ANNO XII  Giugno 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 19 Ottobre 2017 06:52

Greta Fiorani, la sexy escort milanese si racconta

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Greta Fiorani, è lei la giovane modella e accompagnatrice di Milano più desiderata e misteriosa del web. Ecco l'intervista 

Elegantemente riservata, semplice; le sue foto nude look mai volgari, ma a braccetto con le foto artistiche di una modella del settore, la fanno passare per una modella sensuale e riservata, ma lei è la Escort milanese con il viso volutamente offuscato, che accende di più il desiderio d'incontrarla.

Oggi si racconta per noi.

Com’è nata la decisione di fare l’accompagnatrice?

E’ una decisione nata quasi per gioco, ero curiosa di conoscere questo mondo per me misterioso e sconosciuto quindi mi sono fatta scattare qualche foto amatorialissima e ho pubblicato il mio primo annuncio.

Non avevo assolutamente previsto di prenderci gusto.

Sei da molto tempo sui social e sei sempre stata riservata, mai troppo pubblicizzata, e misteriosa. Come mai questo lato misterioso? Per privacy?

Si, tengo molto alla mia privacy. Per me è fondamentale tenere la mia vita privata separata da questa mia attività.

Tu ti presenti come un'accompagnatrice fine, educata, non volgare. Sei cosi?

Io sono una persona di indole camaleontica, riesco a modificare il mio carattere in relazione all’ambito in cui mi trovo. Gli aggettivi da te citati sono alla base del mio modo di essere.

Selezioni i tuoi clienti?

Certamente, sembrerà banale da dire ma preferisco la qualità della quantità. Seleziono accuratamente le persone di cui mi circondo.

Ci racconti una giornata tipo?received 10212474220363367

Per fortuna non ho una giornata tipo, per una persona come me la routine è insopportabile.

Quindi le mie giornate sono diverse tra di loro, l’unico punto fermo è la lunga passeggiata che faccio fare al mio cane al mattino presto.

Ti sei mai affezionata ad un cliente? O viceversa?

Se intendi affezionarmi amichevolmente si certo capita, sia da parte mia che loro. Affezionarsi in altri termini più profondi non mi è mai capitato, ma è capitato ad alcuni amici che frequentavo (non mi piace chiamarli clienti) e sono stata costretta ad interrompere il rapporto.

Greta, come ti piace vestirti? Fashion, sportiva, elegante?

Non ho uno stile preferito, tutto dipende dall’occasione. Adoro ogni stile purché sia adatto al contesto in cui mi trovo.

Rincorri la marca nei vestirti?

Non sempre, sono molto istintiva quindi se vedo un capo e mi piace lo prendo anche se non è di un marchio famoso.

Sei una donna sempre in forma. Cosa ti piace di più del tuo fisico?

Del mio fisico amo l’armonia delle mie forme. Se poi devo dirti cosa mi piace più di me ti dico, indubbiamente, occhi e mani.

Gli uomini cosa prediligono di te?

Sai dipende molto dall’uomo, ognuno ha i suoi parametri di giudizio e ognuno ha i suoi punti deboli.

In generale occhi e seno sono quelli che guadagnano più punti.

Come hai passato le ferie?

Quest’anno a causa degli impegni ho saltato le ferie lunghe, mi sono concessa solo brevi pause nell’arco dell’estate.

E la tua serata in relax come la passi?

La mia serata relax la passo sul divano con una tisana calda, il mio cane, un buon libro o un film.

Meglio un uomo accanto o un cagnolino?

Entrambi!! L’ideale è l’uomo giusto e il cagnolone, visto che mi piacciono i cani taglia grossa.

Greta, stai camminando e passi davanti a uno specchio, ti giri e vedi riflessa una bambina. Quella bambina sei tu. Ti guarda, ti sorride......cosa ti dice?

“Per essere stata una bambina maschiaccio che preferiva giocare con il pallone anziché con le bambole ti trovo molto molto fashion”.

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1684 times

Le Vignette di Paolo Piccione

Riders: spiragli di tutela per questi “liberi professionisti”?

 

Utenti Online

Abbiamo 1535 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa