ANNO XVI Maggio 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 24 Giugno 2017 09:51

Venezuela, il grido d'aiuto del leader dell'opposizione Leopoldo Lopez: "Mi torturano"

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Caracas (Venezuela) - "Lilian, mi stanno torturando, denuncia". E' questo l'urlo dal carcere di Leopoldo Lopez, uno dei leader dell'opposizione venezuelana, diffuso su Twitter dalla moglie Lilian Tintori.

Le grida agghiaccianti del prigioniero si sentono in un breve video girato davanti al carcere militare di Ramo Verde, dove Lopez sta scontando una condanna a 14 anni di carcere con l'accusa di aver istigato proteste anti governative nel 2014. Secondo la moglie del dissidente, Lopez è tenuto in isolamento da 78 giorni senza poter avere contatti con i familiari o i suoi avvocati, informa AdnKronos.

Il vice presidente dell'Assemblea nazionale, Freddy Guevara, ha intanto chiesto di poter visitare Lopez in carcere per poter verificare il suo stato di salute. La vicenda si svoglie sullo sfondo delle manifestazioni di protesta che da oltre due mesi scuotono il Venezuela, con almeno 76 morti. Devastato da una gravissima crisi economica e sociale, con una inflazione alle stelle e penuria di cibo e medicine, il Venezuela è travolto anche dallo scontro istituzionale fra il regime del presidente Nicolas Maduro e il parlamento dominato dall'opposizione.

Ancora un morto

Senza sosta gli scontri dovuti alla grande crisi del venezuela. Purtroppo c‘è da registrare anche un decesso di un ragazzo che si era avvicinato al perimetro di una base militare

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1748 times

Utenti Online

Abbiamo 839 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine