ANNO XV Marzo 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 09 Febbraio 2017 05:36

«ParmaèFriendly», per una città contro le discriminazioni

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Una campagna di sensibilizzazione contro le discriminazioni e per promuovere una cultura dell'accoglienza e del rispetto.


"ParmaèFriendly" è un'iniziativa promossa dal Laboratorio Omofobia del Comune di Parma (composto dal Comune stesso e dalle associazioni LGBTIQ del territorio cittadino) e finanziata dal Comune di Parma, assessorato alle pari opportunità, guidato da Nicoletta Paci.

Questa mattina, la vice sindaco, Nicoletta Paci, con delega alle pari opportunità, ha apposto la prima vetrofania presso lo IAT – Servizio Informazioni ed Accoglienza Turistica - di piazza Garibaldi. Erano presenti Elisabetta Ferrari di Agedo, Luca Marola e Alessandro Bonardi di ParmaèFriendly.

Tra le azioni messe in atto, nell'ambito di questo progetto, vi è l'applicazione di vetrofanie “Parmaèfrinedly” nei luoghi pubblici a partire dal Muncipio, la distribuzione del materiale informativo e la promozione di incontri e brevi percorsi di sensibilizzazione per Comuni, Associazioni ed Enti che saranno interessati.

Inoltre, tra gli obiettivi, vi è quello di creare reti che coinvolgano sia il pubblico che il privato per dare nuovo slancio alle politiche di uguaglianza e del riconoscimento delle diversità.

Il progetto promuove, altresì, fuori dai confini provinciali, la città di Parma come città accogliente verso tutti e tutte senza alcuna discriminazione a causa dell'orientamento sessuale.

Per questo sono state approntate delle vetrofanie che indicheranno a chi frequenta esercizi commerciali, alberghi, bar e ristoranti il fatto che sono “Friendly”, accoglienti, quindi, e amichevoli con un riguardo sopratutto in tema di rispetto dei diritti.

Soddisfazione è stata espressa dalla vicesindaco, Nicoletta Paci, con delega alle pari opportunità.

“Grazie all'attività del Laboratorio Omofobia del Comune è stato approntato il progetto ParmaèFriendly. La vetrofania che è stata apposta oggi all'ingresso dello IAT – Servizio di Informazione e Accoglienza Turistica - in piazza Garibaldi e vuole essere un segnale di apertura e di accoglienza per le persone che fanno riferimento a gruppi ed associazioni LGBTIQ. Si tratta di un modo per favorire l'uguaglianza e i diritti di soggetti spesso discriminati”.

Alessandro Bonardi e Luca Marola di ParmaèFriendly hanno rimarcato la validità di un progetto volto a creare un rete e un tessuto a difesa dei diritti e dell'uguaglianza e contro le discriminazioni.

ParmaèFriendly è un progetto di sensibilizzazione contro le discriminazioni basate sull'orientamento sessuale, contro l'omofobia per diffondere la cultura del rispetto delle differenze ed è promosso da Agedo, Certi Diritti Parma e Ottavo Colore, in collaborazione con il Comune di Parma.

Esso è rivolto ad uffici pubblici, attività commerciali, operatori turistici del territorio per la messa in rete di iniziative anche di tipo commerciale o turistico dirette al gruppo target di popolazione “LGBITQ”.

La missione del progetto è quella di favorire e diffondere una corretta cultura dell'accoglienza e del rispetto, la tutela dei diritti civili e delle libertà personali, contrastare l'omofobia e rendere il territorio più accogliente e attrattivo.

I parmigiani potranno, così, vedere la vetrofania davanti all'ingresso di numerosi uffici pubblici e, in un secondo momento, sulle vetrine di numerose attività commerciali, esercizi pubblici e strutture alberghiere.

Tutto questo al fine di aumentare l'interesse dei consumatori “LGBITQ” verso le offerte turistiche presenti sul territorio, rafforzare in Italia ed all'estero l'immagine di Parma e dell'Emilia Romagna e delle eccellenze del territorio, favorendo lo sviluppo di una migliore cultura dell'ospitalità e dell'accoglienza, creando occasioni di dialogo e di scambio sul tema dell'orientamento sessuale affinché questo non costituisca motivo di pregiudizio o di discriminazione.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 584 times

Utenti Online

Abbiamo 1255 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine