ANNO XIV Maggio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 31 Luglio 2015 00:48

Bronzo azzurro nel sincro ai Mondiali di Kazan

Written by 
Rate this item
(0 votes)

 Kazan (Russia) - Il sincro regala un'altra medaglia all'Italia ai Mondiali di Kazan. Merito di Giorgio Minisini e Mariangela Perrupato, che portano a casa il bronzo nella routine libera del duo misto: 89,3333, meglio dei preliminari (87,9667) e sorpasso ai danni della coppia francese formata da Virginie Dedieu e Benoit Yves Beaufils (88,5333).

Sulle note di "Dream on" degli Aerosmith con coreografia della pluricampionessa olimpica e mondiale Anastasia Ermakova e del francese Stephan Miermont, Minisini conquista il suo secondo bronzo mondiale dopo il tecnico del duo misto eseguito con la Flamini. Meglio del duo azzurro i russi Aleksandr Maltsev e Darina Valitova, oro con 91,7333, e gli americani Lum-Underwood e May, argento con 91,4667. In precedenza, sempre dal sincro, era arrivato il sesto posto di Linda Cerruti e Costanza Ferro nella finale del libero. Le azzurre si esibiscono sulle musiche di "Sweet dreams" degli Euritmics con la coreografia di Gana Maximova, incrementano il punteggio dei preliminari (90,2 con 27 per l'esecuzione, 36 per l'impressione artistica e 27,2 per la difficolta'), portandolo sul 90,9667 (27,1 + 36,6667 + 27,2) e si lasciano alle spalle le canadesi Jacqueline Simoneau e Karine Thomas con uno scarto innalzato a 1,6 punti (89,3667). Medaglia d'oro alle campionesse olimpiche Natalia Ischenko e Svetlana Romashina, argento alle cinesi Huang Xuechen e Sun Wenyan, terzo posto per le ucraine Lolita Ananasova e Anna Voloshyna.

Nel fondo prestigioso quarto posto nel team event: il capitano Simone Ercoli, Federico Vanelli e Rachele Bruni chiudono in 55'49"4, mettendosi alle spalle persino Stati Uniti ed Australia. Il podio e' lontano 18"2 anche se ad un certo punto sono affiorate delle speranze alimentate da 10 lunghissimi minuti di attesa del risultato del Brasile - partito 21esimo su 22 nazioni iscritte con un intervallo di 30 secondi - che non appariva sul tabellone luminoso posto all'arrivo. In realta', si e' saputo dopo che le lungaggini non erano dovute a guasti elettronici o a irregolarita' ma all'ex aequo con l'Olanda per l'argento in 55'31"2. Si confermano campioni del mondo i tedeschi in 55'14"4. Amaro il bilancio dei tuffi: Michele Benedetti e Tommaso Rinaldi non superano i preliminari del trampolino tre metri, solo 12esima Noemi Batki nella finale della piattaforma. (ITALPRESS)

Read 388 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1011 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa