ANNO XIII Dicembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 09 Maggio 2018 22:33

Via libera di Berlusconi a un governo M5s-Lega: niente veti, ma no a fiducia

Written by 
Rate this item
(0 votes)
La nascita dell'esecutivo non è la fine dell'alleanza di centrodestra, spiega il presidente di Forza Italia. Ora restano i nodi del capo del governo e della squadra di ministri
Silvio Berlusconi "apre" a un governo tra Movimento 5 stelle e Lega. Non ci saranno veti, spiega il leader di Forza Italia, ma non voteremo la fiducia.
 
"Non è la fine dell'alleanza di centro-destra"
 
Un governo Lega-M5S "non segna la fine dell’alleanza di centro-destra: rimangono le tante collaborazioni nei governi regionali e locali, rimane una storia comune, rimane il comune impegno preso con gli elettori. Continuiamo a lavorare per tornare a vincere, ma soprattutto perché torni a vincere l’Italia", si legge in una nota del Cavaliere.
 
"Non porremo veti ma non voteremo la fiducia"
 
"Se un'altra forza politica della coalizione ritiene di assumersi la responsabilità di creare un governo con il M5s, prendiamo atto con rispetto della scelta. Non sta certo a noi porre veti o pregiudiziali" ma, aggiunge, "non potremo certamente votare la fiducia". "Non possiamo dare oggi il nostro consenso ad un governo che comprenda il Movimento Cinque stelle, che ha dimostrato anche in queste settimane di non avere la maturità politica per assumersi questa responsabilità".
 
"Se non ce la faranno non potranno usarci come alibi"
 
Se il governo formato da Lega e Movimento Cinque Stelle "non potesse nascere, nessuno potrà usarci come alibi di fronte all'incapacità - o all'impossibilità oggettiva - di trovare accordi fra forze politiche molto diverse. Di più a noi non si può chiedere, anche in nome degli impegni che abbiamo preso con gli elettori", prosegue il presidente di Forza Italia.
 
"Mattarella ha detto no a un governo di centro-destra.
 
Ne prendo atto" "Il Paese da mesi attende un governo. Continuo a credere che la soluzione della crisi più naturale, più logica, più coerente con il mandato degli elettori sarebbe quella di un governo di Centro-Destra, la coalizione che ha prevalso nelle elezioni, guidato da un esponente indicato dalla Lega, governo che avrebbe certamente trovato in Parlamento i voti necessari per governare. Questa strada non è stata considerata praticabile dal Capo dello Stato. Ne prendo atto", afferma Berlucon nella nota.
 
 

 

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 665 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1213 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa

Calendario

« December 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31