ANNO XVI Ottobre 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 12 Luglio 2022 16:31

Roma-Kiev: in primo piano lo sblocco grano e l'emergenza gas

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, in queste settimane ha molto insistito sulla crisi alimentare che rischia di avere un impatto molto forte in tutto il mondo, soprattutto in Africa.

Con l'arrivo delle prime otto navi straniere nei porti dell'Ucraina per portare fuori dal Paese i prodotti agricoli si concretizza, di fatto, uno dei primi risultati degli sforzi fatti dall'Italia e dal consesso internazionale per sbloccare i corridoi del grano. Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, in queste settimane ha molto insistito sulla crisi alimentare che rischia di avere un impatto molto forte in tutto il mondo, soprattutto in Africa. 

Lo ha fatto anche volando in Turchia per il terzo vertice nella storia dei rapporti tra i governi di Italia e Turchia, primo degli ultimi dieci anni, durante il quale ha avuto un colloquio con il presidente Recep Tayyip Erdogan, figura centrale di mediazione con la Russia negli ultimi mesi di conflitto in Ucraina. "Dobbiamo sbloccare i milioni di tonnellate di grano che sono bloccati nei porti del Mar Nero".

Il raccolto "arriverà alla fine di settembre, e una serie di scadenze diventano sempre più urgenti. Sono scadenze che ci avvicinano regolarmente, inesorabilmente al dramma", aveva già sottolineato il premier nel corso della conferenza stampa seguita all'incontro avuto, insieme a Macron e Scholz, con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

E ancora, per citare un altro esempio del continuo impegno su questo fronte, dopo il colloquio con il Primo Ministro israeliano Bennett, aveva sottolineato: "Abbiamo discusso anche del rischio di catastrofe alimentare dovuta al blocco dei porti del Mar Nero. Dobbiamo operare con la massima urgenza dei corridoi sicuri per il trasporto del grano. Abbiamo pochissimo tempo, perché tra poche settimane il nuovo raccolto sarà pronto e potrebbe essere impossibile conservarlo".

Nel frattempo prosegue l'impegno dell'Italia per trovare soluzioni a una possibile crisi derivata dalla sospensione delle forniture del gas dalla Russia. Tra i temi al centro del colloquio del premier Draghi con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella - avvenuto dopo che il M5s non ha partecipato al voto sul dl Aiuti - ci sarebbero stati anche i risultati del recente viaggio di Stato del Presidente della Repubblica in Zambia e Mozambico, paese, quest'ultimo partner, significativo per la diversificazione negli approvvigionamenti di gas. 

Martedì trilaterale a Teheran Putin-Raisi-Erdogan. Domani a Istanbul riprendono i negoziati sul grano

Nel Donetsk sono 33 le vittime dei missili russi: è stato trovato il corpo di un bambino. L'Iran vuol fornire droni alla Russia. La settimana prossima il meeting fra il leader russo, il turco e l'iraniano.

Le prime otto navi straniere sono arrivate nei porti dell'Ucraina per esportare prodotti agricoli, mentre la Marina militare ucraina è impegnata a garantire un trasporto sicuro. Lo ha annunciato su Facebook il servizio stampa della Marina, riporta Ukrinform. Intanto salgono  33 i morti nel bombardamento russo sulla cittadina di Chasiv Yar, nel Donetsk, dove un missile Uragan ha colpito un edificio residenziale. Il corpo di un bambino è stato trovato sotto le macerie. Mentre il governo iraniano si sta preparando a fornire alla Russia droni, inclusi alcuni armati. Lo afferma il consigliere alla sicurezza nazionale della  Casa Bianca, Jake Sullivan.

"Questioni di reciproco interesse", questi secondo il Cremlino gli argomenti discussi nel colloquio telefonico avvenuto tra Putin ed Erdogan. I due, che nel prossimo futuro si incontreranno, hanno parlato di export del grano ma anche del coordinamento degli sforzi per la sicurezza della navigazione nel Mar Nero. Al termine della telefonata, Erdogan ha sentito anche Zelensky sullo sblocco dell'export di grano.

La Giornata

14:58 Attacco a Kharkiv, almeno 5 feriti

Cinque feriti a causa dell'attacco al  quartiere industriale di Kharkiv. Lo ha comunicato il portavoce del  Servizio statale dell'Ucraina per le emergenze (Ses) all'emittente  Suspline.    

14:46 L'allarme del Papa: "Rischiamo di precipitare nella terza guerra mondiale"

Papa Francesco mette in guardia sul rischio che il mondo precipiti verso una terza guerra mondiale e afferma che "guerre selvagge di distruzione" come quella che affligge l'Ucraina sono vissute da anni. "Già viviamo la terza guerra mondiale a pezzi, a capitoli, con guerre ovunque", anche se la guerra in Ucraina "ci tocca più da vicino", dice Francesco in un'intervista di due ore in spagnolo alle giornaliste messicane María Antonieta Collins e Valentina Alazraki sul canale streaming ViX di "Noticias Univision 24/7". Il riferimento è al dramma di Yemen e  Siria

14:31 Colloquio fra il brasiliano Bolsonaro e l'ucraino Zelensky il prossimo 18 Luglio

Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha annunciato che la prossima settimana parlerà telefonicamente con il presidente ucraino, Volodimir Zelensky. Il leader di destra ha detto di aver parlato della questione Russia-Ucraina con la presidente ungherese Katalin Novak, da lui ricevuta ieri a Brasilia, alla quale ha rivelato l'intenzione di chiamare Zelensky "il prossimo 18" luglio. Questa sarà la prima conversazione tra Bolsonaro e il leader ucraino, pur mesi fa definito "un comico" dal presidente brasiliano.  Con Novak "abbiamo molte cose in comune, soprattutto nella difesa dei valori della famiglia, siamo per la libertà religiosa, per la libertà di stampa", ha poi affermato Bolsonaro parlando del suo incontro con la presidente ungherese."Le ho detto che ogni giorno, prima di alzarmi e andare alla Presidenza, ho l'abitudine di inginocchiarmi, pregare un Padre Nostro e chiedere che il popolo brasiliano non soffra il dolore del comunismo", ha rivelato Bolsonaro."Crediamo che la madre sia una donna e il padre un uomo, non accettiamo un altro tipo (di famiglia)", ha sottolineato a sua volta Novak.

14:14 Esercitazioni militari in Bielorussia fra 12 e 14 Luglio: "La Russia deve prevenire un attacco Nato"

In Bielorussia sono ricominciate le esercitazioni militari. Dureranno dal 12 al 14 luglio.Il presidente di quel Paese Alexander Lukashenko ha affermato ancora una volta che l'Occidente starebbe pianificando un attacco alla Russia sebbene non abbia fornito alcuna  prova. Secondo Lukashenko, l'esercito russo deve prevenire l'attacco.

13:49 Nei paesi Ue congelati 13,8 miliardi di beni appartenenti a oligarchi russi

Le sanzioni adottate dall'Ue contro la Russia hanno permesso di congelare 13,8 miliardi di euro di beni appartenenti ad oligarchi ed enti russi. Lo ha dichiarato il commissario europeo alla Giustizia, Didier Reynders."E' molto, e devo dire che una parte molto grande, piu' di 12 miliardi, è stata congelata in soli 5 Paesi membri" ha spiegato Reynders nella riunione informale dei ministri della Giustizia a Praga. "Dobbiamo continuare a convincere altri Paesi a fare lo stesso, spero che nelle prossime settimane vedremo un aumento di questo tipo di procedura in tutti gli Stati membri", ha aggiunto il commissario.

13:26 Russia, Zakharova: "Siamo sull'orlo di uno scontro aperto tra potenze nucleari"

"Dopo aver provocato un'escalation della crisi ucraina e scatenato un violento confronto ibrido con la Russia, Washington e i suoi alleati stanno pericolosamente barcollando sull'orlo di uno scontro militare aperto con il nostro Paese, il che significa un conflitto armato diretto tra potenze nucleari. Chiaramente, tale scontro rischierebbe di provocare un'escalation nucleare". Lo ha sottolineato la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova, secondo quanto riporta la Tass

13:19 Martedì tilaterale a Teheran tra Raisi, Putin ed Erdogan

Secondo quanta spiegato dal  portavoce, il trilaterale si svolgera' nell'ambito del processo di Astana sulla Siria e coinvolgera' appunto i leader dei tre Paesi garanti. Peskov ha poi specificato che Putin avra', a margine, un colloquio bilaterale con I I presidenti di Iran, Russia e Turchia - Ebrahim Raisi, Vladimir Putin e Tayyip Recep Erdogan - avranno un incontro trilaterale a Teheran martedì. Lo ha annunciato il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, aggiungendo che il leader russo sara' nella Repubblica islamica il 19 luglio e li' avra' anche "colloqui bilaterali". Lo riporta l'agenzia Ria Novosti. Secondo quanta spiegato dal  portavoce, il trilaterale si svolgerà nell'ambito del processo di Astana sulla Siria e coinvolgerà i leader dei tre Paesi garanti. Peskov ha poi specificato che Putin avrà, a margine, un colloquio bilaterale con Erdogan.

13:09 Il Gran Muftì russo contro l'Ucraina: "Fascisti e parassiti"

"Ucraini fascisti e parassiti, che Dio ce ne liberi". Questa volta non è il patriarca ortodosso di Mosca Kirill a parlare così ma il muftì supremo di Russia Talgat Tadzuddin, che la pensa esattamente allo stesso modo. Un intervento importante il suo, visto che buona parte dei soldati impegnati in Donbass provengono dalle zone periferiche della Federazione, quelle in cui spesso le minoranze etniche e religiose sono musulmane. La guerra va "assolutamente condotta fino alla fine, affinche' nessun fascista o parassita rimanga accanto a noi, perche' per costoro non bastano gli insetticidi, sono come una peste bruna da cui preghiamo che l'Altissimo ci liberi".

12:15 L'accusa di Lukashenko: "La Nato vuol attaccare la Russia"

La Nato sta sviluppando "piani  strategici" per "attaccare la Russia". Lo ha dichiarato il presidente  della Bielorussia, Aleksander Lukashenko, durante una cerimonia a  Minsk."Sono stati sviluppati piani strategici per attaccare la  Russia. Il presidente della Federazione Russa ed io ne abbiamo  discusso nel dettaglio ieri. E la direzione principale dell'attacco passerà attraverso l'Ucraina e la Bielorussia. La storia si sta ripetendo", ha affermato Lukashenko. Secondo il leader bielorusso, con il pretesto di rafforzare la difesa dell'Europa e condurre esercitazioni "difensive", la Nato sta mettendo insieme una forza d'attacco "chiaramente non destinata alla difesa".  Aggiungendo: "La Svezia e la Finlandia hanno improvvisamente espresso il desiderio di aderire urgentemente alla Nato ed il blocco, contrariamente alle sue regole, è pronto ad ammetterle in modo rapido. Intendiamoci, senza nemmeno chiedere il parere dei popoli di questi due Paesi".

11:59 Ministero della Difesa russo: "Morti almeno 200 mercenari stranieri"

Decine e decine di "mercenari stranieri" tra cui "più di 160 polacchi, 50 georgiani e 23 britannici sono stati uccisi in tre settimane" in Ucraina. Lo annuncia il ministero della Difesa russo, che esorta i combattenti stranieri "a pensarci due volte e a tornare a casa vivi", avvertendo che chi viene catturato affronterà il massimo della pena in carcere.

11:29 A Istanbul riprendono i colloqui sul grano. Ma la ripresa dei negoziati di pace per Mosca "è fuori questione"

Il prossimo round di colloqui tra funzionari russi, ucraini, turchi e Onu sull'esportazione del grano si  terranno domani, 13 luglio, a Istanbul. Lo ha dichiarato il ministero degli Esteri russo citato da Interfax. Ma quasi contemporaneamente il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov ha puntualizzato che per ora non si parla di riprendere i negoziati con l'Kiev."No, questo e' fuori questione ora", ha detto Peskov ai giornalisti quando gli e' stato chiesto se il presidente russo Vladimir Putin e il collega turco Recep Tayyip Erdogan abbiano discusso della ripresa dei negoziati con l'Ucraina durante la conversazione telefonica avuta ieri.

11:02 Ucraina: via libera Ue a prestito 1 miliardo a Kiev

I ministri dell'economia e delle finanze Ue riuniti nell'Ecofin a Bruxelles hanno approvato un prestito per 1 miliardo di euro all'Ucraina nell'ambito del pacchetto di assistenza macrofinanziaria. "L'Ue sta intensificando il suo sostegno finanziario all'Ucraina: i ministri hanno appena approvato un prestito di 1 miliardo di euro", ha scritto su twitter il vicepresidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis. "Fa parte del nuovo pacchetto di assistenza macrofinanziaria eccezionale - ha ricordato -.L'Ucraina è un'economia in guerra. Ha un disperato bisogno di finanziamenti a breve termine. L'Ue è lì per aiutare".

10:44 80 i feriti per bombe Kiev su Novaya Kakhovka

Il bilancio dei feriti dell'attacco missilistico lanciato ieri dalle forze armate di Kiev sulla città ucraina occupata dai russi di Novaya Kakhovka, nella regione di Kherson (sud), è salito a 80: lo ha detto alla Tass il vice capo dell'amministrazione civile-militare della regione, Kirill Stremousov, secondo il quale sette persone finora sono ritenute disperse.   In precedenza il capo dell'amministrazione civile-militare, Vladimir Leontiev, aveva affermato che Il bilancio delle vittime del bombardamento è salito a sette.

10:13 Putin in Iran la prossima settimana. Teheran pronta a fornire droni a Mosca

 Vladimir Putin si recherà la prossima settimana in visita ufficiale in Iran. Lo ha detto all'agenzia di stampa Irna il capo della commissione Economia del Parlamento iraniano, Mohammadreza Pour-Ebrahimi, aggiungendo che il presidente russo sarà nel Paese per discutere di come rafforzare le relazioni economiche tra Mosca e Teheran. Si tratta della prima visita ufficiale di Putin in Iran da quando, lo scorso anno, è stato eletto il presidente Ebrahim Raisi. Secondo fonti americane, l'Iran sarebbe pronta a fornire droni alla Russia

10:01 Ue, in arrivo settimo pacchetto di sanzioni

L'Ue ha in programma di proporre un nuovo settimo pacchetto di sanzioni contro la Russia per la sua guerra in Ucraina nelle prossime settimane, secondo quanto riporta Bloomberg citando fonti a conoscenza del dossier. "La proposta potrebbe includere restrizioni sulle importazioni di oro, misure per aggiustare sanzioni precedenti e ulteriori elenchi di individui ed entità", affermano le fonti dell'agenzia americana

09:52 Al via la controffensiva nella regione di Kherson

Le forze militari ucraine hanno lanciato una controffensiva nella regione di Kherson, occupata dai russi poco dopo l'inizio dell'invasione. Le operazioni sono iniziate nella notte. E' stato colpito un deposito di armi a Nova Kakhovka, ha annunciato il comando militare meridionale ucraino in un post su Facebook. Nell'attacco, è stato distrutto un obice e altri equipaggiamenti russi e uccisi 52 soldati. L'agenzia russa Ria Novosti ha reso noto il bilancio dell'attacco subito diffuso dal capo Amministrazione filorussa insediato a Nova Kakhovka, Viktor Leontiev: sette militari sono rimasti uccisi, quattro dispersi e decine di  feriti. Sempre secondo fonti di Mosca, nell'attacco, le forze di Kiev avrebbero usato lanciarazzi Himars forniti dagli Stati Uniti.  

09:14 Il governo lituano ha approvato un pacchetto di 10 milioni di euro per aiutare l'Ucraina

Lo scrive Euractiv, citando la premier Ingrid Shimonite, secondo la quale  "questi aiuti di Stato sono fondi per infrastrutture critiche, bisogni e servizi di base. Gli ucraini - ha detto - vinceranno perché stanno  dalla parte giusta e hanno la determinazione per difendere e  ricostruire, superando la distruzione e la brutalità dell'aggressore.Aiutando l'Ucraina, ci sforziamo di accelerare il più possibile la  vittoria e la ricostruzione del paese".

08:54 Ministro delle Finanze russo: "Il prezzo dell'energia calerà quando saranno revocate le sanzioni"

Il ministro delle Finanze russo, Anton Siluanov, ha affermato che se le sanzioni imposte dall'Occidente alla Russia verranno revocate, i prezzi mondiali sia per il cibo che per le risorse energetiche diminuiranno."Per quanto tempo persisteranno i prezzi elevati dell'energia dipendera' dalle dinamiche dell'economia globale e dalla durata delle restrizioni imposte dai Paesi occidentali", ha affermato Siluanov, in un'intervista al quotidiano Vedomosti. "Questo vale per il cibo, le risorse energetiche, e il costo della logistica, cioe' tutti quei beni e servizi contro i quali sono oggi in vigore restrizioni", ha aggiunto il ministro.

08:47 Ucciso un altro generale russo in battaglia

Si tratta del generale Artem Nasbulin, capo  di stato maggiore del 22° corpo d'armata delle forze armate russe, vittima dell'attacco missilistico condotto dagli ucraini contro un posto di comando mobile a Tavriisk, nell'oblast di Kherson. L'annuncio dell'uccisione dell'alto ufficiale è stato dato da Serhiy  Bratchuk, portavoce del capo dell'amministrazione militare regionale  di Odessa, su Telegram. Nell'attacco - condotto con missili Himars -  sarebbero morti in totale 12 ufficiali russi.

08:34 I russi stanno sviluppando un nuovo missile ipersonico "killer di portaerei"

 "Killer di portaerei". Viene descritto  così un missile balistico destinato alla Marina, lo 'Zeemvik', che la  Russia afferma essere "in fase di sviluppo". La notizia viene  riportata dall'agenzia russa Tass. "Il missile balistico ipersonico  'Zmeevik' è in fase di sviluppo da molto tempo - ha detto una fonte  militare all'agenzia - sarà concepito per distruggere grandi bersagli  di superficie, soprattutto portaerei". Secondo le fonti, il missile  avrebbe caratteristiche simili a quelle dei missili balistici cinesi  Df-21D e Df-26, con una gittata fino a 4.000 chilometri.  

08:15 Intelligence britannica: "I russi stanno facendo piccoli progressi nel Donetsk

Le truppe russe continuano a ottenere "piccole e incrementali" conquiste territoriali a Donetsk, in Ucraina orientale, dopo aver affermato di aver preso il controllo della città di Hryhorivka. Lo riporta l'ultimo bollettino dell'intelligence militare britannica, secondo il quale le forze di Mosca proseguono anche il loro assalto lungo la principale rotta di rifornimento E-40, verso le citta' di Slovyansk e Kramatorsk e probabilmente si stanno raggruppando e ricostituendo per ulteriori offensive nel prossimo futuro. "La carenza di personale delle forze armate russe potrebbe costringere Mosca a ricorrere a un reclutamento non tradizionale, incluso quello di personale dalle carceri per la compagnia privata di contractor Wagner", aggiunge il rapporto diffuso dal ministero della Difesa di Londra. "Se fosse vero, questa mossa indicherebbe, probabilmente, le difficolta' che sta affrontando Mosca nel colmare il numero significativo di vittime" che sta subendo sul campo di battaglia, conclude Londra.

07:43 Kiev: raffica di attacchi contro la città di Mykolaiv

Le forze russe hanno lanciato diversi attacchi missilistici nelle prime ore di oggi contro la città di Mykolaiv, nell'Ucraina meridionale: lo ha reso noto su Telegram il sindaco, Oleksandr Sienkevych, secondo quanto riporta Ukrinform. Testimoni oculari hanno riferito che le esplosioni sono state udite in tutti i quartieri della città e le unità di difesa antiaerea ucraine sono state attivate. Gli attacchi sono stati lanciati dalla zona della città occupata di Kherson. Per il momento non si hanno notizie di vittime o feriti.

07:24 Bombe Kiev su Novaya Kakhovka, centinaia persone tra macerie

Almeno 40 persone sono rimaste ferite e altre centinaia si trovano ancora sotto le macerie in seguito al bombardamento di ieri, da parte delle forze di Kiev, della città ucraina occupata dai russi di Novaya Kakhovka, nella regione di Kherson (sud): lo ha detto il capo dell'amministrazione militare-civile del distretto di Kakhovka, Vladimir Leontyev, secondo quanto riporta la Tass. "Sappiamo già di 40 feriti", ha detto Leontyev, sottolineando che il numero è destinato a salire "perché non possiamo nemmeno immaginare ora quanti sono rimasti feriti da schegge e vetri rotti. Parlo solo di chi ha chiesto assistenza medica", ha precisato aggiungendo che centinaia di persone sono ancora sotto le macerie o bloccate nelle case danneggiate dalle esplosioni.

06:50 Media: Ue verso settimo pacchetto sanzioni contro Mosca

L'Ue ha in programma di proporre un nuovo settimo pacchetto di sanzioni contro la Russia per la sua guerra in Ucraina nelle prossime settimane, secondo quanto riporta Bloomberg citando fonti a conoscenza del dossier.
"La proposta potrebbe includere restrizioni sulle importazioni di oro, misure per aggiustare sanzioni precedenti e ulteriori elenchi di individui ed entità", affermano le fonti dell'agenzia americana.

02:58 Zelensky: "Concedere status speciale ai polacchi in Ucraina"


Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel suo consueto discorso serale ha proposto di dare ai polacchi l'opportunità di rimanere legalmente in Ucraina per 18 mesi, il diritto al lavoro, allo studio nelle università e all'assistenza medica. Lo riporta l'agenzia Unian.
Il presidente dell'Ucraina ha sottolineato che "le relazioni con la Polonia hanno raggiunto il più alto livello di fiducia e cooperazione non solo negli ultimi decenni, ma nel corso della vita di molte generazioni dei nostri popoli, e dobbiamo rafforzare i nostri legami in tutte le sfere".
Dall'inizio dell'invasione russa, la Polonia è il Paese Ue che ha accolto il più alto numero di rifugiati dell'Ucraina.
 

23:58 Kiev: "Potenti esplosioni a Novaya Kakhovka"

Una serie di grandi esplosioni ha scosso in serata la città di Novaya Kakhovka nella regione di Kherson, in Ucraina. Lo riportano e la Cnn e i media ucraini, citando fonti locali. La città, come gran parte dell'area di Kherson, è sotto occupazione russa.
Si tratta della seconda grande esplosione in quattro giorni nella città, sede di un'importante diga idroelettrica e di un collegamento nell'approvvigionamento idrico per la Crimea.

23:42 Kiev: in attacco russo a Chasiv Yar 33 morti, tra cui un bambino

E' salito a 33 morti il bilancio dell'attacco missilistico russo contro un edificio residenziale di cinque piani nella città di Chasiv Yar, nell'Ucraina orientale. Lo riferisce il servizio statale di emergenza dell'Ucraina, citato da Ukrainska Pravda. Il corpo di un bambino, di circa nove anni, è stato trovato sotto le macerie. Nove, al momento, le persone salvate.

Read 796 times

Utenti Online

Abbiamo 1106 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine