ANNO XVI Giugno 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 13 Agosto 2015 04:01

Coniugi uccisi a Brescia: controlli su vita privata e conti correnti

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Milano - Conti economici sotto la lente di ingrandimento. Parenti e amici ascoltati dagli investigatori per cercare di capire quale possa essere il movente che ha portato ieri mattina, all'omicidio di Francesco Seramondi e Giovanna Ferrari, marito e moglie, uccisi a colpi di fucile all'interno del loro locale, la pizzeria d'asporto 'da Frank' di via Val Saviore, in un quartiere 'problematico' di Brescia.


  L'attivita' della Squadra mobile di Brescia prosegue serratissima e come e' ovvio in questi casi il riserbo e' massimo. Gli investigatori spiegano che si sta procedendo con atti 'dovuti' come quello di ascoltare il figlio delle vittime, o di scandagliare i conti economici dell'attivita' che aveva alti e bassi.

Si cerca di ricostruire un quadro generale, dettagli della loro vita privata, tutto cio' che ruotava attorno ai due coniugi, per capire il motivo di un assassinio cosi' brutale, a sangue freddo, come per un'esecuzione, con due colpi di fucile esplosi a bruciapelo.

L'unica pista che sembra al momento esclusa dagli uomini della Questura di Brescia, che indagano sul caso coordinati dal pm Valeria Bolici, e' quella della rapina. E pare sempre meno probabile anche un collegamento tra la loro morte e il fatto che anni prima avessero presentato alcune denunce sui traffici di droga che avvenivano vicino all'esercizio. Non sembra invece escluso un eventuale collegamento col ferimento, il mese scorso, di un dipendente albanese della coppia, 'gambizzato' da alcuni sconosciuti che hanno sparato da un'auto in corsa. Episodio non ancora chiarito. (AGI)

Read 1046 times

Utenti Online

Abbiamo 798 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine