ANNO XIV Ottobre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 28 Agosto 2020 14:51

Trump accetta nomination per Casa Bianca: "Scelta tra sogno americano e socialismo"

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Ricorda sforzi per l'uragano Laura e il fratello morto di recente, attacco al candidato dem. 'Dovete decidere tra il sogno americano e l'agenda socialista'. Il presidente nel suo discorso: "L'agenda di Joe Biden è 'made in China', la mia è 'made in Usa'. Sconfiggeremo il virus e ne usciremo più forti". Poi condanna "le rivolte e le violenze nelle città a guida democratica". Se il candidato dem dovesse vincere, sostiene, distruggerebbe gli Usa e lasciandone l'economia in mano alla Cina.

"Queste elezioni decideranno se salveremo il sogno americano o permetteremo ad una agenda socialista di demolire il nostro amato destino". Così Donald Trump, nel discorso pronunciato la notte scorsa alla Casa Bianca per accettare la nomination repubblicana alla rielezione, ha attaccato Joe Biden come una minaccia per la sicurezza e l'economia americana con un programma estremista di sinistra.

"L'agenda di Joe Biden e' 'made in China', la mia e' 'made in Usa'". Donald Trump davanti a oltre un migliaio di persone riunite sul prato della Casa Bianca, senza rispetto del distanziamento sociale e senza mascherine, accetta ufficialmente la nomination repubblicana e attacca a testa bassa il rivale che lo sfidera' nelle urne il prossimo 3 novembre. "Se Joe Biden sara' eletto sara' colui che distruggera' la grandezza dell'America", assicura il tycoon che sullo slogan 'Make America Great Again' ha costruito la sua fortuna politica.

Trump accetta nomination: Scelta tra sogno americano e socialismo

Introdotto dalla figlia Ivanka, che con il suo intervento di fatto si candida a succedere al padre, Trump promette dieci milioni di posti di lavoro in dieci mesi, il taglio delle tasse e il ripristino dell'ordine e della legalita' nelle citta' travolte dalle proteste, oltre al vaccino anti-Covid entro la fine dell'anno. Ma il suo e' un intervento prevalentemente mirato a colpire lo sfidante Biden, quasi in maniera ossessiva. "E' il cavallo di Troia della sinistra estrema. Queste - ha spiegato - sono le elezioni piu' importanti nella storia del nostro Paese: ci sono due visioni, due filosofie, dovete decidere tra il sogno americano e l'agenda socialista". "Il vostro voto - ha insistito il tycoon - decidera' se proteggiamo le leggi o se diamo carta bianca agli anarchici violenti, agli agitatori, ai criminali che minacciano i nostri cittadini".

Fuori dalla Casa Bianca decine di persone si sono radunate per protestare contro il presidente, mentre dentro la folla di invitati applaude ad ogni passaggio del tycoon e gli regala diverse ovazioni.

Ma la vera star della serata e' Ivanka, elegante, sicura di se', con un discorso teso a umanizzare l'immagine di un tycoon dal carattere ruvido e istintivo: "Mio padre si batte per le famiglie, non per le elite. E' lui che ha cambiato Washington, non viceversa. Lui e' il difensore del buon senso, e' il paladino della gente comune", assicura Ivanka, mentre gli invitati scandiscono il coro 'four more years'. Anche quando tra gli eroi americani cita David Crockett e Buffalo Bill. C'e' spazio anche per l'intervento dell'avvocato personale di Trump, Rudi Giuliani, ex sindaco di New York ai tempi degli attentati dell'11 settembre 2001 e poi avvocato personale del tycoon coinvolto nelle oscure trame del Russiagate. "Non lasciate che l'America diventi come la New York di oggi, diventata illegale e violenta grazie ai democratici", non è stato tenero con Biden, definito un "cavallo di Troia dell'estrema sinistra". Alla fine lo show della convention trumpiana si chiude con degli spettacolari fuochi d'artificio che illuminano a giorno il National Mall di Washington.

Read 206 times

Utenti Online

Abbiamo 897 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine