ANNO XIV Novembre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 30 Maggio 2018 07:56

Taranto - Presentazione del libro «Dalle macerie» di Alessandro Leogrande

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Iniziativa del 1° giugno 2018, alle 17.30, nel Salone degli Specchi (Palazzo di Città - Taranto): Presentazione del libro "Dalle macerie.

Cronache dal fronte meridionale" di Alessandro Leogrande, caro amico di Libera ,che purtroppo ci ha lasciato prematuramente.

Ha lavorato alla raccolta degli ultimi scritti di Alessandro, Salvatore Romeo, storico e socio di Libera.

Dalle macerie”: a Palazzo di Città l’1 giugno la presentazione degli scritti di Leogrande su Taranto

Un ricordo di Alessandro Leogrande e una riflessione collettiva su Taranto a partire dai suoi scritti. Sarà soprattutto questo la presentazione del libro "Dalle macerie. Cronache sul fronte meridionale", che si terrà venerdì 1 giugno, alle 17:30, al Salone degli specchi di Palazzo di Città. Il volume, uscito in libreria il 10 maggio per Feltrinelli, raccoglie alcuni scritti di Leogrande sulla città in cui è nato ed ha avviato la sua formazione - e con cui ha mantenuto fino all'ultimo un rapporto stretto, di impegno e di ricerca.

La prematura scomparsa di Alessandro Leogrande ha privato la cultura italiana di una mente brillante, uno dei testimoni più lucidi del nostro tempo. La perdita è stata tanto più grave per Taranto, che Leogrande ha raccontato e indagato a fondo nel corso della sua attività, come testimoniano le pagine di “Dalle Macerie”.

Alla presentazione, moderata da Giulia Galli, responsabile locale dei presìdi del libro, parteciperanno Goffredo Fofi, critico letterario e mentore di Leogrande, e Salvatore Romeo, curatore del volume. Il dibattito sarà aperto a chiunque vorrà lasciare un ricordo o una breve riflessione su Leogrande e sulla sua opera.

In apertura sarà proiettato il filmato “Oltre la frontiera. Per Alessandro Leogrande”, presentato in anteprima al Salone del Libro di Torino. Un lavoro degli studenti del Liceo Archita Massimiliano Simonetti, Danilo Giannico e Giovanni De Fazio, con le voci di Massimiliano Simonetti, Giulia Arleo, Paolo Lacarbonara, Adele De Sinno e Lorenzo Scialpi.

L'iniziativa è promossa da Associazione culturale "Fucina 900", Associazione "Il Granaio", Cgil Taranto, Fiom Taranto, Libera Taranto, Spazio sociale Gagarin, Associazione Italiana di Cultura Classica - deputazione di Taranto, Liceo statale Archita ed è patrocinata dal Comune di Taranto e dalla Regione Puglia.

Il ricordo di Libera

Alessandro Leogrande è stato un grande intellettuale del nostro tempo. Ha scritto per lottare contro le frontiere e i naufragi, il caporalato e l’ignoranza, la malafede e le ingiustizie. Questo volume raccoglie tutto il lavoro che ha dedicato a Taranto, la sua città. Una città perfetta, come l’ha definita Pasolini nel 1959. Taranto nuova, Taranto vecchia e intorno i due mari.


“Il centro siderurgico costò quasi quattrocento miliardi di lire. Finì con l’occupare prima 600 e poi 1500 ettari di superficie, per un’estensione pari al doppio dell’intera città. Da quel momento in poi fu la città a crescere e modellarsi intorno alla fabbrica. Furono i tempi e i ritmi della fabbrica a scandire i tempi e i ritmi del tessuto urbano.”


Una città che oggi è anche il dormitorio degli operai dell’Ilva, la cattedrale nel deserto che fa dei suoi lavoratori le cavie di nuovi rapporti di lavoro, nei quali la frattura sociale si allarga, mentre i diritti sono sempre più difficili da difendere.


“Che la fabbrica resti al suo posto o venga chiusa,” ha scritto Leogrande, “che venga svenduta a una cordata italiana o a qualche multinazionale asiatica in ascesa, Taranto deve comunque uscire dalla ‘monocultura siderurgica’ che nell’ultimo mezzo secolo non ha fatto altro che alimentarsi dalle sue stesse viscere.”

“Solo il racconto dei margini e dei frammenti permette di aprire uno squarcio e di comprendere qualcosa. Comprendere come si intersecano tra loro cose vecchie e cose nuove.”

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1194 times Last modified on Mercoledì, 30 Maggio 2018 16:09

Utenti Online

Abbiamo 1069 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine