ANNO XVIII Giugno 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 12 Giugno 2023 16:50

Addio a Silvio Berlusconi, i funerali in Duomo mercoledì

Written by 
Rate this item
(0 votes)
Silvio Berlusconi Silvio Berlusconi

Il Cavaliere si è spento a 86 anni. Era ricoverato al San Raffaele per controlli dopo che ad aprile aveva trascorso un mese in ospedale. Da tempo lottava contro una leucemia mielomonocita cronica . Il Cavaliere si è spento alle 9.30 al San Raffaele. Aveva 86 anni. La corsa dei figli per l'ultimo saluto. Mattarella: "Ha segnato la nostra Repubblica." 

Silvio Berlusconi è morto. Il fondatore di Forza Italia si è spento a 86 anni alle 9.30 di questa mattina. Era ricoverato al San Raffaele per controlli dopo che ad aprile aveva trascorso un mese in ospedale. Da tempo lottava contro una leucemia mielomonocita cronica. Questa mattina erano arrivati nel nosocomio milanese il fratello Paolo e le figlie Marina ed Eleonora. Poco dopo la notizia delle "aggravate condizioni di salute".

I funerali di Silvio Berlusconi si svolgeranno mercoledì nel Duomo di Milano. Lo conferma la Diocesi meneghina, che non ha dato ancora indicazioni sull'orario delle esequie. Intanto nelle prossime ore la salma potrebbe essere trasferita ad Arcore.

Cordoglio dalle massime cariche dello Stato: "Apprendo con profonda tristezza la notizia della morte di Silvio Berlusconi, fondatore e leader di Forza Italia, protagonista di lunghe stagioni della politica italiana e delle istituzioni repubblicane. Berlusconi è stato un grande leader politico che ha segnato la storia della nostra Repubblica, incidendo su paradigmi, usi e linguaggi". E' un passaggio della dichiarazione del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. 

Il premier Giorgia Meloni ha annullato gli impegni in agenda. Con Silvio Berlusconi, "l'Italia ha imparato che non doveva mai farsi imporre dei limiti, ha imparato che non doveva mai darsi per vinta", ha dichiarato ricordando l'alleato in un video registrato nel suo studio a Palazzo Chigi. 

Davanti all'ingresso dell'ospedale San Raffaele si è radunata una folla di cronisti e di curiosi. Il cordoglio del mondo politico e i messaggi degli avversari. La notizia ha fatto il giro del mondo.

Bandiere a mezz'asta in Senato e a Palazzo Chigi

Bandiere a mezz'asta a Palazzo Madama e negli altri edifici che ospitano gli uffici del Senato, in segno di lutto per la scomparsa del sen. Silvio Berlusconi. Lo ha deciso il presidente del Senato, Ignazio La Russa. Stessa decisione è stata presa per Palazzo Chigi. 

I funerali mercoledì alle 15 nel Duomo di Milano

I funerali di Silvio Berlusconi si svolgeranno mercoledì, 14 giugno, nel Duomo di Milano alle ore 15. Presiederà l'arcivescovo di Milano, Mario Delpin

Il feretro ad Arcore fra gli applausi

Il feretro di Silvio Berlusconi è arrivato ad Arcore fra gli applausi della gente.

Una folla di ammiratori e tifosi del Milan e del Monza si è già riunita intorno a Villa San Martino per omaggiare il fondatore di Forza Italia. Sono tante le persone che davanti alla storica residenza del Cavaliere hanno portato fiori e sciarpe del Milan e del Monza.

Presenti anche Michele Bertani, consigliere comunale FI Arcore, e Tommaso Confalonieri, capogruppo di FI ad Arcore e coordinatore provinciale dei Giovani di FI. "Certamente si è perso una persona che ha dato un grande segno alla storia italiana. Ho 40 anni ed e' stato l'unico personaggio politico che ha fatto stringere la mano a Russia e America", ha spiegato Bertani.

"È giusto rendergli omaggio. Io sono di Arcore. È l'unica persona che ha fatto Arcore grande nel mondo. Sono profondamente legato a lui e ai suoi ideali. Sicuramente andremo al suo funerale", ha aggiunto Confalonieri.

Rinascerà un nuovo Berlusconi? "Lo speriamo, non è facile. Ce lo auguriamo, ne nascono pochi come lui. Soprattutto in politica crediamo che serva qualcuno che porti quei valori e quella parte un po' centrista del centrodestra che attualmente non c'è e speriamo che possa rinascere un vero leader". In rappresentanza del Comune di Arcore c'e' il vicesindaco Lorenzo Belotti, che ha annunciato che l'amministrazione proclamerà lutto cittadini. Oltre alla folla di ammiratori c'è già un cospicuo numero di giornalisti.

Camera ardente negli studi di Mediaset a Cologno Monzese

La salma di Silvio Berlusconi è diretta a Villa San Martino, ad Arcore, dove riceverà un primo saluto di parenti e amici più stretti. La camera ardente pubblica sarà invece allestita domani nella sede Mediaset di Cologno Monzese, probabilmente nello studio più grande: lo studio 20

La Russa: “Ripercussioni in centrodestra? Non credo”

"Credo che non ci saranno" ripercussioni nel centrodestra e nella maggioranza dopo la scomparsa di Silvio Berlusconi. Cosi' al Tg5 il presidente del Senato, Ignazio La Russa. "Le verificheremo", ha aggiunto ricordando come "mai in questo ultimo periodo Berlusconi era stato solidale con le altre forze politiche del centrodestra tenendo un ruolo di padre nobile"

Speranza: “Con lui scompare pezzo di storia del Paese”

"Con la scomparsa di Silvio Berlusconi se ne va un pezzo di storia del nostro Paese. Esprimo cordoglio e vicinanza ai suoi cari e alla sua comunita' politica". Lo afferma il deputato Pd - Italia Democratica e Progressista, Roberto Speranza

Draghi: “Amato da milioni di italiani per la sua umanità e il suo carisma”

"Esprimo il più sentito cordoglio per la morte di Silvio Berlusconi, assoluto protagonista della vita pubblica italiana degli ultimi cinquanta anni. 
Da imprenditore ha rivoluzionato il mondo della comunicazione e dello sport, con spirito d’iniziativa e innovazione straordinari". Questo il cordoglio di Mario Draghi per la morte di Silvio Berlusconi

E ancora: "Da leader ha trasformato la politica ed è stato amato da milioni di italiani per la sua umanità e il suo carisma. Alla famiglia, ai dipendenti del suo gruppo, alla comunità di Forza Italia, le più sentite condoglianze"

Il cordoglio di Putin: "Lo ammiravo, era un vero amico"

Il presidente russo Vladimir Putin ha inviato un telegramma di condoglianze per la morte di Silvio Berlusconi, ricordandolo come "una persona cara, un vero amico".

"Ne ammiravo sinceramente la saggezza e la capacita' di prendere decisioni lungimiranti", si legge nel testo del messaggio diffuso dal Cremlino. "Sarà ricordato in Russia come costante e principale sostenitore del rafforzamento di rapporti amichevoli tra i nostri Paesi", prosegue Putin

Mattarella: "Ha segnato la storia della Repubblica"

"Apprendo con profonda tristezza la notizia della morte di Silvio Berlusconi, fondatore e leader di Forza Italia, protagonista di lunghe stagioni della politica italiana e delle istituzioni repubblicane. Berlusconi è stato un grande leader politico che ha segnato la storia della nostra Repubblica, incidendo su paradigmi, usi e linguaggi". È un passaggio della dichiarazione del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Sabina Guzzanti, non posso dire che mi mancherà ma...

"Non posso dire che mi mancherà ma... #SilvioBerlusconi L'ultimo trucco". Con un post su Twitter in cui mette una foto di se stessa durante una fase in cui si sottopone alle cure della truccatrice per impersonare Berlusconi, l'attrice satirica Sabina Guzzanti dà l'ultimo saluto all'ex premier scomparso oggi a 86 anni. 

Coldiretti, è stato amico dell'agricoltura italiana

"Il popolo della Coldiretti, i suoi soci, le famiglie coltivatrici, il suo gruppo dirigente salutano dolenti Silvio Berlusconi". Lo affermano il presidente Ettore Prandini ed il segretario generale Vincenzo Gesmundo. "Il nostro è un omaggio che va oltre le appartenenze politiche, oltre gli schieramenti, nel ricordo del segno profondo - proseguono - che Il presidente Berlusconi ha lasciato sulla società italiana. Silvio Berlusconi è stato un amico dell'agricoltura italiana guardando sempre a noi di Coldiretti, come a un tassello prezioso e da valorizzare per gli interessi del Paese. Gliene saremo sempre grati. Tutto il nostro cordoglio alla sua famiglia, ai suoi cari, ai suoi amici". 

I funerali mercoledì nel Duomo a Milano

funerali di Sivlio Berlusconi si svolgeranno mercoledì nel Duomo di Milano. Lo conferma la Diocesi meneghina, che non ha dato ancora indicazioni sull'orario delle esequie. 

D'Alema, indiscutibile il suo contributo

"Colpisce e addolora la scomparsa di Silvio Berlusconi. Vorrei innanzitutto esprimere ai suoi familiari, ai suoi amici e alla sua parte politica il cordoglio di chi, come me, lo ha contrastato sul piano della politica durante i trent'anni di storia della cosiddetta Seconda Repubblica". Lo dichiara Massimo D'Alema in una nota. "Non è ora il momento per una valutazione di carattere storico e politico, anche se è indiscutibile il contributo che Berlusconi ha dato alla edificazione di un nuovo sistema e alla creazione, in Italia, di una destra legata al sistema democratico europeo. Rimane il ricordo, sia pure nella durezza del conflitto, del suo tratto umano affabile e cordiale", conclude.

Vespa: "Statista. Con lui è nata la democrazia dell'alternanza"

"Berlusconi ha portato una ventata di liberà alla democrazia italiana. Con lui è nata la democrazia dell'alternanza". Lo afferma Bruno Vespa. "Indimenticabile - riprende - la stretta di mano con Bush e Putin nel 2002 a Pratica di Mare e il discorso del 2009 a Onna dopo il terremoto dell'Aquila, che fu salutato da destra e sinistra come quello di uno statista". 

Bandiere a mezz'asta al Senato

Bandiere a mezz'asta a Palazzo Madama e negli altri edifici che ospitano gli uffici del Senato, in segno di lutto per la scomparsa del sen. Silvio Berlusconi. Lo ha deciso il presidente del Senato, Ignazio La Russa.

L'ambasciata russa: "Grande statista, visionario e di cuore"

"Siamo profondamente scossi dalla notizia della morte di Silvio Berlusconi. Un grande statista che ha lasciato un segno profondo nella storia dell'Italia, del mondo e delle relazioni russo-italiane. Un visionario, un uomo dalle grandi capacità e dal grande cuore. Le nostre più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici, al popolo italiano". È il messaggio di cordoglio dffuso sui profili social ufficiali dell'ambasciata della Federazione russa in Italia per la morte di Silvio Berlusconi. 

Schlein, rispetto per un protagonista della storia del Paese

"La scomparsa di Silvio Berlusconi chiude un'epoca partecipiamo al cordoglio della sua famiglia dei suoi cari, della comunità di Forza Italia , delle forze di maggioranza e del governo. Siamo stati sempre avversari, ma in questo momento rimane il rispetto che si deve a un protagonista della storia politica di questo Paese. Per questo motivo , in segno di rispetto e di dolore, abbiamo deciso di rinviare la direzione del Pd che si doveva svolgere oggi pomeriggio". Lo ha detto la segretaria Pd Elly Schlein al Nazareno.

FC Inter, ha lasciato un segno indelebile nella storia del Paese

"Il presidente Steven Zhang e tutta FC Internazionale Milano esprimono il proprio profondo cordoglio per la scomparsa del presidente Silvio Berlusconi". Lo scrive il club nerazzurro sul suo sito web. "La sua figura - si legge ancora - ha lasciato un segno indelebile nella storia del nostro Paese. Le sfide tra l'Inter e il suo Milan hanno reso la città di Milano il cuore del calcio mondiale".

Tronchetti: "Lascia un segno indelebile nella storia del Paese"

"Con Silvio Berlusconi scompare un uomo straordinario, un protagonista dei nostri tempi. Intelligenza, energia e coraggio hanno caratterizzato la sua vita e alimentato il suo spirito imprenditoriale. Lascia un segno indelebile nella storia del nostro Paese. Sono vicino con grande affetto ai suoi figli, ai suoi familiari e agli amici di una vita". Lo ha affermato Marco Tronchetti Provera, vice presidente e amministratore delegato di Pirelli.

L'Ue, porgiamo le condoglianze al popolo italiano

"Porgiamo le nostre condoglianze alla famiglia Berlusconi e al popolo italiano per la sua scomparsa. A breve pubblicheremo una dichiarazione. La presidente (Ursula von der Leyen) ha appreso la notizia in viaggio" verso l'America Latina. Lo ha affermato il portavoce della Commissione europea, Eric Mamer, nel suo briefing quotidiano con la stampa. 

Sala, ho offerto il Comune per la camera ardente

"Ho offerto, tramite Fedele Confalonieri, alla sua famiglia, la Sala Alessi per la Camera ardente se lo gradissero". Lo ha detto il sindaco di Milano Giuseppe Sala a margine di un evento a Palazzo Marino dopo la morte di Silvio Berlusconi. "Però ovviamente - ha aggiunto - sono cose che stanno nella volontà della famiglia, e credo che sia assolutamente giusto se volessero". Invece "per quanto riguarda l'intitolazione di una strada o monumento ci sono delle regole che dicono di aspettare dieci anni, ma non è quello l'unico modo per ricordare. Intanto offriamo la camera ardente qui a Palazzo Marino, se la famiglia vorra'". 

Casellati, lo avevo sentito ottimista

"Ci eravamo sentiti nei giorni scorsi, dovevamo vederci sabato ad Arcore. L'avevo sentito attivissimo, ottimista come sempre. Mi aveva chiesto dei dossier per i coordinamenti, voleva ricreare i club di Forza Italia, aveva prestato molta attenzione ai giovani. Non me l'aspettavo, questo lunedì nero era inaspettato". Lo ha detto il ministro per le Riforme, Elisabetta Casellati, a L'aria che tira su La 7.

Franceschini, un avversario ma riconoscerne la grandezza

"Non è soltanto il momento del cordoglio e del rispetto. La grandezza va riconosciuta anche negli avversari". Lo twitta Dario Franceschini che aggiunge: "Berlusconi ha cambiato storia politica italiana e tutti noi, anche contrastandolo, abbiamo seguito il percorso di bipolarismo e alternanza che lui ha avviato".

Zaia: "Pioniere che ha scritto la storia d'Italia"

"Ci lascia un uomo che ha scritto la storia recente della politica italiana, un pioniere nel campo dei media, in particolare della televisione e della pubblicità. Nessuno può dimenticare la nascita del primo network italiano con le tre reti, la Fininvest, e la fondazione di Publitalia per la raccolta pubblicitaria. In campo politico ha saputo tessere alleanze 'del buon governo' sia nel Nord, sia nel Centro-Sud, lanciando un progetto politico che, già nei primi anni novanta, ha fornito un preciso referente all'elettorato di centro-destra, di chiara impronta liberista, valorizzando l'iniziativa privata". Lo dice il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, ricordando la figura di Silvio Berlusconi. 

Meloni annulla gli impegni in agenda

Il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, appresa la notizia della morte dell'ex presidente Silvio Berlusconi, ha annullato tutti gli appuntamenti istituzionali in agenda. È quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi. 

Lorenzin (Pd): "Grande influenza sulla vita degli italiani"

"Con la scomparsa di Silvio Berlusconi si chiude un'epoca, finisce la così detta 'seconda Repubblica'. Una figura che ha impattato nella vita del Paese durante la fase più difficile e complessa della "prima Repubblica", che ha dato un nuovo slancio e stabilità al Paese, senza risparmiarsi mai. Ogni sua azione ha avuto una profonda influenza sulle vite degli italiani, tanto sul piano imprenditoriale ed economico, tanto su quello politico. Ha sempre creduto nei giovani a cui dava un'opportunità". Così la senatrice Pd Beatrice Lorenzin

Meloni, raggiungeremo gli obiettivi che con Berlusconi ci siamo dati

Con Silvio Berlusconi "noi abbiamo combattuto, vinto, perso molte battaglie e anche per lui porteremo a casa gli obiettivi che insieme ci siamo dati. Addio Silvio". Così il presidente del Consiglio Giorgia Meloni ricorda l'alleato Silvio Berlusconi in un video registrato nel suo studio a Palazzo Chigi.

Meloni: "Berlusconi combattente, uno dei più influenti d'Italia"

"Silvio Berlusconi era soprattutto un combattente. Era un uomo che non aveva mai avuto paura a difendere le sue convinzioni. E sono stati esattamente quel coraggio e quella determinazione a farne uno degli uomini più influenti della storia d'Italia a consentirgli di imprimere delle vere proprie svolte nel mondo della politica, della comunicazione, nel mondo dell'impresa". Così il presidente del Consiglio Giorgia Meloni ricorda l'alleato Silvio Berlusconi in un video registrato nel suo studio a Palazzo Chigi.

Meloni: "Con Berlusconi l'Italia ha imparato a non darsi vinta"

Con Silvio Berlusconi, "l'Italia ha imparato che non doveva mai farsi imporre dei limiti, ha imparato che non doveva mai darsi per vinta". Così il presidente del Consiglio Giorgia Meloni ricorda l'alleato Silvio Berlusconi in un video registrato nel suo studio a Palazzo Chigi. 

Ronzulli (FI): "Perdo un secondo padre. Addio dottore"

"Un papà eccezionale, un figlio devoto, un leader politico come non ce ne saranno mai più. Questa notizia strappa il cuore e mi lascia impietrita dal dolore. Perdo un pezzo della mia vita e un secondo padre. È stato un onore e un privilegio camminare al suo fianco. Addio, come l'ho sempre chiamata, Dottore". Così la capogruppo di FI al Senato Licia Ronzulli ricorda Silvio Berlusconi, di cui è stata una delle più strette collaboratrici per molti anni.

Scajola posta una foto d'antan: "Ciao amico mio"

"Ciao amico mio". Poche parole e un vecchio scatto che li ritrae vicini, più giovani e sorridenti. Così il sindaco di Imperia, Claudio Scajola, ha voluto ricordare Silvio Berlusconi nel giorno della sua morte. Scajola aveva iniziato nel 1995 la collaborazione politica con il leader di Forza Italia, aderendo al partito e assumendo il ruolo di coordinatore provinciale all'inizio e poi nazionale. Deputato in quattro legislature (per Forza Italia e Pdl), è stato a capo di diversi ministeri: dell'Interno (2001-02), durante il governo Berlusconi II, per l'Attuazione del programma di governo (2003-05), nel Berlusconi III, delle Attività produttive (2005-06) e per lo Sviluppo economico (2008-10), nel Berlusconi IV. 

Napoli Calcio, profondo cordoglio per la sua scomparsa

"Il presidente Aurelio De Laurentiis, con la moglie Jacqueline, Luigi, Edoardo e Valentina, i dirigenti, lo staff tecnico, la squadra e tutta la SSC Napoli esprimono profondo cordoglio per la scomparsa di Silvio Berlusconi". Così il Napoli in una nota pubblicata su Twitter. 

Bonaccini: "Cordoglio per la scomparsa di un uomo e di un leader"

"Esprimo sincero cordoglio per la scomparsa dell'uomo e del leader politico. La mia vicinanza, in questo momento, va alla famiglia di Silvio Berlusconi e alla comunità politica di Forza Italia e del centrodestra, che Berlusconi ha fatto nascere e guidato per un lungo ciclo della politica italiana". Così, in un post su Facebook, Stefano Bonaccini presidente del Partito Democratico e della Regione Emilia-Romagna. 

Ciriani: "Ha segnato la storia dell'Italia. La sua eredità vivrà

"Un dolore grandissimo. Ci stringiamo alla famiglia, agli amici di Forza Italia e piangiamo tutti insieme la scomparsa di Silvio Berlusconi. Un uomo che ha segnato la storia dell'Italia, che ha portato nel nostro Paese una nuova idea e una nuova visione di politica. Il padre del centrodestra, un alleato indispensabile, un imprenditore lungimirante, un leader, un trascinatore, uno statista". Lo afferma Luca Ciriani, ministro per i Rapporti con il Parlamento. "Oggi siamo in lutto, oggi abbiamo perso un riferimento, ma siamo certi che la sua eredità continuerà ad essere viva", conclude.

Gozi (Re), si è battuto per un'Europa più forte

"Silvio Berlusconi è stato un grande protagonista della nostra storia. Un leader mondiale che si è battuto per un'Europa più forte, più democratica e protagonista nel mondo. Avversario leale e uomo che con coraggio e visione ha partecipato al cambiamento del nostro Paese: nell'impresa, nello sport, nella comunicazione e in politica. Alla sua famiglia, ai suoi cari, alle donne e agli uomini di Forza Italia e del Partito popolare europeo, esprimiamo il nostro più sincero cordoglio". Lo afferma Sandro Gozi, eurodeputato di Renew Europe e segretario generale del Partito democratico europeo. 

Fratoianni, sempre lontani ma ha segnato la politica

"Silvio Berlusconi ha segnato la politica del nostro Paese negli ultimi 30 anni. Dalle sue scelte, dalle sue idee, dalla sua visione di Paese siamo sempre stati e saremo lontanissimi". Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni. "Oggi, di fronte alla sua scomparsa, esprimiamo le nostre condoglianze alla famiglia, ai suoi cari, alla sua comunità politica", conclude.

Tajani anticipa il rientro da Washington

Il vice presidente del Consiglio e ministro degli Esteri Antonio Tajani, in missione a Washington per incontri istituzionali, sta rivedendo i tempi del viaggio, per anticipare il rientro in Italia dopo essere stato raggiunto dalla notizia del decesso di Silvio Berlusconi. Lo rendono noto fonti della Farnesina. 

Sgarbi, eroe della resistenza alla magistratura

"È stato un eroe della resistenza alla magistratura. Io ero suo amico nel privato, sul piano politico non ho potuto che condividere sue posizioni. L'amicizia è un legame fondamentale ma nessuno, dopo Tortora, è stato al centro di un'indagine giudiziaria così ingiusta. Ha sacrificato la sua vita personale per un'attività per cui non era neanche tanto portato, ma ha resistito alle indagini della magistratura che hanno distrutto tutti i partiti. Per questo è un eroe della resistenza alla magistratura". Così il sottosegretario alla Cultura, Vittorio Sgarbi, ha commentato all'AGI la morte del fondatore di Forza Italia, Silvio Berlusconi. 

Carfagna: "Dolore enorme, entrerà nei libri di storia"

 "Apprendo con enorme dolore della scomparsa di Silvio Berlusconi. Entrerà nei libri di storia come il leader italiano che ha trasformato la politica, il calcio, la tv, l'economia. Ma oggi voglio ricordare soprattutto l'uomo: il mentore che mi ha dato fiducia, che mi ha spinto a fare politica, che non mi ha mai fatto mancare sostegno e incoraggiamento, con una carica di affetto e stima che non è mai venuta meno, neppure nei momenti di dissenso e disaccordo. Per questo gli sarò sempre riconoscente". Così, in una nota, Mara Carfagna, presidente di Azione. "Oggi - aggiunge Carfagna - piango con i figli e la famiglia la scomparsa di una persona speciale, geniale, generosa, sorprendente. Lascia un vuoto incolmabile per chi lo ha conosciuto e gli ha voluto bene". 

Salvini: impegno a proseguire sulla strada da lui tracciata

"Oggi ci saluta un grande italiano. Uno dei più grandi di sempre, in tutti i campi, da tutti i punti di vista, senza eguali. Ma soprattutto oggi perdo un grande amico. Sono distrutto e piango raramente, oggi è uno di quei giorni". È il lungo messaggio di commozione che Matteo Salvini affida ai social dopo la morte di Silvio Berlusconi. "Conservo come un dono prezioso il valore della tua amicizia, i tuoi consigli, la tua generosità, il tuo rispetto, il tuo genio, i tuoi rari e affettuosi rimproveri subito seguiti da complimenti e attenzioni uniche. Hai fatto tanto per l'Italia e per gli italiani, lasci un vuoto difficile da colmare, da oggi dedicheremo ogni nostro sforzo e tutto il nostro impegno per proseguire le mille strade che hai per primo visto e tracciato", è l'impegno che si prende il segretario della Lega. "Il più grande patrimonio che lasci su questa terra, che sono la tua splendida famiglia e i tuoi affetti, varranno mille vite ancora. Buon viaggio Silvio, amico mio", conclude. 

Media Cina: fu il premier più longevo dal dopoguerra

Silvio Berlusconi viene ricordato come il presidente del Consiglio più longevo dalla fine della Seconda guerra mondiale nei primi articoli apparsi sui media cinesi dopo la diffusione della notizia della sua morte, all'ospedale San Raffaele di Milano. I media statali hanno ricordato brevemente la malattia diagnosticatagli nelle scorse settimane, la leucemia mielomonocitica cronica, e le complicazioni derivanti da un'infezione polmonare, e hanno ripercorso brevemente la figura dell'ex presidente del Consiglio, scomparso oggi all'età di 86 anni. "È stato premier tre volte e il più longevo premier italiano dopo la fine della Seconda guerra mondiale", si legge in un breve articolo del tabloid Global Times, e "il partito Forza Italia da lui fondato trent'anni fa è membro dell'attuale coalizione di governo".

Lorenzo Casini: "Protagonista assoluto del calcio per decenni"

"Il presidente Berlusconi è stato un protagonista assoluto del calcio per decenni. Ha fatto la storia di questo sport, modificandone i paradigmi e innovando sempre, portando il calcio italiano sul tetto d'Europa e in cima al mondo. La Lega Serie A si unisce commossa al dolore della famiglia e di tutti gli italiani". Il presidente della Lega Serie A, Lorenzo Casini, commenta così in una nota la scomparsa di Silvio Berlusconi. 

Capigruppo Lega; "Ciao Silvio, vero precursore dei tempi"

"Tutta la Lega si stringe alla famiglia Berlusconi. Con lui se ne va un pezzo di storia del nostro Paese, un uomo vero e precursore dei tempi che ha saputo cogliere le esigenze di un popolo intero, anche dei suoi detrattori. Ai suoi cari va il nostro affetto e la nostra vicinanza. Riposa in pace, Silvio". Così i capigruppo dela Lega a Camera e Senato, Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo.

Pichetto: "Ciao presidente!"

"Ciao Presidente!". Cosi' su Twitter il ministro dell'Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto, postando una foto in primo piano di Silvio Berlusconi. 

Il Pd rinvia la Direzione nazionale

In segno di rispetto per la scomparsa di Silvio Berlusconi il Partito Democratico ha deciso di rinviare la Direzione prevista per oggi

La Russa: "C'è una Italia prima e dopo di lui"

"Una cosa è sicura c'è una Italia prima e dopo Silvio Berlusconi. Berlusconi ha cambiato la politica italiana e non solo. È stato un uomo che cambiava il rapporto con il mondo, con le persone, con la società". A dirlo, in collegamento con il Tg1, il presidente del Senato, Ignazio La Russa. 

Metsola: "Ha lasciato il segno e non sarà dimenticato"

"Silvio Berlusconi: il combattente che ha guidato il centrodestra e che è stato protagonista della politica in Italia e in Europa per generazioni. Padre, imprenditore, eurodeputato, presidente del Consiglio, senatore. Ha lasciato il segno e non sarà dimenticato. Grazie Silvio". Lo scrive in un tweet la presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola.

L'affetto di Casini: "...sai che ti ho voluto bene"

"Con la scomparsa del presidente Berlusconi se ne va un'epoca della storia italiana e delle nostre vite", scrive su Instagram Pier Ferdinando Casini.
"Nella mia mente - riprende l'ex presidente della Camera - si affollano un'infinità di ricordi: alcuni belli ed anche divertenti che hanno segnato la nostra amicizia, altri più amari, com'è inevitabile nelle cose di questo mondo. Silvio è stato un grande della vita italiana e penso che, a questo punto, dovrebbero riconoscerlo anche i suoi oppositori: il che non significa condivisione, ma rispetto". "Ho negli occhi l'ultima passeggiata che feci con lui nel parco della sua villa ad Arcore, dopo la riconferma del Presidente Mattarella: addio Silvio, tu sai che, 
nonostante i nostri contrasti, ti ho voluto bene!", conclude Casini. 

Schifani: "Sconvolto dalla notizia, perdiamo uno statista"

"La notizia della morte di Silvio Berlusconi mi sconvolge, essendo venuto meno non soltanto il mio leader politico, ma un fraterno amico. Esprimo la mia più affettuosa vicinanza e il mio più sentito cordoglio ai familiari. L'Italia perde un grande statista, un uomo che ha cambiato la politica, dando una casa comune a quanti si riconoscono nei valori liberali che hanno garantito la tenuta democratica del Paese. Berlusconi è stato un leader che ha dominato la scena politica internazionale degli ultimi 30 anni. Personalmente perdo un riferimento politico e una guida, al quale devo il mio impegno diretto nelle istituzioni, ma soprattutto un amico con il quale ho condiviso anni di battaglie per la libertà e per il bene dell'Italia". Lo dice il presidente della Regione siciliana, Renato Schifani.

Dureghello: "Grande amico del popolo ebraico e di Israele"

"Sono addolorata per la morte di Silvio Berlusconi, un grande amico del popolo ebraico e Israele. A lui si deve il cambio di paradigma tra l'Italia e lo Stato ebraico. La terra gli sia lieve". Così su Twitter Ruth Dureghello, presidente della comunità ebraica romana. 

Gentiloni: "Ha lasciato un segno profondo nell'Italia"

"Con Silvio Berlusconi scompare un leader che ha lasciato un segno profondo nell'Italia degli ultimi decenni. Per tutti, oggi è il momento del cordoglio, della vicinanza alla sua famiglia e alla comunità di Forza Italia". Lo scrive in un tweet il commissario europeo all'Economia, Paolo Gentiloni.

Enrico Letta: "Un momento che coinvolge tutti"

"Berlusconi ha fatto la storia del nostro Paese. La sua scomparsa segna uno di quei momenti in cui tutti, che siano stati vicini o lontani dalle sue scelte, si sentono coinvolti". Lo scrive Enrico Letta su Twitter. "Affetto e vicinanza ai suoi familiari e ai suoi amici. E a tutta la comunità politica di Forza Italia", conclude l'ex presidente del Consiglio.

Toti: "Oggi l'Italia è più povera e spaesata"

"Una notizia che non avremmo mai voluto apprendere: il presidente Silvio Berlusconi non è più con noi. È davvero difficile in questo momento ordinare emozioni e trent'anni di ricordi. Il mio abbraccio va alla sua famiglia, ai suoi figli, che hanno diviso un padre con il suo impegno per il Paese". Giovanni Toti, sulla sua pagina Facebook, oserva quindi che "oggi l'Italia è infinitamente più povera, spaesata". "Ma sono certo - riprende Toti, che di Berlusconi è stato tra i più stretti colaboratori - che da lassù continuerà il suo lavoro. A noi qui continuare lo sforzo di modernizzazione e cambiamento della nostra Repubblica. Un impegno che deve essere eredita' e patrimonio comune".

Lupi: "L'Italia perde un grande protagonista della sua storia"

"Sivio Berlusconi ci mancherà. Molto. Ci mancherà il suo genio, la sua simpatia, la sua intelligenza politica, la sua energia, la sua umanità. Personalmente mi mancherà la sua amicizia. Imprenditore, editore, uomo politico, ha cambiato questo Paese. È presto per capire quale sarà la sua eredità politica e culturale. L'Italia perde un grande protagonista della sua storia. Sono vicino alla sua famiglia, con la preghiera e con l'affetto che ho sempre avuto per quello che ho sempre chiamato, e che resta anche ora, il Presidente". Lo dice in una nota Maurizio Lupi, leader di Noi Moderati. 

Schlein: "Rispetto il protagonista. Si chiude un'epoca"

"Di fronte alla scomparsa di Silvio Berlusconi vogliamo far arrivare tutta la nostra vicinanza al dolore della sua famiglia, dei suoi cari e di tutta Forza Italia, così come vogliamo che arrivi al governo e alle forze di maggioranza. Con la morte di Silvio Berlusconi si chiude un'epoca". Così la segretaria Pd, Elly Schlein.
"Tutto ci ha divisi e ci divide - riprende - dalla sua visione politica, resta pero' il rispetto che umanamente si deve a quello che è stato un protagonista della storia del nostro Paese".
Schlein porge dunque "le più sentite condoglianze da parte del Partito Democratico".

Renzi: "Ha fatto la storia del Paese"

"Silvio Berlusconi ha fatto la storia in questo Paese", scrive Matteo Renzi su Facebook.
"Tanti - riprende - lo hanno amato, tanti lo hanno odiato: tutti oggi devono riconoscere che il suo impatto sulla vita politica ma anche economica, sportiva, televisiva è stato senza precedenti. Oggi l'Italia piange insieme alla famiglia, ai suoi cari, alle sue aziende, al suo partito. A tutti quelli che gli hanno voluto bene il mio abbraccio più affettuoso e più sincero".
"In queste ore porto con me i ricordi dei nostri incontri, dei tanti consigli, dei nostri accordi, dei nostri scontri. Ma soprattutto di una telefonata in cui Silvio, non il presidente, mi ha fatto scendere una lacrima parlando della mamma. Ci mancherai Pres, che la terra ti sia lieve", conclude il leader Iv. 

Salvini: "Ha deciso di salutarci grande italiano

"Un grande amico del lago Maggiore un grande italiano ha deciso di salutarci proprio oggi. Chiedo un minuto di silenzio per Silvio Berlusconi". Così un commosso Matteo Salvini a Lesa per inaugurare la nuova sede della Guardia Costiera, alla notizia della morte di Silvio Berlusconi. Subito dopo Salvini ha lasciato Lesa.

A Genova ministro Zangrillo chiede minuto silenzio

Il ministro per la Pubblica amministrazione, Paolo Zangrillo, a Genova per il convegno "Facciamo semplice l'Italia", ha chiesto un minuto di raccoglimento appena appresa la notizia della morte di Silvio Berlusconi. Il titolare del dicastero, esponente di Forza Italia, ha ricevuto la notizia dal presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, che ha letto un'agenzia appena iniziato il convegno, subito sospeso per 15 minuti. Molto scosso il governatore, cosi' come molti dei presenti. In lacrime la consigliera regionale Lilli Lauro.

Read 681 times

Utenti Online

Abbiamo 864 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine