ANNO XIII Dicembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 04 Gennaio 2017 00:00

Carburanti, consumatori: "Stangata per automobilisti: +263 euro"

Written by 
Rate this item
(0 votes)

I consumatori scendono in campo per denunciare l'aumento dei prezzi dei carburanti. E se per il Codacons il 2017 "si apre con una stangata per gli automobilisti italiani" con un pieno che costa "7,2 euro in più rispetto allo scorso anno" e un gasolio che "vola a +11,3%", Adusbef e Federconsumatori evidenziano come tra costi diretti e indiretti "nel 2017 ci saranno rincari complessivi causati da questi aumenti sia in termini diretti che indiretti di +263 euro".

Gli aumenti, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (dati del ministero), rilevano Adusbef e Federconsumatori, "hanno raggiunto importanti livelli. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno la benzina è passata da 1,43 a 1,57 euro al litro, con un aumento di ben 14 centesimi al litro, dovuti ad un inverosimile incremento della tassazione. Un rincaro che, in termini annui, si traduce in un aggravio di +168 euro per costi diretti". Per il gasolio, osservano, "rispetto allo stesso periodo dello scorso anno l’aumento è stato di 13 centesimi (passando da 1,25 a 1,38), con un aggravio diretto, in termini annui, di +156 euro", informa Adnkronos.

Un andamento, questo, sottolineano le due associazioni dei consumatori, "insostenibile per le famiglie, che oltre a fare i conti con le ricadute della crisi economica dovranno sostenere le ripercussioni che tali aumenti avranno su tutti i prezzi e tariffe". Proprio per questo, sottolineano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti di Federconsumatori e Adusbef, "è necessario intervenire con grande determinazione sul fronte dell’eccessiva tassazione sui carburanti, quindi su accise e Iva. Inoltre in merito all’Iva è da scongiurare nella maniera più assoluta un aumento dovuto alle clausole di salvaguardia, che la porterebbe sino al 25,5%, con pesantissime ricadute sui prezzi e sulle tasche dei cittadini".

"Gli incrementi dei listini -commenta il presidente del Codacons, Carlo Rienzi. hanno effetti diretti sulle tasche dei consumatori: per un pieno di diesel si spendono infatti 7,2 euro in più rispetto lo scorso anno; +5,1 euro per la benzina.La categoria degli automobilisti, tra incrementi dei pedaggi autostradali, delle multe e dei carburanti, è senza dubbio la più tartassata di inizio 2017".

Il Governo, conclude Rienzi, "deve assolutamente intervenire, sterilizzando i rincari e riducendo la folle tassazione sui carburanti che pesa oramai per il 70% su ogni litro di benzina e gasolio acquistato dagli automobilisti".

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 987 times Last modified on Mercoledì, 04 Gennaio 2017 10:51

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1302 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa