ANNO XV Aprile 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 05 Gennaio 2021 07:50

Renzi: "Non farò il ministro, ma serve una scossa". 'Accordo sui contenuti. Poi vedremo se Conte o un altro'

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Zingaretti: 'No alla crisi'. Bellanova: 'Serve un nuovo accordo'. La ministra di Italia Viva: 'Non bisogna mettere toppe'. Renzi, 'Basta chiacchiere, usiamo soldi Mes'. Il leader di Iv in tv a 'Quarta Repubblica':'Il tema è cosa fare, non quanti sottosegretari. Il premier ha i numeri senza di noi? Evviva'. M5s difende il premier: 'Non sostituibile'. Il leader di Iv a Conte: "Se ha i numeri per governare senza di noi, evviva".  "Ho messo le cose nero su bianco, stavolta non ce n'è per nessuno". Il premier al bivio, rimpasto o nuovo governo.

Esclude di entrare nel governo come ministro e chiede “una scossa” per dare “qualità” all’esecutivo. Matteo Renzi a Quarta Repubblica conferma le intenzioni di Italia viva. “Non sto facendo questa roba per me. Certo che non faccio il ministro, figuriamoci se dopo tutto questo casino mi metto d'accordo con Conte per fare il ministro”, dice il leader di Iv che ribadisce la sua linea.

"Bisogna dare una scossa, dare qualità. Mi sembra assurdo non sapere se la scuola riaprirà il 7, servono tamponi a tappeto tra gli studenti, non banchi a rotelle”. Nella lotta contro il Covid, attacca, “in Italia abbiamo qualche problema in più. La maglia nera del rapporto fra morti e popolazione, un livello di decessi inaccettabile, non andiamo benissimo con i vaccini. In termini tecnici la situazione è un disastro”.

Abbiamo fatto accordi e compromessi tante volte – spiega ancora - ed è difficile fare compromessi in politica ma la politica è anche compromesso. Il punto è quando questo compromesso non è più accettabile. Sulla giustizia mi sono dovuto controllare per votare a favore di Bonafede e non mandare a casa il governo. Mi sono dovuto spesso mordere la lingua e approvare cose che non condividevo. Oggi penso che siamo in un momento leggermente diverso”.

Il governo – sottolinea - non ci ha risposto. Siccome non sopporto la solita narrazione per cui dico una cosa e mi devono tutti attaccare, io le cose le ho messe nero su bianco. Stavolta non ce n'è per nessuno”. 

E a chi gli ricorda che il premier ha detto 'ci vediamo in Parlamento', Renzi replica secco: “Aspettiamo. Io non ho aura del dibattito parlamentare e se lui ha i numeri, attraverso la senatrice Mastella, per governare senza di noi, evviva”.  "I ministri del governo sono i migliori del mondo? Questo lo ha detto Conte, io – conclude - non credo". 

Continua la tensione all'interno del governo con Italia Viva. E in tarda serata Renzi torna a bacchettare il governo.

"Noi in Italia abbiamo qualche problema in più, la maglia nera del rapporto fra morti e popolazione, con un livello di decessi inaccettabile, non andiamo benissimo con i vaccini.

In termini tecnici la situazione è un disastro". Lo ha detto il leader di Iv, Matteo Renzi, a Quarta Repubblica, su Rete 4.  "Ma certo che non faccio ministro, si rende conto se dopo tutto questo casino mi metto d'accordo con Conte per fare il ministro?" ha precisato Renzi. "Se Conte ha i numeri per governare senza di noi, evviva. Non sarò complice di uno spreco di denaro pubblico" ha detto il leader di Iv, Matteo Renzi, a Quarta Repubblica, su Rete 4. "Contarsi in Parlamento? Facciamolo. Quand'è la data del Parlamento, quando è la riunione? L'ho letto anche io che ha detto ci vediamo in Parlamento. Ci vediamo. Per me non è una minaccia, è democrazia. Conte doveva venire in Paramento quando si parlava di Bilancio, invece di fare conferenze stampa con Casalino. E in ultimo un attacco al commissario Arcuri. "Chi è Arcuri Superman? Le mascherine le gestisce Arcuri, i vaccini Arcuri, gli facciamo condurre anche questa trasmissione?". Sul Recovery, dice il leader di Iv, "Il governo non ci ha risposto. La narrazione è che dico una cosa e tutti mi attaccano perché dicono: è Renzi che lo dice. Stavolta l'ho messo nero su bianco". Lo ha detto il leader di Iv, Matteo Renzi, a Quarta Repubblica, su Rete 4. "Perché l'Italia funzioni ho messo una serie di puntini. Quello che dico è vero o no? La questione non è Renzi o non Renzi. Questi punti sono veri o no? Non sto facendo una battaglia personale. Per ora non ho ottenuto nulla". "Possiamo stare sui contenuti? Vaccini: si può fare meglio sì o no? Quando siamo d'accordo sui contenuti poi scegliamo le persone. Secondo me i ministri che ci sono ora non sono i migliori del mondo, secondo il presidente del consiglio sì. Però sarà il presidente del consiglio, che sia Conte o sia un altro, lo vedremo...". Lo ha detto il leader di Iv, Matteo Renzi, a Quarta Repubblica, su Rete 4.

A difendere il premier l'assemblea dei deputati M5S. Al direttivo del gruppo, infatti, era stato chiesta una riunione per un punto sulla situazione di crisi. E l' assemblea del M5S si è espressa, a quanto si apprende, tutta a favore di Giuseppe Conte. Diversi deputati - si apprende ancora - intervenuti hanno espresso il loro sostegno al premier definito da qualcuno "imprescindibile" o "non sostituibile" in quanto "scelta nell'interesse del Paese". "Non si tocca" è stata la richiesta giunta in altri interventi. Nel dibattito, sottolinea una fonte di primo piano dei 5S, "c'è un punto fermo ed è rappresentato da Conte premier".

"Nel periodo della pandemia e della campagna vaccinale, nel pieno della discussione sul Recovery, devono prevalere l'innovazione ma insieme ad uno spirito unitario. Siamo convinti che affrontare con efficienza la pandemia, aprire una stagione di rinascita e investimenti per il lavoro e l'economia sia doveroso e possibile con un impegno collegiale e senza rotture all'interno della maggioranza. Contribuiremo a questo sforzo e sosteniamo in tutte le sedi queste posizioni, convinti che al Paese vada evitata una crisi dagli sviluppi davvero imprevedibili". Così Nicola Zingaretti in una nota approvata dalla segreteria del partito. "Sono mesi che il Pd chiede apertamente e lavora per un rilancio dell'azione di governo, in sintonia con tutti gli alleati. La parola d'ordine è costruire, contribuire ad aprire una fase nuova insieme. Rimaniamo contrari a posizioni politiche che risultano incomprensibili ai cittadini e che nel nome del rilancio rischiano di destabilizzare la maggioranza di governo" precisa Zingaretti.

"Serve un nuovo accordo perché bisogna programmare il futuro, non solo mettere toppe". Lo ha dichiarato Teresa Bellanova, ministra delle Politiche agricole, alimentari in diretta nel programma di Raiuno 'Oggi è un altro giorno'. Alla domanda se un rimpasto di governo potrebbe soddisfare le richieste di Italia Viva, la ministra ha replicato: "Il problema non è cambiare qualche ministro, ora Conte ha l'onere di presentare un programma che sia la sintesi della maggioranza"

"A palazzo Chigi c'è un presidente del Consiglio alla volta e si chiama Conte. Draghi è una persona straordinaria per questo Paese, e devo dire che ha dato suggerimenti molto giusti". Lo ha detto il leader di Iv Renzi, al Tg5.
    Draghi, ha continuato, "ha detto fate debito, ma fate debito buono per i giovani, per il futuro". Invece, "qui abbiamo messo piu' soldi per il cashback in un anno che non per i giovani e l'occupazione nei prossimi sei anni. Siamo di fronte a un piano, quello del Recovery, che pensa più al presente che al futuro.
    Speriamo che lo cambino seguendo i suggerimenti di Draghi", ha concluso il leader di Italia Viva. 

 "Questo è il momento per dare risposte concrete ai cittadini su vaccini, economia e scuola".Lo ha detto Matteo Renzi intervistato dal Tg5 alla domanda se questo è il momento giusto per aprire una crisi. "Nei palazzi romani - afferma Renzi - si smetta di chiacchierare e si diano più soldi per la sanità con il Mes. L'Europa ci da un sacco di soldi, li vogliamo spendere bene?". 

Read 280 times

Utenti Online

Abbiamo 823 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine