco Rignon a Torino, ospita la presentazione dell’opera “Le figlie di Giulia” di Massimo Battaglio, edita da WLM Edizioni, romanzo storico, ambientato a metà del XIX secolo, che racconta fenomeni come violenza di genere, aborto, omosessualità, omofobia interiorizzata e molto altro. Dialoga con l’autore Eleonora Artesio.

La lettura teatrlizzata delle pagine più significative è affidata all’attore tarantino Luigi Pignatelli. L’incontro è promosso dal Comune di Torino e dal Circuito Biblioteche Civiche Torinesi. La partecipazione è libera e gratuita.

Massimo Battaglio è nato a Torino nel 1965. Laureato in architettura nel 1992, vive e lavora a Mirafiori, alternando l’attività strettamente professionale con la pittura, la scrittura e la passione per la cucina. Autore di numerose monografie su edifici storici del Piemonte, con WLM ha pubblicato, nel 2011, il volume Amori Urbani, un po’ raccolta, un po’ guida turistica, dove ogni racconto d’amore è corredato da illustrazioni dell’autore e note storiche. Nel 2015 pubblica per WLM, con gran successo, Storia del Putagé, un’opera di cucina tradizionale piemontese in tre volumi, frutto di un’accurata ricerca storica è completa di immagini d’epoca. Con il romanzo storico Le figlie di Giulia (WLM 2016), torna alla narrativa.

Torino 1848: sullo sfondo dei moti patriottici, Massimo Battaglio disegna la vicenda di Lucia Maria, nome preso a prestito da una canzone popolare, una ragazza di campagna che fugge dalle conseguenze di un torto subito nel bosco del re. In città trova riparo e conforto presso la Marchesa di Barolo. Giulia Colbert, vedova senza prole impegnata in opere caritatevoli, amministra Le Forzate, il carcere femminile che Carlo Alberto ha affidato alle sue cure, e il Rifugio, un istituto per il recupero delle ex detenute gestito assieme alle suore di Santa Maria Maddalena. La presenza di Lucia Maria rischia di compromettere tutto, perché a corte c’è chi cerca un pretesto per tornare a metodi reazionari, oppure vorrebbe carceri pubbliche, o è pieno d’invidia. Con l’aiuto degli amici Silvio Pellico, Cesare Balbo, Federigo Sclopis, don Cafasso e suor Gerbi, cerca una soluzione; Cavour è fuori città. Per caso Lucia Maria rivede Pietrino, un compagno di giochi, e solo ora si rende conto d’esserne innamorata. È emigrato a Torino e si è lasciato coinvolgere nell’avventura dell’oratorio di Don Bosco. Vittorio Emanuele è un principe indolente. Su tutti loro incombe la prima guerra d’indipendenza.

L’autore Massimo Battaglio e l’attore Luigi Pignatelli, entrambi attivisti LGBTIQ, si sono conosciuti due estati fa, in occasione de Il Cammino dei Diritti – Tanti passi per l’uguaglianza, viaggio promosso dall’omonimo comitato, partito da Torino il 15 agosto del 2015 e conclusosi poco più di un mese dopo, alla presenza della senatrice Monica Cirinnà e di numerosi esponenti del movimento LGBT. Obiettivo era giungere nella capitale e, percorsa a piedi la via francigena, incontrare il Ministro delle Pari Opportunità, chiedere una legge che tuteli le unioni di fatto (etero ed omoaffettive) e che consenta alle coppie dello stesso sesso di potersi sposare civilmente. Nel tardo pomeriggio del 19 settembre la delegazione, della quale faceva parte anche Pignatelli, fu accolta dal Sindaco di Roma, Ignazio Marino, che fece dono a Piero Spina, presidente del Comitato Il Cammino dei Diritti, di una medaglia celebrativa.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1027 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1111 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa