ANNO XVIII Aprile 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 20 Aprile 2023 13:19

Italia divisa in due, caos nelle stazioni da Nord a Sud

Written by 
Rate this item
(0 votes)
 Ritardo treni in stazione Ritardo treni in stazione

Le notizie in diretta dopo il deragliamento del carro di un treno merci nella stazione di Firenze Castello. Ripartita la circolazione Firenze-Bologna. Difficoltà per i viaggiatori delle tratte Milano-Roma e Venezia-Roma. 

Si annuncia in giornata complicata per chi oggi viaggia in treno per il deragliamento del carro di un treno merci nella stazione di Firenze Castello, una stazione nella zona nord della città. L'obiettivo èripristinare la circolazione entro il primo pomeriggio. Lo comunica in una nota il Mit spiegando che il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, "sta seguendo con la massima attenzione la vicenda, anche per evitare che in futuro ricapitino situazioni simili".

Nel nodo di Firenze c'è un problema legato alla presenza di binari normali vicini a quelli dell'alta velocità, situazione che verrà risolta da un sottopasso i cui lavori partiranno a maggio. Riprenderà invece gradualmente dalle 12 la circolazione ferroviaria sulla linea Av, interrotta questa mattina tra Firenze Castello e Bologna. Al momento la circolazione è interrotta tra Firenze Castello e Bologna. L'infrastruttura, spiega Fs, ha riportato danni a seguito dell'evento che non ha provocato conseguenze su persone

Nell'interruzione sono coinvolti i servizi Av sulla linea Milano-Roma e Venezia-Roma e sulla linea regionale Firenze-Prato-Viareggio. In direzione Nord sono garantiti alcuni collegamenti Av fino a Firenze e in direzione sud fino a Bologna. I tecnici di Rfi sono al lavoro ma serviranno diverse ore prima di un ritorno alla normalità della circolazione, che resterà complessa per le prossime ore con la cancellazione parziale e totale di corse dell'alta velocità e regionali. Disagi per gli utenti si registrano in diverse stazioni ferroviarie.

Ritardi e cancellazioni su asse Nord-Sud

Serviranno diverse ore prima di un ritorno alla normalità della circolazione ferroviaria Nord-Sud. Ritardi e cancellazioni si registrano anche servizi dell'alta velocità sulla linea regionale Firenze-Prato-Viareggio. Disagi per gli utenti si registrano in diverse stazioni ferroviarie.

A Firenze Smn bus sostitutivi per pendolari

Alla stazione di Firenze Santa Maria Novella per i viaggiatori regionali della Toscana le Ferrovie hanno messo a disposizione dei bus sostitutivi in seguito al blocco della circolazione. A supporto di Ferrovie anche Autolinee Toscane ha intensificato il servizio di bus della linea tra Prato e Firenze. Su richiesta e in accordo con Trenitalia e Regione Toscana, Autolinee Toscane si è attivata e dalle 9 ha messo in campo 5 nuove corse in partenza dalla Stazione di Prato, intensificando il servizio della linea Prato-Firenze.

Si tratta di corse aggiuntive alla linea già esistente. Faranno il percorso più breve, passando da Prato Est, autostrada A1, Via Baracca e termina a Vittorio Veneto.  In questa occasione i viaggiatori potranno utilizzare il servizio bus aggiuntivo anche con il biglietto o l'abbonamento del treno.
Intensificato anche il servizio di 
Firenze extraurbano, con alcune linee potenziate in direzione Prato, e la linea Montecatini - Firenze, che questa mattina ha garantito alcune corse supplementari.

Traffico regolare lungo la linea Tirrenica

È regolare il traffico ferroviario ligure dopo l'incidente di questa notte. Molti viaggiatori, che avrebbero dovuto raggiungere Roma partendo da Torino o da Milano, hanno preso il treno per Genova. Da li', lungo la linea Tirrenica, potranno proseguire verso Pisa e Roma con tempi però diversi perché la tratta da percorrere è più lunga.

Probabile rottura asse di un carro

Potrebbe essere stato la rottura di un asse di un carro a provocare il deragliamento. È una delle prime ipotesi su cui stanno lavorando gli investigatori. Secondo quanto si apprende questo avrebbe portato alla successiva inclinazione del convoglio. Fonti investigative escludono che l'incidente possa essere avvenuto per un sabotaggio.

Abbattuti pali alimentazione elettrica

L'incidente ha provocato l'abbattimento di alcuni elementi dell'infrastruttura ferroviaria, tra cui alcuni pali e tralicci che sorreggono i cavi che erogano l'alimentazione elettrica ai treni. Sempre nell'area Fiorentina alcuni giorni fa si era registrato un tamponamento fra treni merci con due feriti lievi, i macchinisti.

Il convoglio non trasportava prodotti nocivi

Il treno è di una società privata che trasportava alcuni container con un carico di frutta, sassi minerali e saponi, nessun prodotto non pericolosi. Prima di ripristinare la linea ferroviaria una gru dovrà risollevare il convoglio sviato, cioè uscito dai binari, per cause che dovranno essere accertate. 

Ripartito Intercity con centinaia passeggeri

Il treno Intercity Milano-Salerno, rimasto fermo per ore con centinaia di passeggeri a bordo a seguito dell'assenza di alimentazione, è ripartito da alcuni minuti Secondo quanto si apprende, l'Intercity, che si è dovuto fermare nella piccola stazione di Zambra, vicino a Sesto Fiorentino e non è stato coinvolto nell'incidente.

Unione consumatori: "indennizzare 100% prezzo biglietto"

"Un caos inaccettabile. Un deragliamento di un carro merci a Firenze non può ancora provocare ritardi così alti da Napoli a Milano dopo così tante ore dall'incidente. Chiediamo che tutti i passeggeri coinvolti siano risarciti con un indennizzo pari al 100% del prezzo del biglietto da corrispondere in modo automatico e in contanti". Lo afferma Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori.

E insiste: "Non possiamo accettare la mera applicazione di quanto prevede il Regolamento europeo in materia. Una miseria pari 25% del prezzo del biglietto in caso di ritardo compreso tra 60 e 119 minuti e del 50% del prezzo del biglietto in caso di ritardo pari o superiore a 120 minuti, oltre alla possibilità di scegliere tra ottenere il rimborso del biglietto, proseguire il viaggio o seguire un itinerario alternativo", conclude Dona.

Read 464 times

Utenti Online

Abbiamo 785 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine