ANNO XVI Ottobre 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Domenica, 10 Luglio 2022 08:33

I Maneskin profeti in patria, trionfo al Circo Massimo

Written by 
Rate this item
(0 votes)
Il concerto dei Maneskin al Circo Massimo Il concerto dei Maneskin al Circo Massimo

L'esibizione di Damiano, Victoria, Thomas e Ethan ha ripercorso i grandi successi della band romana trionfatrice a Sanremo e all'Eurovision e le classifiche internazionali. Tra il pubblico anche vip come Gabriele Muccino e Angelina Jolie. Non è mancato un riferimento alla guerra in Ucraina: "Continuiamo a dirlo anche se a qualcuno da' fastidio", ha detto Damiano ripetendo l'urlo lanciato al Coachella, "fuck Putin, fuck la guerra, fanculo i dittatori. E a chi non è d'accordo: Fuck".

Il Circo Massimo ha tributato un autentico trionfo ai Maneskin, con la band di Monteverde che si è esibita 'in casa' trovando l'abbraccio di oltre 70mila fan in delirio.

Ad ascoltare il frontman Damiano David, la bassista Victoria De Angelis, il batterista Ethan Torchio e il chitarrista Thomas Raggi c'erano tanti fan romani ma anche di altre regioni e pure stranieri, compresi Vip come Gabriele Muccino e Angelina Jolie, l'attrice e regista americana che era a Roma per le riprese del film "Without Blood" tratto dal romanzo di Alessandro Baricco.

Lo show di oltre due ore organizzato dalla Vivo Concerti di Clemente Zard si e' aperto con "Zitti e Buoni", il brano trionfatore a Sanremo e all'Eurovision Song Contest che ha spalancato alla band la fama mondiale.

Poi i primi brani come 'Chosen' e 'Torna a casa' fino agli ultimi grandi successi internazionali come 'Coraline', 'Mammamia' e 'Beggin' fino all'ultimo singolo 'Supermodel'.

In chiusura 'Lividi sui gomiti' e i bis con 'Le parole lontane' e 'I wanna be your slave'.

Al centro della scena c'era una pedana rossa a forma di M che sorregge la batteria mentre due maxischermi lungo l'arena e due sui lati del palco hanno reso lo show visibile a tutti gli spettatori.

Non è mancato un riferimento alla guerra in Ucraina: "Continuiamo a dirlo anche se a qualcuno da' fastidio", ha detto Damiano ripetendo l'urlo lanciato al Coachella, "fuck Putin, fuck la guerra, fanculo i dittatori. E a chi non è d'accordo: Fuck".

Il concerto romano ha fatto seguito agli spettacoli all'Arena di Verona e allo stadio di Lignano Sabbiadoro che hanno confermato il grande amore dei fan italiani per i quattro artisti romani.

Dal 31 ottobre partira' il primo tour mondiale, il Loud Kids Tour, con 56 concerti tra Nord America e Europa. AGI

Read 762 times

Utenti Online

Abbiamo 1128 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine