ANNO XIV Aprile 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 07 Aprile 2017 06:33

E' guerra, Trump scatena attacco missilistico sulla Siria

Written by 
Rate this item
(0 votes)

La strage degli innocenti, i bambini della Siria mostrati con le maschere negli ultimi istanti di vita hanno sbarellato la politica internazionale e il feeling Trump Putin

Già ieri la Cnn riportava l’annuncio che Trump riconoscendo la gravità della situazione in Siria, stava prendendo in considerazione l'azione militare come rappesaglia all’attacco chimico di martedì. Le parole non erano criptate dalla diplomazia: "Penso che quello che ha fatto Assad sia terribile" e che quanto successo in Siria sia "un crimine vergognoso che non sarebbe dovuto accadere e non si doveva permettere che accadesse. Credo che sia una vergogna per l'umanità" aveva detto Trump, parlando ai giornalisti a bordo dell'Air Force One, diretto in Florida per il summit con l'omologo cinese Xi Jinping. "Qualcosa dovrà succedere", ha chiosato il presidente rifiutandosi però di dare ulteriori dettagli su quale sarà la risposta degli Usa. E ha fatto anche riferimento a una Siria senza il demone Assad che alcuni politopici ritengono essenziale nello scenario internazionale, come del resto lo ritiene Putin.

La notizia di oggi venerdì è inequivocabile, come riportano tutte le agenzie.

Dalla Cnn

Gli Stati Uniti hanno lanciato un attacco militare Venerdì su un obiettivo del governo siriano, come rappresaglia per l' attacco di armi chimiche contro i civili all'inizio della settimana. Ecco l'ultima:

- Su ordine del presidente Donald Trump, navi da guerra statunitensi hanno lanciato 59 missili da crociera Tomahawk ad una base aerea governo siriano in cui si erano basati i aerei militari che hanno effettuato gli attacchi chimici, i funzionari Usa hanno detto.

- legislatori degli Stati Uniti hanno espresso sostegno alla decisione di Trump , ma anche messo in guardia il presidente di consultare il Congresso prima di iniziare una guerra.

L'ex candidato democratico alla presidenza e il Segretario di Stato Hillary Clinton , nel corso di un discorso a New York il Giovedi, hanno sostenuto di lasciar fuori aeroporti militari siriani.

- Gli scioperi sono la prima azione militare diretta gli Stati Uniti hanno preso contro la guida del presidente siriano Bashar al-Assad nella guerra civile di sei anni del paese, e rappresentano un'escalation sostanziale della campagna militare degli Stati Uniti nella regione, che potrebbe essere interpretato da parte del governo siriano, come un atto di guerra.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1129 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 713 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa