ANNO XII  Settembre 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 13 Marzo 2018 06:25

Cinque anni di Francesco, papa pastore

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Ho letto attentamente I cinque anni del Papa che ha capovolto la Chiesa di Alberto Melloni[1], che, specificamente più competente di me, ha avuto l’accortezza democratica di manifestare il suo punto di vista il 12[2] in modo da lasciar spazio a quelli del popolo di dire la propria idea.

Le questioni kerigmatiche [kerigma è l’annuncio nel Nuovo Testamento, il nucleo del vangelo di Gesù raccontato da san Paolo nelle sue lettere] possono essere il filo conduttore di papa Francesco. Non credo che lo distinguerebbero da altri papi. Benedetto XVI, ad esempio, ci ha lasciato la trilogia su Gesù, da teologo. Se uno non fosse curioso di conoscere quanto vi sia di buono nei vangeli apocrifi[3] sarebbe sazio, no?

A me sembra ovvio che Francesco possa venir riconosciuto, anzitutto, come un papa non europeo: da quanto tempo non succedeva che l’Europa lasciava la guida del mondo ad un non europeo? Già il papa polacco, Karol Wojtyla, ed il papa tedesco, Joseph Ratzinger, avevano abituato noi italiani ad una guida non italiana. Sono passati quarant’anni dall’ultimo italiano, Giovanni Paolo I, il sorriso di Dio scritto nella polvere. A me, che sono estraneo alle cose curiali, pare che il papa che regnò per 33 giorni abbia anticipato in piccolo quello che aveva fatto in grande Giovanni XXIII, sessant’anni fa[4]: la misericordia divina nel buon pastore.

Leggo il ritmo dello Spirito in questi anni: 1958 – 1978 – 2018.

Francesco ha manifestato ‘fino alla noia’ la sua adesione alla Chiesa del Concilio. Albino Luciani fu un Convertito del Concilio[5].

Papa pastore, dunque, vedo in Francesco con una vita perentoria che insegna a chi sa ascoltare, come ha concluso Melloni.

Io non sarei me stesso se non riconoscessi in Francesco zumero:

pa-pah

cella, inner sanctum of temple (loanword from Akk. papahu(m); cf., Orel&Stolbova#1926, *pah- “close, lock”)[6].

 


[1] Su la Repubblica di lunedì 12 marzo 2018: 20-21.

[2] Oggi.

[3] Claudio Gianotto, Aldo Magris, Paolo Sacchi, Il mondo degli apocrifi, letteratura minore, Milano, San Paolo, 2010.

[4] https://it.wikipedia.org/wiki/Papa_Giovanni_XXIII

[5] Come lo narra don Giampiero Moret in Albino.docx

[6]John Alan Halloran, Sumerian lexicon, Los Angeles, Logogram Publishing, 2006 : 213.

Read 666 times

Le Vignette di Paolo Piccione

Orfini dichiara: “ora basta, questa volta denunceremo tutto”

 

Utenti Online

Abbiamo 1339 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa