ANNO XIV Luglio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 15 Giugno 2017 07:01

Taranto - Andando al ballottaggio cerchiamo di capire

Written by 
Rate this item
(0 votes)

L'era Stefàno si chiude e non lascia eredi, le due liste capeggiate dai due fidi assessori poliziotti mai cambiati su trenta che si sono visti anche assunti a tempo determinato, non hanno avuto successo, e non ci sono consigliieri. Il gruppo SdS viene archiviato dalla storia.

Ora si tratta di andare al ballottaggio in un mese che è stato il più caldo di sempre, e le due formazioni che si contenderanno il sindaco, hanno entrambi una novità, il candidato espressione della società civile, o civica, come ripete continuamente l'ex direttrice del carcere. Sono convinto che bisogni andare a votare, anche chi è deluso perché il proprio candidato - ed erano dieci - ha perso, lo dovrà fare. La democrazia vuole così. Possiamo fare una valutazione su chi saranno i venti consiglieri dell'una o dell'altra formazione e fare la giusta valutazione. Fermo restando che sono ancora al vaglio e non proclamati possiamo tuttavia fare un primo ragionamento a blocchi. Vediamo quello della Baldassarri, se vincesse.

Vietri Gianpaolo, Ciraci Mimmo, Tribbia Adriano, Catania Nicola, Lardiello Cosimo, Ungaro Giovanni, Nilo Marco, Lonoce Matteo, Panunzio Barbara, Casiello Mirella, Cannone Antonino, Illiano Filippo, Infesta Gianfranco, Guttagliere Giovanni, Spalluto Alfredo, Patano Michele, Cataldo Renna, Pellitta Gianluca, Bottazzo Daniela, Guglielmo De Feis.

Alcune valutazioni, otto su venti rientrano in gioco. Qui abbiamo Spalluto Alfredo che è stato assessore di Stefàno, Illiano Filippo che è stato nella lista Sds del sindaco Stefano, Ciraci Mimmo che fu nominato da Stefàno per 5 anni nel CdA dell'Amiu. Guttagliere Giovanni della Puglia per Vendola nella maggioranza di Stefàno. Tre donne è la quota rosa di Stefania Baldassarre che dovrebbe, se eletta,magari fare una giunta di sole donne per pareggiare.  

Vediamo il blocco dei venti del candidato Melucci se dovesse vincere lui.

Lonoce Giulio, De Gregorio Vincenzo, Azzaro Giovanni, Stellato Massimiliano, De Martino Michele, Galluzzo Carmela, Pulpo Mario, Viggiano Francesca, Simili Federica, Blé Gaetano, Scarpati Simona, Di Todaro Emanuele Lucarella Tommy, Mignolo Patrizia, Festinante Mimmo, Dante Capriulo, Guarino Giovanni, Brisci Salvatore,Albani Emidio, Floriana De Gennaro.

Alcune valutazioni, qui sono sei i rientri nel comune e abbiamo Lonoce Giulio che è stato Vice-Sindaco della giunta Stefàno. Una formazione che vede sette donne, come quota rosa, più del doppio della Baldassarri.

Qui va aggiunto che il Pd soprattutto è stato il principale alleato di Stefàno per quasi l'intero periodo dei dieci anni. Questo va sottolineato per quanti pensino ad un reale cambiamento rispetto al passato, anche perchè le idee non camminano da sole. Quindi maggiore rinnovamento nel gruppo di Melucci e giudizio sul Pd, mentre per quanto riguarda la Baldassarri commistioni col passato con alcuni consiglieri e poche donne. E questo, ovviamente, prescinde dai programmi che in questi giorni illustreremo per dare ulteriore informazione.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1698 times Last modified on Giovedì, 15 Giugno 2017 08:08

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1146 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa