ANNO XIV Settembre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

×

Notice

There was a problem rendering your image gallery. Please make sure that the folder you are using in the Simple Image Gallery plugin tags exists and contains valid image files. The plugin could not locate the folder: images/agorawiev/logo/cutoli

Warning: imagejpeg(/var/www/vhosts/agoramagazine.it/try.agoramagazine.it/cache/jw_sig/jw_sig_cache_4a200c158f_3.jpg): failed to open stream: Permission denied in /var/www/vhosts/agoramagazine.it/try.agoramagazine.it/plugins/content/jw_sig/jw_sig/includes/helper.php on line 152
Lunedì, 20 Novembre 2017 03:21

A Francesco Giorgino, Goffredo Buccini, Massimo Sebastiani, Goffredo Palmerini, Desio Cristalli il premio “Maria Grazia Cutuli” 2017

Written by 
Rate this item
(0 votes)

SAN SEVERO (Foggia) –  Cala il sipario sul prestigioso premio giornalistico nazionale intestato alla giornalista che perse la vita durante un servizio in zona di guerra.

Francesco Giorgino(caporedattore TG1 e saggista),Goffredo Buccini(editorialista e inviato del Corriere della Sera, scrittore),Massimo Sebastiani(caporedattore ANSA),Goffredo Palmerini(giornalista Stampa internazionale e scrittore) eDesio Cristalli(direttore Gazzetta di San Severo) sono stati insigniti del riconoscimento a conclusione di due intense giornate del Premio Giornalistico Nazionale “Maria Grazia Cutuli”, XVI edizione, organizzato dal Centro Culturale Internazionale “Luigi Einaudi” di San Severo.

Le manifestazioni conclusive del premio, condotte dalla presidente del Centro, Prof. Comm. Rosa Nicoletta Tomasone, con  il Presidente Onorario del Premio, Prof.Hafez Haidar, insigne poeta e romanziere, docente all’Università di Pavia e candidato alPremio Nobel per la Pace, sisono nell’Auditorium “P.Giannone” diSan Marco in Lamise a nelle Cantine “Le Grotte” di Apricena, presenti sindaci, autorità, studenti, docenti e numeroso pubblico.

Nell’Albo d’oro del Premio, istituito nel 2002, prestigiose firme del giornalismo quali Aldo ForbiceGiovanna BotteriElisabetta RosaspinaMichele Santoro, Antonio Ferrari, Duilio Giammaria, Gabriella Simoni, Ferdinando Pellegrini, Tiziana Ferrario, Vittorio Dell’Uva, Lorenzo Cremonesi, Giovanni Porzio, Enzo Nucci, Giuliana Sgrena, Francesco Faranda, Pietro Raschillà, Pino Scaccia, Michele Farina, Francesca Sforza, Carmen Lasorella, Toni Capuozzo, Andrea Nicastro, Stefano Boccardi, Gabriele Torsello, Paolo Conti, Lilli Gruber, Ettore Mo, Barbara Schiavulli, Paolo Di Giannantonio, Lucia Annunziata, Carmela Giglio, Lucia Goracci, Carlo Bollino, Enzo Nucci, Marco Clementi, Enrico Bellano, Claudio Accogli, Marc Innaro, Elvira Serra, Mimmo Candito, Maria Giannitti, Alessandro Plateroti, Marcello Masi, Aldo Cazzullo, Maria Cuffaro, Alessandro Cassieri, Roberto Napoletano, Cecilia Rinaldini, Alberto Negri, Hafez Haidar, Andrea Iacomini, Flavio Mucciante.

{gallery}agorawiev/logo/cutoli{/gallery}

IlPremio giornalistico Maria Grazia CutuliPer non dimenticare e per costruire la Pace”, è un evento di caratura nazionale per la difesa dell’informazione, come condizione di libertà e di democrazia, e per la difesa dei diritti e della dignità della persona. Fortemente voluto dalla Presidente del Centro Culturale “L. Einaudi”, Comm. Rosa Nicoletta Tomasone, il Premio, partendo dal “dovere della memoria”, si proietta nel futuro e verso quei Paesi ancora all’affannosa ricerca della libertà e della democrazia, se non addirittura del proprio diritto di esistere, e sintetizza il suo impegno nellapromozione della Pace.

Maria Grazia Cutuli, cui il Premio è intitolato, inviata del Corriere della Sera in Afghanistan, fu assassinata il 19 novembre 2001, insieme a Julio Fuentes inviato del quotidiano spagnolo El Mundo e a due corrispondenti dell’agenzia ReutersHarry Burton e Hazizullah Haidari., nei pressi di Sarobi, sulla strada che da Jalalabad porta a Kabul. Nata a Catania nel 1962, era entrata subito nel giornalismo, collaborando con il quotidiano La Sicilia, poi  con il mensile Marie Claire e con il settimanale Epoca. Diventata giornalista professionista, dopo una collaborazione con l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, venne assunta dal Corriere della Sera e subito destinata alla redazione Esteri, quindi come inviata in Afghanistan, due giorni dopo l’attentato dell’11 settembre 2001 alle Torri Gemelle.

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 2082 times Last modified on Lunedì, 20 Novembre 2017 12:04

Utenti Online

Abbiamo 923 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine