ANNO XIV Novembre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 15 Dicembre 2016 17:46

Piano anti ratti di AMIU e Comune: da dicembre ad aprile 2017 interventi in 300 aree

Written by 
Rate this item
(0 votes)

L'assessore all'Ambiente Pietro Petruzzelli ha diramato il programma tecnico operativo finalizzato al contenimento della presenza dei roditori nella città di Bari, definito dall'AMIU.


Premesso che nella città di Bari si registrano stabili livelli di infestazione da rattus rattus, rattus norvegicus e, in maniera meno rilevante, dalle altre specie cosmopolite di muridi (ad oggi non esistono studi scientifici che in maniera organica abbiano valutato la presenza murina nella città di Bari), come di consueto si registrano dei picchi di avvistamenti nei mesi primaverili e all'inizio dell'inverno, che rappresentano i momenti dell'attività di ricerca di nuove tane e nuove nicchie con spostamenti che determinano allarme per gli avvistamenti da parte della cittadinanza.


Il sistema di lotta più diffuso, efficace ed economico per contrastare la diffusione dei ratti e dei topi urbanizzati è rappresentato dall'uso di esche rodenticide. In commercio ne esistono di diversi tipi, che utilizzano diverse molecole e diverse formulazioni poiché i ratti, nel tempo, hanno sviluppato forme di resistenza e neofobia (diffidenza nei confronti delle esche che sono una nuova fonte alimentare).
I prodotti maggiormente diffusi sono a base di sostanze anticoagulanti a lenta azione, poiché nelle colonie di ratti solo i soggetti più anziani si avvicinano alla nuova fonte alimentare, mentre gli altri restano in attesa.


Il controllo delle popolazioni murine attuato esclusivamente con esche avvelenate non è completamente risolutivo per cui gli interventi vanno ripetuti periodicamente.
Con l'arrivo dell'inverno, periodo che coincide con lo spostamento delle popolazioni murine, l'AMIU Puglia ha programmato una attività di intensificazione delle operazioni di contenimento delle popolazioni murine nella città di Bari con un cronoprogramma che copre l'intero territorio cittadino e che pone come aree target di intervento le zone a verde, le aiuole e le aree alberate di tutta la città. Le esche utilizzate per il ratto novegicus (ratto grigio), la specie maggiormente presente a Bari, sono aromatizzate alla granella di cereali e alla vaniglia, essendo questo tipo di topi una specie molto diffidente rispetto ai nuovi cibi.
Per la sicurezza di bambini e altri animali domestici, le esche contengono una sostanza amaricante per evitare che possano essere ingerite e causare avvelenamenti
Il programma è stato avviato il 12 dicembre 2016 e andrà avanti fino ad aprile 2017 con il trattamento di più di trecento aree.
"In tutte le città del mondo si registra la presenza di ratti - spiega Pietro Petruzzelli -. Anche a Bari il fenomeno è presente e l'obiettivo dell'amministrazione comunale, grazie all'impegno dell'Amiu, è quello di tenere sotto controllo la situazione. Quest'anno per la prima volta si sta intervenendo con un programma dettagliato e puntuale di interventi che saranno ripetuti periodicamente all'interno di tutti gli spazi verdi della città. Naturalmente, anche in questo caso, la collaborazione dei cittadini è fondamentale per ridurre al minimo gli scarti di cibo o i rifiuti abbandonati per strada. Questa semplice precauzione è efficace quasi al pari degli interventi di disinfestazione. Tutti noi dovremmo imparare a rispettare maggiormente la città in cui viviamo".

In allegato il programma degli interventi predisposti sul territorio cittadino.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 949 times

Utenti Online

Abbiamo 984 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine