ANNO XIII Ottobre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 03 Febbraio 2018 07:20

Grottaglie a 5 stelle sui botti di San Ciro - «Passata la festa gabbato lu Santo... e gli animali »

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Grottaglie (Taranto) - Passata la festa gabbato lu Santo... E Gabbati anche gli animali dai botti di San Ciro sparati folkloristicamente come ogni anno nonostante una ordinanza vietasse i botti, ma solo quelli di Capodanno (ordinanza che peraltro non ha sortito alcun effetto se non quello contrario).  

I cittadini si lamentano della persistenza delle cosiddette bombe buie che non hanno risvolti estetici e del fatto che vengano sparate vicino al canile. Lì “Sì è scatenato l'inferno: reti divelte, scavalcate, anche reti di tre metri, animali impazziti.

Sono 20 anni che operatori rischiano di farsi male perché tutti i botti vengono sparati in prossimità del canile, non solo quelli di San Ciro. Ma un suono di campane non sarebbe uguale?”

Esistono, poi, giochi di fuoco silenziosi, usati in particolare in Estremo Oriente dove l'arte pirotecnica è piuttosto consolidata anche se, appunto, molto spesso ripulita dal fastidioso 'botto'.

Si tratta di fuochi d'artificio a tutti gli effetti che consentono di realizzare meravigliosi giochi di luce, privati, però, della parte rumorosa. Ad accompagnarli, generalmente, e renderli unici effetti sonori, giochi di luce, veri e propri spettacoli coreografici. L'ultimo esempio in ordine cronologico è quello di Collecchio, ridente cittadina in provincia di Parma, che per festeggiare il "Settembre” ha scelto i fuochi d’artificio senza botti.

I botti pirotecnici, giova sempre ricordarlo, possono infatti risultare molesti e spesso scatenano negli animali paura e panico, inducendoli a reazioni incontrollate e pericolose. I danni si riscontrano direttamente sia sugli animali domestici che su quelli selvatici, a partire dagli uccelli. Con le improvvise detonazioni si verificano nelle colonie che riposano istintive reazioni di fuga che, unite alla mancanza di visibilità, causano la morte di molti esemplari derivanti dallo scontro in volo con strutture urbane (case, lampioni, automobili, ecc.).

Read 1130 times Last modified on Sabato, 03 Febbraio 2018 07:44

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1224 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa