ANNO XIV Gennaio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 28 Novembre 2019 15:50

L'Inter piega 3-1 lo Slavia Praga. 1-1 tra Liverpool e Napoli

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Vittoria importante in chiave qualificazione agli ottavi di finale di Champions League per l'Inter che riesce a piegare 3-1 lo Slavia Praga in trasferta. Alla Eden Arena la formazione nerazzurra passa in vantaggio al 20' con Lautaro Martinez, al 37' pareggio su rigore di Soucek. All'81 il gol partita di Lukaku, all'87' Lautaro mette in ghiaccio la partita firmando una doppietta. La classifica del gruppo F vede il Barcellona (3-1 al Borussia Dortmund) salire a 11 punti, a 7 Borussia e Inter, 2 punti per lo Slavia Praga.

Al 4' la prima conclusione della partita è un tentativo da fuori area dei padroni di casa con Soucek, poco dopo su un pallone perso dai nerazzurri arriva un cross di Sevcik su cui si avventa di testa Husbauer, palla fuori d'un soffio con Handanovic spettatore. Si fa vedere l'Inter, Borja Valero con un tocco di prima innesca Lautaro al limite dell'area, la conclusione dell'argentino termina di poco a lato. Partita molto tattica alla Eden Arena con pochi spazi per entrambe le squadre.

Al 19' i nerazzurri passano in vantaggio, Lukaku difende palla col corpo, entra in area e dalla linea di fondo pesca Lautaro Martinez che di destro fulmina Kolar per l'1-0 dell'Inter. Al 22' è sempre l'autore del gol protagonista con un sinistro debole che finisce tra le braccia del portiere ceco. Al 27' colpo di testa in tuffo di Frydrych su azione da angolo, palla a lato. Azione di prima dello Slavia con Coufal per Masopust che gira al volo con palla di poco sopra l'incrocio.

Al 35' ingenuità di Frydrych che sbaglia il retropassaggio al portiere, Lautaro ne approfitta per ruba palla e serve Lukaku il quale dall'area piccola non ha che da depositare la sfera in rete. La gioia nerazzurra dura pochi secondi perché sul nascere dell'azione un fallo di De Vrij su Olayinka viene rilevato dal Var con annullamento del raddoppio interista e conseguente rigore per lo Slavia Praga, sul dischetto si presenta Soucek che con un tiro centrale supera Handanovic. Allo scadere ripartenza della squadra di Conte con palla a Candreva che spreca con un tiro-cross fuori misura.

Inizio ripresa di marca nerazzurra con Godin che riceve palla in area ma spreca tentando un passaggio di troppo. Al 55' azione personale di Brozovic che si porta avanti la palla, sinistro sopra la traversa. Tra le fila dello Slavia esce Stanciu, dentro Traore. Grande conclusione dai 20 metri di Masopust, Handanovic vola per deviare in angolo. Sull'altro fronte Candreva serve Lukaku che di testa centra la traversa.

E' ancora la traversa a dire no all'Inter, questa volta su conclusione di Brozovic autore di un gran tiro dai 20 metri. Al 72' clamorosa occasione per lo Slavia Praga con Masopust che arriva a tu per tu con Handanovic ma il portiere nerazzurro si salva di piede. Al 73' palla persa dai cechi e palla a Lautaro Martinez che sfiora il palo. Entra anche Gagliardini. Al 77' colpo di testa insidioso di Frydrych. Un minuto più tardi contropiede di Lautaro Martinez con il diagonale fuori d'un soffio. All'81' Inter in vantaggio, Fryedrych in marcatura su Lukaku scivola e lascia campo aperto all'attaccante che dribbla il portiere e deposita in rete siglando la sua prima marcatura in Champions con la maglia nerazzurra.

All'83' brivido per i nerazzurri, Soucek spreca una ottima occasione a pochi passi dalla porta. All'87' Lukaku serve Lautaro Martinez che al volo beffa Kolar firmando la doppietta che chiude di fatto la gara, 3-1 per l'Inter. Per Martinez si tratta del nono gol nelle ultime 11 partite. Nel recupero anche Lukaku fa doppietta, in contropiede il numero 9 mette a sedere il difensore con una serie di finte e insacca sul primo palo ma l'arbitro annulla dopo aver consultato il Var per fuorigioco.

Lovren risponde a Mertens, 1-1 tra Liverpool e Napoli

Lovren risponde a Mertens, 1-1 tra Liverpool e Napoli

Il Napoli sfiora l'impresa ed esce a testa alta dall'Anfield pareggiando per 1-1 con il Liverpool campione in carica della Champions League. Nel primo tempo Dries Mertens porta in vantaggio i partenopei al 21', al 65' il pareggio di Lovren. La classifica del gruppo E vede il Liverpool in testa con 10 punti, 9 per il Napoli, a 7 il Salisburgo che passa 4-1 in casa del Genk fermo a 1 punto.

Il primo brivido è un lancio in verticale del Liverpool per Mané, Meret in uscita di testa è bravo ad anticipare fuori dall'area l'attaccante senegalese. All'11' ripartenza dei partenopei con Mertens che fraseggia con Lozano, la conclusione finale del belga viene murata da un difensore. Ancora Napoli, da centrocampo Mario Rui prova a sorprendere Alisson fuori dai pali ma non centra la porta. Insiste la squadra di Klopp, Van Dijk la mette al centro per Mané, Manolas si salva in corner.

Si fa male Fabinho, al suo posto Wijnaldum. Al 21' contropiede Napoli, Di Lorenzo pesca sul filo del fuorigioco Mertens che entra in area e con un diagonale chirurgico supera Alisson sul secondo palo, per il belga è la 117esima rete con la maglia azzurra, l'ottava in stagione, la quarta in Champions.

Il Liverpool accusa il colpo e fatica a riorganizzarsi. Ripartenza del Napoli con Di Lorenzo che ruba palla e serve Mertens, il belga sotto porta non è lucido e sbaglia l'ultimo passaggio. Al 40' Firmino va sul fondo e mette al centro un pallone spazzato via dalla difesa. Nel finale di tempo percussione di Milner che entra in area e conclude sul primo palo ma Meret si salva.

Dopo l'intervallo la partita riprende senza l'atteso forcing della squadra di Klopp ben neutralizzata dal Napoli. Azione degli inglesi, Gomez crossa al centro, Meret tocca ma non trattiene, la sfera finisce sui piedi di Milner che tira a rete ma Koulibaly devia in angolo.

Aumenta la pressione dei 'reds'. 4-2-3-1 per Klopp che ridisegna la squadra gettando nella mischia Chamberlain per Gomez. Al 63' Salah gira di sinistro ma Meret è attento. Ci prova anche Firmino di testa, palla a lato.

Al 65' arriva il pari dei 'reds', su corner svetta di testa Lovren che insacca sul secondo palo. Il finale di gara è tutto un pressing del Liverpool a caccia della vittoria ma gli azzurri si difendono con ordine e riescono a portare a casa un risultato importante per il morale e la classifica nel girone.

Read 170 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 941 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa