ANNO XIII Ottobre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 23 Dicembre 2017 12:57

Grottaglie (Taranto) - Il Meetup chiede al Comune di usare il sensore Tommy 2.0 per i parcheggi disabili

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Riceviamo e pubblichiamo integralmente comunicato pervenuto dai cittadini del meetup Grottaglie 5 Stelle (comune in provincia di Taranto) - Spesso abbiamo fotografato nelle vie del centro e in piazza macchine sprovviste del tesserino disabili occupare abusivamente posti loro riservati.

 Al fine di garantire la tutela dei posti auto riservati al parcheggio per i disabili il MeetUp Grottaglie 5 Stelle invita il Comune e il Comando della Polizia Municipale ad adottare “Tommy 2.0” un dispositivo si riconosce dalla piastra installata sull’asfalto, nello spazio riservato ai portatori di handicap titolari della sosta, e conta su una tecnologia relativamente semplice.

Un sensore fa scattare l’allarme se l’occupazione del parcheggio avviene da parte di un autoveicolo non autorizzato, un segnale acustico che si interrompe solo quando il parcheggio viene liberato dal trasgressore, oppure quando viene disattivato tramite il telecomando abilitato, precedentemente fornito in dotazione al titolare della concessione.


Tommy è alimentato da batterie che durano un anno e come ulteriore servizio, se l’autoveicolo non autorizzato non lascia il posto, è in grado di inviare un sms in contemporanea, all’assegnatario del parcheggio e al comando della Polizia Municipale. In occasione della Settimana europea della Mobilità l’Automobile Club d’Italia e Roma Capitale annunciavano la sperimentazione estesa su strada del dispositivo “Tommy 2.0”, a tutela delle aree di sosta riservate ai disabili. Il prototipo di “Tommy” è già stato testato in anteprima nazionale, sempre a Roma, con forte gradimento di cittadini ed automobilisti, ma varie trafile burocratiche ne hanno ostacolato il riconoscimento normativo e la diffusione sul territorio, esponendo la mobilità dei disabili ai rischi derivanti dalla maleducazione e dalla disattenzione degli utenti della strada. La sperimentazione di “Tommy 2.0” è stata approvata anche dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.


Il dispositivo è semplice, economico e di facile installazione, in molti municipi è a costo zero per l'amministrazione e per i cittadini, anche se molti disabili hanno detto di voler addirittura acquistare il dispositivo. La valenza sociale del progetto è stata riconosciuta anche dalla Federazione Internazionale dell’Automobile. Il nome Tommy deriva da Tommaso, figlio autistico dell’ideatore del progetto. Un passo importantissimo sarebbe per il Comune che ha approvato in settembre 2017 il PEBA (piano eliminazione barriere architettoniche) e l'adeguamento delle giostrine per bimbi disabili grazie ai fondi relativi ad un emendamento proposto dal consigliere regionale m5s 
Cristian Casili Tanti sono i problemi per una mobilità sostenibile anche e non solo per i disabili, come auto in doppia fila o in divieto e tavolini di bar e paninerie ovunque che impediscono un normale passaggio. Esprimiamo apprezzamento comunque per il lavoro che sta intraprendendo il nuovo Comandante dei vigili urbani, pur sapendo che la strada è lunga per ripristinare la legalità a Grottaglie. 

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1205 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1205 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa