ANNO XIII Novembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 16 Aprile 2019 10:16

Finali di specialita’ (day 1) anelli: Marco Lodadio, un argento d’oro

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il frascatano in forza al Gruppo Sportivo dell’Aeronautica Militare, bronzo mondiale a Doha nel 2018, si aggiudica la piazza d’onore continentale con lo stesso punteggio del russo Abliazin, davanti per la migliore esecuzione.

Il bronzo mondiale Marco Lodadio si aggiudica la medaglia d’argento agli anelli dei Campionati d’Europa in corso a Stettino, in Polonia. Nella prima giornata dedicata alle finali per attrezzo, l’aviere dell’Aeronautica Militare ottiene lo stesso punteggio del primo, Denis Abliazin, ma, malgrado partisse con una difficoltà più alta (6.3 contro 6.1), finisce sulla piazza d’onore per il punteggio inferiore nell’esecuzione (8.666 rispetto all’8.866 del russo). L’esercizio del 27enne di Frascati, da tre anni leader indiscusso della specialità ai Campionati Assoluti, inizia con un Balandin in orizzontale unita, per passare poi all’ Azarjan in rondine. Slancio appoggio in rondine e poi Yamawaki, Jonasson, Honma in croce. Slancio appoggio orizzontale unita, seguita dall’Azarian in croce. Slancio appoggio in verticale e chiusura con un doppio raccolto con doppio avvitamento (Tsukahara avvitato) in uscita, quasi stoppato (solo un saltino da un decimo). Bronzo per l’armeno Vahagn Davtyan. Una medaglia europea nella maschile mancava dal 2015, quando a Montpellier Alberto Busnari salì sul gradino basso del cavallo con maniglie. Per trovare un italiano sul podio continentale degli anelli bisogna tornare al 2013 e al bronzo di Matteo Morandi nella rassegna di Mosca. Morandi, sempre a Montpellier, ma nel 2012, vinse l’ultimo argento. Per la FGI è il 14° piazzamento UEG agli anelli e ingenerale la 43esima medaglia europea nell’Artistica uomini, la decima d’argento. Abliazin, bronzo olimpico di specialità a Rio de Janeiro, spezza il dominio del greco Eleftherios Petrounias che si era aggiudicato le ultime quattro edizioni europee consecutive (Montpellier 2015, Berna 2016, Cluj-Napoca 2017, Glasgow 2018), ma che non era presente qui per difendere i suoi titoli a causa dell’intervento alla spalla dopo i Mondiali di Doha, nel novembre scorso. ”Dopo il terzo posto iridato ho conosciuto Totti – ha dichiarato in zona mista un Lodadio raggiante - Adesso mi aspetto almeno una cena con tutta l’A.S. Roma. Scherzi a parte, sono molto contento per questo risultato che va ad incrementare il glorioso palmares della nostra Federazione, proprio nell’anno del 150° di fondazione. Ringrazio il Gruppo di Vigna di Valle, la Ginnastica Civitavecchia del Presidente Pierluigi Miranda, il mio allenatore Gigi Rocchini, la cui presenza qui è un valore aggiunto, i miei genitori e la mia ragazza. Sono orgoglioso di essermi aggiunto alla straordinaria sequenza dei “Signori degli Anelli” azzurri, da Jury Chechi in poi. Il mio risultato personale è stata la classica ciliegina sulla torta di una Nazionale maschile che sta tornando ai livelli del suo blasone. Con i miei compagni stiamo lavorando in gruppo alla rincorsa di un sogno che cercheremo di realizzare ai Mondiali di Stoccarda, nel prossimo autunno. Mi riferisco alla qualificazione a Tokyo 2020. Per ora ho collezionato un bronzo mondiale e un argento europeo, continuerò a lavorare per mettermi al collo l’oro al momento giusto”.

FINALE ANELLI

  1. ABLIAZIN Denis RUS 14.966
  2. LODADIO Marco ITA 14.966
  3. DAVTYAN Vahagn ARM 14.933
  4. NAGORNYY Nikita RUS 14.900  
  5. TULLOCH GBR Courtney 14.766
  6. AIT SAID Samir FRA 14.733
  7. TOVMASYAN ARM Artur 14.700
  8. RADIVILOV Igor UKR 13.933

Foto di Simone Ferraro - FGI

Da Stettino David Ciaralli

Read 368 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1038 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa