ANNO XIV Dicembre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Domenica, 22 Ottobre 2017 18:27

AIMeF. Centri di mediazione per risolvere la conflittualità della coppia

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Quarta tappa del viaggio di AIMeF in Puglia a Taranto. Partecipazione, entusiasmo e grande interesse per la mediazione familiare declinata da proposta ad esigenza del territorio da professionisti che hanno fatto sentire la loro voce sulla scorta dei dati quantitativi e qualitativi. È stato un incontro tra testa e cuore, per disegnare lo stato dell' arte della mediazione familiare in Puglia.

La mediazione familiare: lo stato dell’arte”, questo il convegno realizzato sabato 20 ottobre. I lavori sono stati introdotti dall’avv. Pasqua Lacatena, vice consigliera regionale AIMeF.

Hanno relazionato la dott.ssa Federica Anzini, presidente nazionale AIMeF, che ha sottolineato la necessità che il mediatore offra garanzie di professionalità con il costante aggiornamento e la pratica di Supervisione che viene offerta dall’associazione; l' avv. Paola Donvito, presidente della Scuola Forense di Taranto,  avvocato esperta di diritto di famiglia, che ha evidenziato come la logica del legale in questa materia non deve contribuire ad inasprire la conflittualità  dei protagonisti della crisi della coppia, anche con il supporto del mediatore familiare; la Dott.ssa Bombina Santella, presidente del Tribunale per i minorenni di Taranto,  che ha confermato l' utilità di questo strumento e la necessità che ci siano  più centri pubblici che abbiamo al loro  interno il mediatore familiare e infine la dott.ssa Donatella Vitale che ha portato la sua esperienza di responsabile della progettazione e programmazione dell' ufficio di piano ambito sociale di Martina Franca e dell' ufficio di mediazione di Martina Franca.

 Il cuore è stato sentito con le parole scritte da Anna Paola Lacatena e lette da Adriano Calzolaro e Claudia Fornaio, mediatori Aimef prestati al teatro. Ma c'era anche la voce del figlio ( interpretata da Virginia Cimmino) il soggetto debole,  quello che più di tutti soffre il conflitto dei genitori e del  quale non bisogna mai dimenticarsi.

L’AIMeF  auspica l' avvio di un confronto e un' interlocuzione concreta e fattiva con la  Pubblica amministrazione per la creazione dei centri di mediazione, peraltro già previsti dalla normativa regionale vigente . Superare la discrasia tra normato e realizzato è l' auspicio che ha accomunato relatori e partecipanti a conclusione dei lavori. Consigliera Regionale AIMeF Puglia  Dott.ssa Tiziana Recchia

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1151 times Last modified on Venerdì, 03 Novembre 2017 11:51

Utenti Online

Abbiamo 856 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine