ANNO XII  Gennaio 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 13 Gennaio 2018 12:33

Taranto - Elezioni politiche «InformAzione INSIEME per non restare a guardare»

Written by  Dante Capriulo *
Rate this item
(0 votes)

Tra meno di due mesi, il 4 marzo, voteremo per il rinnovo del più importante organo democratico italiano: il Parlamento. Lo faremo con una legge strana in una situazione confusa e pericolosa.

La tentazione è di stare a guardare ma il richiamo all’impegno è forte.

Nel mondo, in Europa ed in Italia si affacciano pericolose idee individuante e xenofobe.

Quelle idee di socialità, uguaglianza e giustizia che abbiamo portato avanti sin da ragazzi rischiano di essere travolte.

Alimentata dalla crisi economica la "paura del diverso”, sia interno che esterno, è oramai il tratto dominante su cui fa leva chi vuole governare il paese.

In pochi hanno coraggio di essere argine a questa deriva individualista e a-sociale. Tra questi si erge Papa Francesco.

Ci siamo interrogati sul da farsi, in particolare nella associazione civica PER TARANTO, nata dall’esperienza alle ultime elezioni comunali, ed abbiamo deciso, che chi come noi ha dedicato, con passione e dedizione, una parte della propria vita alla politica ed al sociale, non può stare a guardare, ma deve dare il suo pur limitato contributo per affermare i principi ed i valori per cui si è sempre impegnato.

Lo vogliamo però fare nel modo che ci contraddistingue: in maniera libera e critica, con una cultura di governo, che significa guida difficile e complessa della cosa pubblica.

Nel seguire quella che è stata, nella storia repubblicana, la cultura della Sinistra di Governo in Italia: a livello nazionale come in tanti enti locali. Esattamente il contrario di quanto sta accadendo in questa campagna elettorale: dove c’è la rincorsa a chi la spara più grossa, con promesse che dovrebbero far arrossire chi le fa.

Stando altresì nel solco tracciato con le esperienze che sosteniamo al Comune di Taranto ed alla Regione Puglia, in cui si sta cercando di portare avanti uno sforzo complicato di governo riformista vero.

Nello scenario attuale, avendo guardato con interesse al tentativo fatto da Giuliano Pisapia con Campo Progressista, e cioè quello di mettere insieme il centro-sinistra su basi nuove, muovendo critiche alle modalità renziane di guida del Partito Democratico (che resta comunque il principale partito del C/S), oggi ci sembra interessante lo sforzo che sta compiendo la lista INSIEME: lista elettorale d’ispirazione ulivista, che nasce per mettere in comune storie e esperienze politiche consolidate - come quelle riformiste ed ecologiste - con tante realtà civiche del territorio che in questi anni in molte città hanno ridato dignità alla politica.

Con il richiamo forte all’ULIVO: che è stato uno dei momenti in cui molti di noi si sono appassionati ed entusiasmati nel fare politica.

Una proposta interessante perchè mette insieme la cultura di governo con le nuove sfide legate al rispetto dell’ambiente in cui viviamo. Sapendo che il nostro orizzonte è l’Europa, che deve sicuramente cambiare la logica prevalente mercantile ed essere un’unione sociale di popoli, come l’avevano immaginata i padri costituenti. Con una prospettiva politica che non termina il 5 marzo.

Per Taranto e la nostra provincia tale proposta elettorale ha il suo ulteriore valore della presenza, nella lista INSIEME, della cultura ambientalista, che deve essere il nostro futuro dopo quella industrialista a prescindere del secolo scorso.

Oltre a tanti sostenitori dell’Ulivo, insieme alla tradizione ed alla storia del Partito Socialista, apprezziamo che tra i promotori della lista, con la loro nota autonomia e schiettezza, ci sono i Verdi e c’è Angelo Bonelli, che ho avuto l’onore di avere al fianco in Consiglio Comunale a Taranto per alcuni anni. Esperienza che mi ha molto arricchito perchè ho apprezzato un uomo dalle evidenti capacità da leader nazionale, in grado di portare avanti con forza, coraggio, cuore, fatica, competenza ed equilibrio battaglie fondamentali per la nostra città e la nostra provincia. Apprezzamento espresso anche quando (poche volte per la verità) non abbiamo avuto la stessa opinione su scelte amministrative.

Il motore riformista ed ecologista della lista è dimostrato dal fatto che la prima proposta della lista INSIEME è stata quella di inserire nella nostra bella Costituzione anche il principio che l’Italia - al pari di quanto hanno già deciso di fare Francia e Germania ad esempio - deve essere una Repubblica fondata, oltre che sul LAVORO, anche sulla "crescita sostenibile dell’economia e della società”.

Vogliamo perciò dare il nostro contributo, con la forza e l’autonomia delle nostre idee e della nostra passione, consapevoli che fuori dal campo del centro-sinistra si rischia solo di fare un regalo o alla destra già sperimentata, ed oggi incattivita dalla forza della lega salviniana e dalla destra estrema, o al Movimento 5S, che pur esprimendo molte idee anche condivisibili, è, ad oggi, un concentrato di valori tra loro confliggenti e con una scarsa cultura di governo.

Per questo pensiamo che sia più utile restare insieme nel centro-sinistra, con la nostra cultura di governo, con le nostre idee anche distinte dall’attuale PD, ma senza fare i capponi.

Ci appelliamo a quelli che la pensano come noi, che vogliono un nuovo centro-sinistra ma che non vogliono consegnare il paese alla destra o ai vari populismi. Non restiamo a guardare ma mettiamoci INSIEME.

*Consigliere Comunale di TARANTO

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 392 times

Le Vignette satiriche di Paolo Piccione

Rincari: il sacchetto e il paraocchi

 

Utenti Online

Abbiamo 1685 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa