ANNO XIII Dicembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 29 Settembre 2016 07:55

Torino - Palazzo civico: le decisioni della giunta Appendino

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Tra le decisioni assunte stamani dall’esecutivo di Palazzo Civico, il via libera un provvedimento che assicura la continuità dei servizi di assistenza domiciliare e a delibere sulla riorganizzazione per l’istituzione dello Sportello Unico delle Manifestazioni, sulla valorizzazione del patrimonio verde, sulla partecipazione di Torino alla marcia per la pace di Assisi e agli eventi organizzati con la Figc in occasione dell’incontro tra le rappresentative nazionali di Italia e di Spagna. 

Assistenza domiciliare. Disco verde questa mattina della Giunta comunale a una delibera che recepisce il prolungamento, fino al 31 gennaio del 2017, dell’intesa siglata nel 2015 tra Città di Torino e Asl TO1 e TO2: accordo che ha impegnato le aziende sanitarie e Palazzo Civico ad assicurare continuità delle prestazioni domiciliari per anziani non autosufficienti e persone disabili residenti nel capoluogo piemontese.
Il differimento della scadenza dell’intesa consente di garantire la non interruzione delle attività di assistenza domiciliare, di cui in città beneficiano oltre 5mila persone, quale strumento alternativo o complementare al ricovero in strutture residenziali. Il Comune e le Asl Torino 1 e 2 proseguono l’impegno a coprire le spese per il funzionamento di questi preziosi servizi destinati a una parte significa della popolazione torinese, sia numericamente e sia dal punto di vista dei bisogni.
In attesa della ridefinizione delle modalità di gestione delle prestazioni domiciliari in lungo assistenza a favore di persone non autosufficienti, nessun rischio di stop alle cure a casa. Come si legge nel testo della delibera approvata stamani, “la Regione Piemonte, nelle more dell’adozione dei provvedimenti di revisione del sistema di gestione delle prestazioni socio-sanitarie e dei relativi strumenti di finanziamento, ha autorizzato un ulteriore differimento dell’accordo in essere fino al 31 gennaio 2017”. 
Le Asl cittadine, come previsto dall’accordo di due anni fa, continuano a coprire la metà della spesa destinata al sistema della domiciliarità in lungo assistenza e la Città di Torino a integrare la compartecipazione dovuta dai cittadini per il restante 50 per cento.
A proposito di spesa, la stessa delibera stanzia per questi servizi la somma di 3 milioni e 600 mila euro, in parte finanziata con fondi regionali.

Sportello Unico per le Manifestazioni. Riorganizzare per razionalizzare le risorse umane e finanziarie e, allo stesso tempo, assicurare maggiore qualità ed efficacia ai servizi, snellendo i procedimenti amministrativi. Un’operazione, tra le altre cose, propedeutica all’istituzione dello Sportello Unico per le Manifestazioni che, tra breve, renderà più semplice e rapido il disbrigo di pratiche e l’ottenimento delle autorizzazioni necessarie per l’organizzazione di eventi culturali, sportivi e di altro tipo.
Proprio con lo scopo di raggiungere questo obiettivo è stato deciso istituire un servizio che, oltre alle attività degli uffici del Gabinetto del Sindaco, degli uffici stampa e del portavoce del Sindaco, raggruppa quelle svolte in precedenza dal servizio Relazioni internazionali, quelle che riguardano agli Eventi della Città, la relativa Comunicazione e Promozione, il Look e le sponsorizzazioni della Città, le attività relative alle concessioni per occupazioni temporanee e alla segreteria amministrativa del Tavolo tecnico manifestazioni. Insieme a queste, portano risorse e competenze nella nuova struttura anche i settori che si occupano di new media e portale web di Palazzo Civico. 
Il dirigente del neonato servizio è Paolo Lubbia, che aggiunge questo incarico a quello di direttore della divisione Catasto e Tributi. 
Questa mattina il via libera della Giunta all’atto di riorganizzazione. 

Torino e la nazionale di calcio. La città si prepara ad accogliere la nazionale azzurra di calcio, che sarà impegnata allo Juventus Stadium il prossimo 6 ottobre per la sfida (gara di qualificazione ai Mondiali del 2018) con la Spagna, con una serie di eventi organizzati in collaborazione con la Federazione Italiana Gioco Calcio. Tra gli appuntamenti in calendario tra il 4 e 6 ottobre, l’esposizione a Palazzo di Città delle Coppe del Mondo e della Coppa Europa vinte dagli azzurri, l’illuminazione della Mole Antonelliana con azzurro o tricolore, e un incontro, anche questo a Palazzo Civico, tra il Settore giovanile scolastico della FIGC e rappresentanti di squadre giovanili locali. Questa mattina il via libera dell’esecutivo comunale all’evento “Torino città azzurra”, con la partita tra le nazionali maggiori di Italia e Spagna e le altre manifestazioni ad essa collegate.

Valorizzazione del patrimonio verde. Approvato un protocollo d’intesa con tra Città di Torino e Lions Club International, finalizzato alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio di verde pubblico. Tre i progetti oggetto della collaborazione: “Green jobs”, che prevede l’utilizzo di tecniche produttive ecosostenibili per rispettare l’ambiente; “Orti sostenibili”, che punta a promuovere lo sviluppo dell’agricoltura nel territorio urbano. Il terzo progetto prevede l’attività di cura del territorio e l’adozione di uno spazio urbano pubblico attraverso il coinvolgimento diretto dei cittadini.

Torino marcia per la pace. La Città di Torino parteciperà alla Marcia Perugia-Assisi della pace e della fraternità che si svolgerà il 9 ottobre prossimo. L’adesione all’iniziativa è stata approvata questa mattina dalla Giunta comunale. La Città sostiene annualmente la realizzazione di manifestazioni per lo sviluppo della cooperazione internazionale, dell’apprendimento interculturale e della pace, nelle sue diverse forme, attraverso il sostegno agli enti, associazioni e reti di enti locali. Da tempo Torino ha avviato, insieme ad altri comuni italiani, una riflessione sul tema della pacifica convivenza tra i popoli e sulla necessità di un impegno comune per promuovere iniziative volte a perseguire una “cultura della pace” che ha portato alla costituzione del “Coordinamento Comuni per la Pace della provincia di Torino”. (mge)

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1440 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1322 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa