ANNO XIV Maggio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 23 Aprile 2018 20:14

La Democrazia riparte dal Molise

Written by 
Rate this item
(0 votes)

La Democrazia riparte dal Molise, riparte dal Sud da una delle regioni che avevano il 4 marzo dato credito a Luigi Di Maio e al Movimento 5 Stelle e ha subito cambiato direzione verso Matteo Salvini e il Centro Destra votando una persona per bene scrive in un twitter Antonio Tajani (PPE) presidente del Parlamento Europeo.

Una vittoria del Centro Destra che senza giri di parole ipoteca alla carica di Premier Matteo Salvini, in questo pietoso spettacolo che stiamo assistento da oltre 50 giorni e come scrive Giorgia Meloni "Italia ostaggio del bisogno disperato di Di Maio di sedere sulla poltrona del presidente del consiglio dei ministri". Di Maio e il M5S con il 32,5% e 10.732.373 voti per essere pignoli e non 11 milioni contro la Coalizione vincente del Centro Destra (Salvini, Berlusconi, Meloni) forte del 37% e 12.152.158 voti, in effetti ha preso in ostaggio la Democrazia in Italia e nulla ad ieri sono bastati gli atti di buona volontà e di responsabilità di Matteo Salvini – mi faccio di lato, ma diamo un Governo all'Italia votato dal Popolo- no, Di Maio non vuole questo se voleva un governo forte votato dal Popolo avrebbe già firmato il contratto alla tedesca con il Centro Destra e avremo da 40 giorni un Governo forte del 69,5% (Centro Destra 37% + M5S 32,5), No amici lettori di Agorà Magazine Luigi Di Maio non vuole un governo, vuole il Potere! E sta giocando con la pazienza degli italiani anche con i cittadini che in buona fede gli hanno regalato sulla fiducia il 32,5%.

Lui vuole distruggere l'unica Coalizione in grado di fermare la rivoluzione 5 Stelle che ha come modello il Venezuela del dittatore Nicolas Maduro e che nel programma Estero pantastellato scrive nero su bianco “Vogliamo in Italia e in Europa un modello come l'Alba latino americana” confermate dalla visita a Caracas della delegazione M5S ospite di Maduro lo scorso 5 marzo 2017 e gli atti parlamentari a favore del Governo Maduro. Per realizzare questa rivoluzione a 5 Stelle deve dopo aver canibalizzato il Partito Democratico ( devo dire anche con la loro inconsapevole approvazione) uccidere la Democrazia in questa fase storica rappresentata dal Centro Destra Unito. “Voglio solo la Lega”, “con Salvini si può lavorare bene”, sono dichiarazioni di Luigi Di Maio ma nascono dalla dichiarazione di Beppe Grillo nel giorno delle elezioni dei Presidenti di Camera e Senato: “Salvini è uomo di parola”.

I M5S non vogliono Berlusconi e Meloni cioè non vogliono Forza Italia e Fratelli d'Italia, solo ed esclusivamente perchè vogliono distruggere chi nel bene e nel male sta insieme da 20 anni e che Governano: Regioni, Provincie (ancora esistenti), Comuni grandi e piccoli e che sono stati insieme al Governo; una Coalizione quella del Centro Destra forte e coesa, unico ostacolo al Potere della Rivoluzione made Venezuela in Italia.

Bene ha fatto Matteo Salvini a non ascoltare la sirena Di Maio, e a tenere il Centro Destra unito, bene ha fatto Matteo Salvini ha dire al suo alleato più forte e fidato Silvio Berlusconi, “no sbagli mai al Governo con chi ha perso” - il PD. Un applauso e ringraziamento a Giorgia Meloni nell'essere ferma su il Centro Destra è unito e questo non è negoziabile. Ma altrettanto bene, forse no nei toni e la ferma posizione di Silvio Berlusconi: “il Centro Destra ha un candidato premier ed è Matteo Salvini.

Il Molise ieri ha detto chiaramente Sì al Centro Destra! Il Popolo vuole un Governo votato dal Popolo, vuole un Centro Destra Unito e coeso ora la parola al Presidente della Repubblica dopo il quasi inutile giro di consultazioni del Presidente della Camera Roberto Fico che segue quello già sterile della Presidente del Senato, atti dovuti e nel rispetto della Costituzione ma ieri il Popolo Italiano, il Popolo del Sud, il Popolo del Molise ha indicato chiaramente da chi vuole essere governato e vuole un Governo forte del 69,5% formato da tutto il Centro Destra e dal M5S e ne sono certo domenica dal Friuli Venezia Giulia verrà questo richiesto con una nuova vittoria del Centro Destra. Si la Democrazia è ripartita dal Molise Grazie Molise che Dio benedica l'Italia!

 

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 869 times Last modified on Lunedì, 23 Aprile 2018 20:33

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1291 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa

Calendario

« May 2020 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31