ANNO XVIII Luglio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 19 Ottobre 2022 08:53

La Russia ridurrà la presenza dei suoi diplomatici in Occidente. L'annuncio di Lavrov: "È insensata"

Written by 
Rate this item
(0 votes)
Il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov  Il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov

Mosca "non ha voglia di mantenere la stessa presenza nei Paesi occidentali. I nostri dipendenti lavorano in condizioni che difficilmente possono essere definite umane". 

Per la Russia non ha senso mantenere la sua precedente presenza diplomatica nei Paesi occidentali e passerà a lavorare con altri. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, come riporta Ria Novosti.

"Non ha senso e voglia di mantenere la stessa presenza nei Paesi occidentali. I nostri dipendenti lavorano in condizioni che difficilmente possono essere definite umane. Vengono creati problemi continui, minacce di attacchi fisici", ha detto il ministro in un incontro con i laureati ammessi al servizio diplomatico. "La cosa principale", ha proseguito, "è che non c'è lavoro da quando l'Europa ha deciso di chiudere ogni collaborazione economica". 

Secondo Lavrov, i Paesi dell'Asia, dell'Africa, dell'America Latina, al contrario, hanno bisogno di ulteriore attenzione. "Molti piani sono coordinati ai livelli più alti e richiedono supporto diplomatico, anche in termini di sostegno alle imprese, progetti culturali, umanitari ed educativi congiunti", ha affermato il ministro, secondo un comunicato sul sito web del dicastero. AGI

Read 924 times

Utenti Online

Abbiamo 442 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine