ANNO XIV Novembre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 15 Maggio 2017 16:08

San Giorgio Jonico (Taranto) - Il circolo di Rifondazione contro i fomentatori di odio verso i migranti

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Riceviamo e pubblichiamo integralmente comunicato stampa pervenuto da Circolo PRC di San Giorgio Jonico Partito della Rifondazione Comunista Federazione di Taranto

Nel momento in cui la comunità di San Giorgio Jonico è impegnata a confrontarsi e discutere sul tema dell’ospitalità agli immigrati, ecco spuntare fantomatici consiglieri comunali, che con banchetti e raccolte firme acuiscono paure e timori nel nostro territorio contro l'invasore straniero.

Ma di cosa stiamo parlando? Il Comune di San Giorgio Jonico, per ora si è limitato a dare la propria disponibilità all'accoglienza dei migranti, nell'ordine di poche decine di unità tra minori e famiglie, attraverso un progetto di accoglienza denominato SPRAR (Servizio centrale del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati). Tale progetto sarà attuato in concordato con il Comune, che sceglierà con bando pubblico a chi affidare l’incarico della gestione degli ospiti stranieri, individuando le strutture più idonee, in attesa della loro ricollocazione in ambito europeo.

Che l’immigrazione venga utilizzata in maniera cinica da personaggi senza scrupoli, che assumono il ruolo di “caporali” nello sfruttamento del lavoro di migliaia di disperati, o da cooperative di ogni colore (come dimostra l’inchiesta su Roma Capitale, con il coinvolgimento di esponenti politici e della malavita nera) è un dato di fatto ed una vergogna tutta italiana, conseguenza di scelte sbagliate ed inefficaci nell’affrontare un problema di dimensioni planetarie.

D’altra parte è anche molto facile alzare polveroni su questa materia, sfruttando i timori ed il senso di insicurezza che la crisi generalizzata della società occidentale, sia sul piano economico che sociale, induce nella popolazione. Ma con l’avvio del progetto SPRAR la cittadinanza sangiorgese avrà la possibilità di assolvere (nella giusta misura numerica) ad un preciso dovere morale e istituzionale, sancito dall’Art.10 della Costituzione: “…La condizione giuridica dello straniero è regolata dalla legge in conformità delle norme e dei trattati internazionali. Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d’asilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge. Non è ammessa l’estradizione dello straniero per reati politici”. Ma forse è troppo sperare che questi fomentatori d’odio – abbiano coscienza di quanto è scritto nella nostra Carta Costituzionale. Invitiamo la cittadinanza a partecipare al dibattito organizzato dall'Arci, che ci sarà domani, martedì 16 Maggio, alle ore 18.30, presso l'aula consiliare del Comune di San Giorgio Jonico. 

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1512 times Last modified on Lunedì, 15 Maggio 2017 17:20

Utenti Online

Abbiamo 1009 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine